Palazzo di Kensington

Palazzo di Kensington è architettonicamente una delle residenze reali più modeste, ma storicamente è ricca di interesse. Nacque come residenza privata della famiglia Finch e fu acquistata da Guglielmo III nel 1689 poiché forniva aria fresca ma era vicino a Londra. Wren, ispettore dei lavori, fu impiegato per ricostruire ampiamente, ma la scala era moderata, in parte perché la velocità era essenziale, in parte perché a Hampton Court c'erano edifici sontuosi. La deliziosa aranciera di Vanbrugh fu aggiunta durante il regno di Anna. Gran parte della successiva decorazione interna, compresa la scala del re, fu di William Kent, ei giardini furono progettati e riqualificati da George London, Henry Wise e Charles Bridgeman. Il Round Pond e il Serpentine furono terminati durante il regno di Giorgio I. Il palazzo era popolare con la famiglia reale fino a quando Giorgio III iniziò a sviluppare Buckingham House. William e Mary morirono a Kensington; Anne ebbe il suo celebre litigio con la duchessa di Marlborough in una piccola anticamera, e in seguito morì nel palazzo. Giorgio II e Caroline erano affezionati al luogo e ci sono due ammirevoli busti in terracotta di Michael Rysbrack. Giorgio III fece affittare appartamenti ai suoi fratelli reali, e la giovane Victoria, figlia del duca di Kent, vi fu allevata. A Kensington tenne il suo primo Privy Council il giorno della sua adesione nel 1837. È ancora utilizzato come residenza reale. Il palazzo è aperto al pubblico e comprende una mostra permanente di abiti di corte.

JA Cannon