Pac-man

Molto prima di Sony Playstation e Lara Croft, una pizza gialla con una fetta mancante dominava le sale giochi dei videogiochi. Pac-Man è apparso in Giappone nel 1980, prodotto da Namco. La leggenda vuole che il suo creatore, Toru Iwatani (1955–), sia stato ispirato da una serata in un locale pizza (vedi voce sotto gli anni '1940 — Cibo e bevande nel volume 3) ristorante. Ha inventato un gioco che avrebbe dominato il videogiochi (vedi voce sotto 1970 - Sport e giochi nel volume 5) per diversi anni. Per i giocatori di oggi, Pac-Man sembra semplice e poco entusiasmante, ma per i giocatori seri rimane il gioco da battere. Un perfetto punteggio Pac-Man non è stato raggiunto fino al 1999.

Pac-Man è il più semplice dei giochi. L'eroe del gioco è intrappolato in un labirinto disseminato di punti e occasionali pezzi di frutta. Il suo compito è "mangiare" tutti i punti e la frutta senza essere distrutto dai fantasmi "Clyde", "Blinky", "Inky" e "Pinky". Una volta consumati tutti i punti, il giocatore passa a un nuovo livello, che funziona più velocemente e si comporta in modo diverso. "Power Pellet" permettono all'eroe di mangiare i fantasmi.

Originariamente chiamato "Puckman", il gioco arcade americano del 1981 divenne "Pac-Man" per evitare problemi con i graffiti. Il gioco era così popolare che ha ispirato varianti come "Ms. Pac-Man" e "Baby Pac-Man". I cimeli di Pac-Man - posacenere, carte da gioco, cuscini whoopie, peluche e così via - apparvero presto. All'inizio degli anni '1980 apparvero persino pasta e cereali per la colazione Pac-Man. La canzone "Pac-Man Fever" ha raggiunto il numero nove delle classifiche americane, mentre Pac-Man televisione (vedi voce sotto gli anni '1940 - TV e radio nel volume 3) anche i cartoni animati furono un grande successo. Pac-Man è stato nominato "Game of the Century" al Classic Gaming Expo '99. Nel ventunesimo secolo, si stimava che Pac-Man fosse stato giocato più di dieci miliardi di volte.

—Chris Routledge

Per maggiori informazioni

Herz, JC Joystick Nation: come i videogiochi hanno mangiato i nostri quarti, ha vinto il nostroHearts, and Rewired Our Minds. Boston: Little, Brown, 1997.

"Pac-Man." Gioco classico.http://www.classicgaming.com/pac-man (accessed April 4, 2002).

Poole, Steven. Trigger Happy: Videogames and the Entertainment Revolution. New York: Arcade Publishing, 2000.

Trueman, Doug. "La storia di Pac-Man". Gamespot.http://videogames.gamespot.com/features/universal/hist_pacman/index.html (accessed April 4, 2002).