Ottobah cugoano

Ottobah Cugoano (ca. 1757-ca. 1803) era un africano di origine Fanti della Gold Coast nell'attuale Ghana. Divenne una figura di spicco tra gli africani liberi della Londra della fine del XVIII secolo e nel 18 pubblicò un attacco alla schiavitù e alla tratta degli schiavi.

Ottobah Cugoano è nato vicino ad Ajumako ed è cresciuto nella famiglia del capo Fanti Ambro Accasa, sovrano di Ajumako e Assinie. Cugoano fu ridotto in schiavitù da giovane, portato a Grenada nelle Indie occidentali, e da lì portato in Inghilterra, dove fu liberato.

Educato da schiavo e convertito al cristianesimo, Cugoano divenne presto un leader dell'opinione tra i liberi africani di Londra, dove corrispondeva sotto il nome adottato di John Stewart, o Stuart, e divenne familiare con i leader abolizionisti Granville Sharp e Thomas Clarkson . Cugoano era amico di Olaudah Equiano, con il quale collaborava nella rappresentanza degli interessi africani.

Il libro di Cugoano, Pensieri e sentimenti sul male della schiavitù, fu un attacco intellettuale straordinariamente sostenuto che demolì le giustificazioni teologiche e bibliche popolari per la schiavitù e invocò l'universalità del Dio cristiano e la Sua etica, l'uguaglianza di tutti gli uomini. Ha fatto appello agli ideali umanitari dell'Europa illuminista e ha affermato il diritto umano degli africani alla libertà e alla dignità nel perseguimento del proprio destino. Seguendo le idee di Adam Smith, Cugoano sostenne la follia economica della schiavitù, anticipando le successive visioni popolari di un commercio "legittimo" per sostituire la tratta "illegittima" degli schiavi. Ha proposto la completa manomissione di tutti gli schiavi 7 anni o più nelle colonie, l'istruzione del resto in preparazione per la libertà e un blocco navale in Africa occidentale.

Diverse autorità ritengono che gli argomenti teologici di Cugoano siano stati guidati da Clarkson o Sharp, mentre il suo amico Equiano potrebbe aver contribuito a rivedere la prima bozza del suo libro. Tuttavia, il lavoro rimane probabilmente essenzialmente un prodotto dei pensieri e dei sentimenti di Cugoano, un'articolata risposta africana all'impatto dell'espansione europea.

Si sa molto poco della successiva carriera di Cugoano. Nel 1791 fu coinvolto nel progetto di Clarkson per il reclutamento di africani che vivevano in Nuova Scozia e New Brunswick a Sierre Leone. Lo stesso anno pubblicò una versione più breve di Thoughts and Sentiments, in cui annunciava l'intenzione di fondare una scuola africana a Londra. Il patriota italo-polacco Scipione Piattoli conobbe Cugoano durante i suoi anni londinesi (1800-1803 ca.), e lo scrittore francese Henri Grégoire dice che Cugoano sposò una donna inglese. Oltre a questo, Ottobah Cugoano non ha lasciato altri record.

Ulteriori letture

L'opera di Cugoano, Pensieri e sentimenti sul traffico malvagio e malvagio della schiavitù e del commercio delle specie umane (1787), fu ristampato in una seconda edizione da Paul Edwards, intitolata Pensieri e sentimenti sul male della schiavitù (1969). Edwards ha aggiunto un'introduzione informativa e ha allegato cinque lettere manoscritte inedite di Cugoano che sono utili per determinare la paternità di Pensieri e sentimenti. Il trattamento moderno più utile e informativo di Cugoano è di Robert July, Le origini del pensiero africano moderno: il suo sviluppo in Africa occidentale durante il diciannovesimo e il ventesimo secolo (1967), che considera Cugoano un importante precursore del pensiero africano del XIX e XX secolo. Prince Hoare, Memorie di Granville Sharp, Esq. (1820), contiene alcune lettere di Cugoano e riferimenti al suo rapporto con Sharp. Christopher Fyfe, in Una storia della Sierra Leone (1962), concorda con Paul Edwards e dubita che Cugoano sia l'unico autore di Pensieri e sentimenti.