Ottimo sigillo

ottimo sigillo. Il sigillo ha avuto origine durante il regno di Edoardo il Confessore come imitazione del sigillo dell'imperatore ed era di circa 3 pollici di diametro. Il re è raffigurato in maestà, con scettro e sfera. I governanti normanni continuarono il suo uso e la custodia del sigillo fu data al cancelliere. Il sigillo di Guglielmo il Leone in Scozia sembra essere basato su quello inglese. Il sigillo viene rotto all'inizio di un nuovo regno e ne viene fatto uno nuovo. Poiché il grande sigillo era pesante, si sviluppò la pratica di impiegare un sigillo privato e in seguito un sigillo. Nel periodo Tudor il grande sigillo era nelle mani del cancelliere o del lord keeper ma dall'ascesa di Giorgio III l'ufficio di lord keeper è scomparso. Il possesso del grande sigillo era una questione di importanza politica. Era un'accusa contro il cardinale Wolsey per la sua caduta che aveva portato illegalmente il grande sigillo fuori dal regno a Calais nel 1521. Quando Carlo I partì per York nel 1642 all'inizio della guerra civile, il Parlamento fece fare il suo grande sigillo , e un altro doveva essere prodotto per la Repubblica nel 1649. Giacomo II lanciò il grande sigillo nel Tamigi quando fuggì nel 1688, sperando di fermare il governo, ma fu recuperato da un pescatore. I ladri hanno rubato il grande sigillo dalla casa del Lord Cancelliere Thurlow nel 1784. Poiché un'elezione era imminente, gli artigiani hanno lavorato tutta la notte per fare un nuovo sigillo e le battute sono state scambiate a spese dell'opposizione foxita. Il grande sigillo è usato per proclami, scritti, lettere brevettuali e trattati. Un sigillo separato per la Scozia, autorizzato dall'Atto di Unione nel 1707, è sotto la custodia del Segretario di Stato per la Scozia.

JA Cannon