Orff, carl (1895-1982)

Musicista primitivista.

Carl Orff nacque a Monaco il 10 luglio 1895. Studiò all'Accademia di Monaco e, a partire dal 1920, con Heinrich Kaminski. Le sue composizioni stabilirono un tipo di primitivismo associato a pratiche antiche come l'ostinato (la ripetizione persistente di una figura musicale allo stesso tono in tutta una composizione) e l'espressione emotiva grezza per produrre opere che hanno un'eccitazione pagana e sensuale. Gli studiosi di Orff menzionano spesso l'influenza di Igor Stravinsky (in particolare di Stravinsky Il matrimonio con Oedipus Rex). Come Stravinsky e Olivier Messiaen tra gli altri, Orff considerava il ritmo come l'elemento di costruzione della forma nella musica. Il suo ritmo traeva la sua forza dai semplici schemi di melodie popolari e danze contadine. Tendeva ad evitare la complessità armonica e gli atteggiamenti intellettuali inerenti alla scrittura contrappuntistica. La maggior parte delle opere, in particolare la sua opera più eseguita, Carmina Burana (1937), sono stati progettati come spettacoli teatrali. Carmina è la prima parte di una trilogia, gli altri lo sono Catulli (1943) e Trionfo di Afrodite (1953). Tra il 1925 e il 1973, Orff compose circa diciassette di queste opere drammatiche.

Durante il regime nazista, molti compositori fuggirono in Occidente o componevano privatamente, sapendo che la loro musica non sarebbe stata eseguita pubblicamente. Orff ha composto in uno stile che era abbastanza semplice da accontentare le autorità naziste ma ancora abbastanza individuale da avere successo musicalmente. Il suo stile caratteristico è emerso per la prima volta in piena regola nella cantata drammatica Carmina Burana, un'ambientazione di canti secolari, anche ribaldi, medievali latini e tedeschi. Carmina crea un precedente: la declamazione testuale assume il ruolo dominante e le ambientazioni sillabiche sono proiettate attraverso figure melodiche elementari simili a canti, ripetute incessantemente sull'accompagnamento percussivo ea volte drammatico di armonie triadiche statiche. Come Stravinsky prima di lui, Orff usava spesso modelli di ostinato. Carmina Burana crea un incantesimo ritualistico utilizzando una varietà di forze, tra cui una grande orchestra e un coro e un ruolo impressionante per un baritono. Un soprano solista appare nella parte 3 e un controtenore ha un solo. Dopo aver completato Carmina Burana, Orff ha incaricato il suo editore di distruggere le sue opere precedenti. Nonostante il suo desiderio di continuare in uno stile primitivo e drammatico, la seconda opera del trittico—Catulli—È abbastanza diverso musicalmente, avendo uno stile corale più riservato, quasi rinascimentale, sebbene certamente alcuni testi siano più erotici di qualsiasi altro Carmina Burana. Orff ha composto due opere basate sulle fiabe di Grimms: La luna (1937-1938, rivisto nel 1941) e L'intelligente (1943). Ha anche composto una trilogia di opere teatrali basate su soggetti greci: Antigonae (1949) Edipo il tiranno (1959), e Prometeo (1966). L'ultima opera imposta l'originale greco di Eschilo. Carmina Burana sembra mite rispetto alla prepotente severità delle tre opere "greche". L'interesse di Orff nel limitare il contenuto dell'altezza al minimo assoluto ha raggiunto il suo estremo nel pezzo teatrale Il Bernauerin (1947), dove le sezioni parlate si alternano a impostazioni ritmiche del testo accompagnate solo da strumenti a percussione. Solo due volte vengono utilizzate le altezze, e anche queste sono limitate a poche note, ripetute più e più volte. Lo stile di Orff anticipa alcune delle tecniche comuni ai compositori "minimalisti", ad esempio Steve Reich e John Adams. Orff è ancora di importanza storica perché è l'unico compositore tedesco della sua generazione che è rimasto in Germania durante il regime nazista e tuttavia ha ottenuto un ampio riconoscimento all'estero. La sua decisione, come quella di molti altri compositori tedeschi del suo tempo - Paul Hindemith, Ernst Pepping e Kurt Weill - di ignorare le tecniche musicali d'avanguardia e comporre musica che piacesse al pubblico tradizionale si è sicuramente rivelata vincente per lui.

Oltre ad essere un compositore, Orff divenne un importante sostenitore dell'educazione musicale dei bambini piccoli, progettando persino strumenti per loro da suonare. Nel 1924 acquisì familiarità con il metodo euritmico di Émile Jaques-Dalcroze, un sistema che combinava musica e movimento del corpo. Nel 1942, con Dorothee Günther, fondò una scuola di ginnastica, musica e danza. Ha stabilito ciò che ora è conosciuto come Orff-Schulwerk, un sistema pedagogico di educazione musicale ideato per insegnare ai bambini senza una precedente formazione musicale formale a suonare e cantare insieme e ad improvvisare. Nel 1948 iniziò ad adattare le sue idee per i programmi radiofonici per bambini. All'inizio del ventunesimo secolo, vari centri in tutto il mondo certificano gli educatori musicali in Orff-Schulwerk sistema, degno di nota anche per il suo successo con i bambini portatori di handicap. Orff's Musica per bambini (1950–1954) comprende cinque raccolte di materiali graduati che comprendono esercizi preliminari, melodie popolari e danze. Il Centro Orff di Monaco, sotto gli auspici del Ministero dell'Istruzione, della Cultura, delle Scienze e delle Arti dello Stato Bavarese, controlla la tenuta di Carl Orff e funge da centro di ricerca su Orff.