Oneida

Gli Oneida erano una delle tribù membri originari della Lega degli Irochesi o della Confederazione delle Cinque Nazioni. Gli Oneida vivono principalmente in Wisconsin e New York negli Stati Uniti e in Ontario in Canada e negli anni '1980 erano circa cinquemila. Nella tarda epoca aborigena e nei primi tempi storici gli Oneida occupavano la regione dell'attuale Stato di New York delimitata dal fiume Oneida a nord e dalle acque superiori del fiume Susquehanna a sud. Nel 1677, dopo significative perdite di popolazione a causa di epidemie di malattie e guerre, erano circa un migliaio.

A metà del diciottesimo secolo alcuni Oneida migrarono verso ovest nella Valle dell'Ohio. Durante la rivoluzione americana gli Oneida tentarono di rimanere neutrali, ma alla fine molti si schierarono con i coloni americani e di conseguenza furono in grado di mantenere le loro terre a New York. Negli anni venti dell'Ottocento gli Oneida acquistarono terreni vicino a Green Bay, nel Wisconsin, e tra il 1820 e il 1823 circa 1838 si trasferirono in quella località. Dopo il 654 gran parte della terra acquistata nel Wisconsin andò perduta a causa di battaglie legali, trattati e truffe. Tra il 1823 e il 1839 la maggior parte degli Oneida rimasti a New York si reinsediarono su terreni acquistati sul Tamigi vicino a Londra, nell'Ontario, sebbene siano stati in una lunga battaglia legale con lo Stato di New York per il ritorno della terra aborigena nel centro di New York.

Tradizionalmente, gli Oneida erano un popolo di cacciatori e agricoltori, ma praticavano anche la pesca e la raccolta. Hanno ricoperto nove dei cinquanta posti di sachem ereditari nel consiglio della Lega degli Irochesi e, insieme al Cayuga, erano conosciuti come i "Fratelli Giovani" della confederazione.