Oltre il romanticismo nell’arte

Paesaggi epici. La pittura americana a metà del secolo era dominata dalla Hudson River School: Thomas Cole (1801-1848), Asher Durand (1796-1886), Frederic Church (1826-1900) e altri artisti i cui paesaggi epici riflettevano il senso del destino manifesto di una giovane nazione . Il poeta William Cullen Bryant (1794-1878) si gloriava delle “scene di grandezza selvaggia” dipinte da Cole. Le “cime delle montagne con la loro imponente crescita di foreste mai toccate dall'ascia”, “le rive dei torrenti mai deformate dalla cultura” e “le profondità dei cieli brillanti dei colori del nostro clima” erano segni del paradiso in terra. Nel corso del tempo, naturalmente, l'Eden terrestre celebrato dai pittori del fiume Hudson ha lasciato il posto alle realtà urbane e industriali del periodo successivo alla guerra civile. Due artisti americani che sono diventati maggiorenni alla fine del diciannovesimo secolo hanno aperto la strada a uno stile di pittura realistico che rappresentava più accuratamente un mutato "paesaggio" americano.

Winslow Homer. All'inizio della guerra civile Harper's Weekly ha assunto un giovane illustratore del Massachusetts per fungere da suo artista-corrispondente in tempo di guerra. Con schizzi a inchiostro e ritratti ad olio Winslow Homer (1836-1910) ha catturato la desolazione del campo di battaglia. Alla fine della guerra Omero iniziò a lavorare principalmente con oli e acquerelli; ha iniziato dipingendo le fattorie ei campi della sua nativa New England. I critici, abituati alla visione romantica della Hudson River School, hanno lottato per comprendere la prospettiva di Homer. "Sig. Homer entra, come dice la frase, per un realismo perfetto ", commentò il romanziere Henry James nel 1875." Non solo non ha immaginazione, ma riesce a elevare questo negativo piuttosto rovinoso in un positivo fiorente e onorevole ". James provava poco piacere nei "recinti di assi aridi" di Homer, "cieli azzurri, calvi e abbaglianti", "molti prati deserti" o "ricci yankee lentigginosi e con i capelli lisci". Il "modo vigoroso di guardare e vedere" di Homer lo rese "un pittore quasi distinto", ammise James, ma il suo lavoro rimase "dannatamente brutto". Negli anni

La reputazione di Omero è migliorata, ma mai fino al punto di attrattiva universale. Dall'inizio degli anni Ottanta dell'Ottocento Homer lavorava in uno studio a Prout's Neck, sulla costa del Maine. Da questa base permanente rimase un vagabondo, visitando e dipingendo negli Adirondack, nei Catskills, in Virginia, in Florida, in Inghilterra, a Cuba e nelle Bahamas. Simpatico nei confronti della fragilità umana e sempre cosciente della dignità umana, Homer evitava nondimeno manifestazioni palesi di sentimento. Le persone che dipingeva: gli scolari che giocavano Scatta la frusta (1872), le donne ei bambini raggruppati in Aspettando il ritorno della flotta peschereccia (1881), il cacciatore solitario sminuito dall'ambiente circostante in Costa invernale (1890), il pescatore in attesa di morte in mare a La Corrente del Golfo (1899): sono soggetti alle inarrestabili forze del tempo e della natura.

Thomas Eakins. Se Homer era noto per la sua revisione degli spazi aperti americani, il suo contemporaneo Thomas Eakins (1844-1916) era noto per un diverso tipo di realismo. Dopo il diploma di scuola superiore, Eakins ha studiato arte e anatomia. Dopo tre anni e mezzo di perfezionamento in Europa, Eakins è tornato nella sua città natale di Filadelfia. I primi ritratti di atleti di Eakins, inclusi Max Schmitt in un unico di coppia (1871) e Giocatori di baseball che praticano (1875): esplora gli aspetti fisici e funzionali del corpo umano. Con La clinica lorda (1875) Eakins estese i suoi studi anatomici in nuove direzioni. La clinica lorda mostra un'operazione in corso: un chirurgo spiega la procedura a un pubblico di studenti di medicina, ei suoi assistenti sondano l'incisione chirurgica mentre la madre del paziente si ritrae per la paura. I critici hanno definito Eakins un macellaio; all'Esposizione del Centenario del 1876 a Filadelfia gli amministratori furono sepolti La clinica lorda nella sezione medicai (piuttosto che artistica). Il Centennial non ha segnato l'ultimo conflitto di Eakins con un istituto artistico ostile. Insegnante dal 1876 all'Accademia delle Belle Arti della Pennsylvania - e direttore della scuola dell'accademia dal 1882 - Eakins fu costretto a lasciare nel 1886 per aver insistito sul fatto che le studentesse studiassero anatomia da modelle nude.

Una tradizione alterata. Eakins ha trovato una misura di accettazione nella sua vita. In opere importanti come Crocifissione (1880) The Swimming Hole (1883) La clinica Agnew (1889), e salutato (1898), ha continuato a sondare la forma fisica e la funzione. Col tempo si è guadagnato il rispetto dei suoi coetanei. Vinse una medaglia d'oro all'Esposizione colombiana mondiale del 1893, tenne una mostra personale a Filadelfia nel 1896 e fu eletto nel 1902 alla prestigiosa National Academy of Design. All'inizio del secolo il realismo di Homer ed Eakins aveva soppiantato il romanticismo della Hudson River School. Le convenzioni artistiche hanno continuato a cambiare. Mentre il diciannovesimo secolo scivolava nel ventesimo, una cerchia di artisti sperimentali: George Inness (1825-1894), John La Farge (1835-1910), Ralph Albert Blakelock (1847-1919) e il visionario Albert Pinkham Ryder (1847- 1917), ha aiutato l'arte americana a muovere i primi passi verso le forme astratte e surreali del futuro.