Okolnichy

Grado di corte usato nella Russia pre-petrina.

Il termine okolnichy (Pl. okolnichie ) che significa "qualcuno vicino al sovrano", deriva dalla parola in giro (nelle vicinanze). Le fonti menzionano per la prima volta un okolnichy alla corte del principe di Smolensk nel 1284. Nel quattordicesimo e quindicesimo secolo, okolnichie ha agito come amministratori, giudici e comandanti militari e come testimoni durante la compilazione dei documenti legali di un principe. Quando un principe era in campagna, okolnichie gli preparava ponti, guadi e alloggio. Okolnichie di solito proveniva da famiglie d'élite locali. Entro la fine del XV secolo, il grado di okolnichy divenne parte della gerarchia del Gosudarev Dvor (Corte del sovrano), secondo dopo il grado di boiardo. A differenza dei boiardi, che di solito svolgevano il servizio militare, okolnichie svolse vari incarichi amministrativi nella prima metà del XVI secolo. Successivamente, le okolnichie hanno ceduto le loro funzioni amministrative ai segretari.

Sotto Ivan IV, la maggior parte degli okolnichie apparteneva alle famiglie boiardi che avevano lunghi legami con Mosca. Per la maggior parte dei cortigiani d'élite, ad eccezione delle famiglie principesche più illustri, il servizio come okolnichie era un prerequisito per ricevere il grado di boiardo. Il grado di okolnichy serviva anche come mezzo per integrare le famiglie di status inferiore nell'élite. Entro la fine del XVI secolo, la distinzione tra boiardi e okolnichie era basata in gran parte sull'origine genealogica e sull'anzianità di servizio. Dalla metà del XVII secolo, il numero di okolnichie aumentò a causa delle crescenti dimensioni della corte. Molti storici ritengono che tutte le okolnichie siano state ammesse al consiglio reale, la Duma di Boyar, sebbene in realtà solo pochi di loro abbiano partecipato agli incontri con lo zar.