O’hara, Charles

O'hara, charles. (1740? –1802). Generale delle guardie britanniche Coldstream. Charles O'Hara era il figlio illegittimo di James O'Hara, che era il secondo Lord Trawley e colonnello delle Guardie Coldstream. Charles O'Hara fu educato alla Westminster School, nominato cornetta dei Terzi Dragoni il 23 dicembre 1752, e il 14 gennaio 1756 entrò nel reggimento di suo padre con il grado di "tenente e capitano". Dopo il servizio in Germania e Portogallo, O'Hara fu nominato comandante dell'Africa Corps a Goree, in Senegal, il 25 luglio 1766 con il grado di tenente colonnello. L'Africa Corps era un'unità composta da criminali militari che sono stati graziati in cambio del servizio a vita in Africa. Mantenendo la sua anzianità nel Coldstream, fu nominato capitano e tenente colonnello di quel reggimento nel 1769, e fu nominato colonnello brevetto nel 1777.

Molto critico nei confronti della politica britannica nei confronti dell'America, O'Hara era favorevole a un approccio spietato che avrebbe portato la guerra ai civili. Arrivò a New York City nell'ottobre 1780 e da lì partì con la sua brigata di guardie per unirsi alle operazioni meridionali del generale Charles Cornwallis. Ha guidato il frustrante inseguimento da parte di quest'ultimo del generale americano Nathanael Greene attraverso la Carolina del Nord fino al fiume Dan, guidando il coraggioso attacco a Cowan's Ford il 1 ° febbraio 1781.

Al comando del secondo battaglione di guardie a Guilford il 15 marzo 1781, O'Hara radunò le sue truppe dopo aver ricevuto una ferita pericolosa e le condusse nuovamente in avanti per sferrare il colpo finale che spezzò la resistenza dell'esercito di Greene. Durante quell'attacco è stato ferito una seconda volta. Trasferitosi in Virginia con Cornwallis, O'Hara rappresentò gli inglesi nella resa di Yorktown e quella sera cenò con il generale George Washington. Quando fu scambiato il 9 febbraio 1782 tornò in Inghilterra come maggiore generale di nuova nomina e ricevette i più alti elogi dal Cornwallis.

Dopo aver prestato servizio in Giamaica e come comandante a Gibilterra dal 1787 al 1789, O'Hara fu nominato luogotenente governatore di Gibilterra nel 1792 e promosso tenente generale l'anno successivo. Fu catturato il 23 novembre 1793 a Fort Mulgrove, Tolone (Francia), nelle operazioni che portarono un oscuro ufficiale francese di nome Napoleone all'attenzione dei suoi superiori militari. Imprigionato in Lussemburgo, fu scambiato con Rochambeau nell'agosto 1795, nominato governatore di Gibilterra, e promosso a pieno titolo generale nel 1798. Si dimostrò un efficiente comandante di quella roccaforte durante questo periodo critico. Dopo molte sofferenze per le sue ferite morì a Gibilterra il 21 febbraio 1802.