Nott, josiah (1804-1873)

Medico, etnologo

Sfondo. Nato e cresciuto a Columbia, nella Carolina del Sud, Josiah Nott si laureò al South Carolina College nel 1824. Ha frequentato il College of Physicians and Surgeons di New York City per un anno prima di trasferirsi a Philadelphia, dove ha conseguito la laurea in medicina presso l'Università della Pennsylvania nel 1827. Nel 1829 tornò in Columbia, dove stabilì uno studio privato. Sei anni dopo si è trasferito a Mobile, in Alabama. Ha aiutato nella creazione della Mobile Medical Society nel 1841 e ha contribuito a emanare una legge che regola la pratica della medicina in Alabama. Ha servito come professore di anatomia presso l'Università della Louisiana nel 1857-1858, quindi è tornato a Mobile per aiutare a fondare il Medical College of Alabama. Nott ha preso la posizione di professore di chirurgia presso la scuola.

Guerra civile e dopo. Quando scoppiò la guerra civile, Nott si unì al dipartimento medico dell'esercito confederato come chirurgo. Durante i primi anni della guerra ha servito come direttore del Confederate General Army Hospital di Mobile; in seguito ha prestato servizio sul campo come direttore medico nello staff del Brig. Gen. Daniel Ruggles e Gen. Braxton Bragg; infine, è tornato a Mobile per svolgere altri compiti medici. Dopo la guerra si è trasferito a Baltimora e poi a New York City, dove è stato membro fondatore della New York Obstetrical Society. Nott tornò nel sud dopo che la sua salute iniziò a peggiorare, stabilendosi prima ad Aiken, nella Carolina del Sud, e poi tornando a Mobile, dove morì il 31 marzo 1873, il suo sessantanovesimo compleanno.

Scritti. Nott ha scritto prodigiosamente su molti argomenti medici e scientifici. Nel 1866 pubblicò Contributi alla chirurgia ossea e nervosa come guida didattica per i nuovi chirurghi. L'opera descrive le ferite subite dai soldati durante la Guerra Civile e offre tecniche chirurgiche per rimediarle. In "A Lecture on Animal Magnetism", consegnato a Mobile nel 1846 e pubblicato in Giornale meridionale di medicina e farmacia nello stesso anno promuove l'ipnosi per la cura delle malattie nervose.

Febbre gialla. Nott ha dedicato gran parte della sua carriera medica allo studio delle cause della febbre gialla. La città di Mobile è stata afflitta dalla malattia e le epidemie si sono verificate regolarmente. Nott perse quattro dei suoi otto figli a causa dell'epidemia di febbre gialla del 1853, sebbene il suo interesse per la malattia fosse iniziato molto prima di quel momento. La maggior parte delle persone credeva che la febbre gialla provenisse da vapori nocivi rilasciati da rifiuti vegetali e animali in decomposizione; quando sentivano parlare di focolai di febbre gialla in altre città, i residenti di Mobile pulivano i rifiuti dalle strade e dalle aree pubbliche come meglio potevano. Nott credeva che la malattia non provenisse dai gas ma da qualche tipo di insetto o altra forma di vita animale; ha menzionato la zanzara come possibile portatrice di febbre gialla. La scoperta che un particolare tipo di zanzara ha effettivamente trasmesso il virus che ha causato la malattia non sarebbe stata fatta fino all'inizio del XX secolo; nondimeno, la teoria di Nott che un organismo fosse responsabile della diffusione della febbre gialla era più vicina alla verità di quanto lo fossero le credenze della maggior parte dei medici della metà del diciannovesimo secolo.

Teoria razziale. Negli anni 1840 Nott iniziò a esprimere pubblicamente le sue idee etnologiche. I suoi scritti sull'argomento derivavano dal suo desiderio di giustificare la schiavitù, ma rivelavano anche un interesse scientifico per l'argomento. Come molti meridionali, settentrionali ed europei, Nott credeva che le razze bianche e nere fossero ineguali. Mentre questa teoria causava poche controversie tra i bianchi americani, la logica di Nott per la convinzione era un'altra questione: dal momento della creazione, sosteneva Nott, i neri erano esistiti come specie separata e inferiore. L'affermazione di Nott ha messo in discussione il racconto biblico della creazione e ha suscitato opposizione nella comunità religiosa. Verso la fine degli anni 1840 il dibattito su razze umane separate aveva raggiunto il culmine nella scienza americana, con Nott una delle figure di spicco. Nel 1854 Nott e l'etnologo britannico George R. Gliddon pubblicarono Tipi di umanità, che ha ulteriormente elaborato la teoria delle creazioni multiple e delle specie umane separate. La pubblicazione etnologica più importante di Nott, il lavoro era la spiegazione scientifica standard delle origini delle razze fino a quando le teorie di Darwin non furono ampiamente accettate. Nel 1857 Nott e Gliddon pubblicarono un sequel, Razze indigene, ma non ha attirato l'attenzione del loro primo libro.

Fonte

Reginald Horsman, Josiah Nott of'Mobile: Southerner, Physician, and Racial Theorist (Baton Rouge e Londra: Louisiana State University Press, 1987).