Norfolk, john mowbray, 3 ° duca di

Norfolk, John Mowbray, 3 ° duca di (1415–61). Dopo aver raggiunto la maggiore età nel 1436, Norfolk ebbe una breve carriera nel servizio pubblico, nel sollievo di Calais dall'assedio, come guardiano della marcia orientale e come ambasciatore nei negoziati anglo-francesi. Tuttavia, si lasciò coinvolgere nelle attività illegali del suo steward Sir Robert Wingfield, che portò alla loro detenzione nella Torre di Londra nel 1440. Successivamente Norfolk litigò con Wingfield, assalì la sua casa con il cannone, e di conseguenza tornò al Torre nel 1448. La sua ambizione di dominare la contea di Norfolk fu frustrata dalla più potente "buona signoria" di William de la Pole, duca di Suffolk. Dopo la caduta di Suffolk, Norfolk si aspettava di avere mano libera. Unì le forze con Riccardo di York nelle manifestazioni contro la nuova cricca di corte nel 1450. Ciò lo costrinse, tuttavia, a licenziare i suoi stessi consiglieri che favorivano York, un'epurazione che diede origine all'anarchia riportata nelle lettere di Paston per il 1453, dopo di che Norfolk di nuovo virò verso York a metà. La prima battaglia di St Albans era stata combattuta prima del suo arrivo. Acconsentì alla partecipazione di York nel 1459, ma si unì a lui dopo la battaglia di Northampton. Fuggì a Londra dalla sconfitta dello York a St Albans nel 1461, era nella giunta che riconobbe Edoardo IV come re e combatté per la sua vittoria a Towton. La sua ultima impresa militare fu il sequestro del castello di Caister da parte di John Paston. L'interesse principale di Norfolk rimase il suo ingrandimento regionale; era inaffidabile sia come alleato politico che come nobile protettore.

RL Storey