Nixon, edgar daniel

Luglio 12, 1899
Febbraio 25, 1987

Il leader dei diritti civili Edgar Daniel Nixon è nato a Robinson Springs, vicino a Montgomery, in Alabama, figlio di Wesley e Susan (Chappell) Nixon. Wesley Nixon era un fittavolo e, negli anni successivi, un predicatore primitivo battista. Susan Nixon morì quando suo figlio aveva nove anni, e il ragazzo fu allevato a Montgomery da sua zia paterna, Winnie Bates, una lavandaia. Ricevette solo l'istruzione più rudimentale ea tredici anni iniziò a lavorare a tempo pieno, inizialmente in un impianto di confezionamento della carne, poi nel personale di costruzione e nel 1918 come addetto ai bagagli alla stazione ferroviaria di Montgomery. Grazie alle amicizie che fece in questo lavoro, riuscì nel 1923 a ottenere un impiego come facchino di Pullman, incarico che mantenne fino al suo pensionamento nel 1964.

Esposto dal suo lavoro al mondo al di là di Montgomery, Nixon divenne sempre più ostile alla segregazione razziale. Divenne un entusiasta sostenitore degli sforzi di A. Philip Randolph (1889–1979) alla fine degli anni '1920 e all'inizio degli anni '1930 per sindacalizzare i facchini Pullman, e nel 1938 accettò la presidenza del locale di Montgomery del nuovo sindacato. Nel 1943 organizzò l'Alabama Voters League per premere per la registrazione dei neri di Montgomery come elettori, e sebbene la campagna avesse provocato un vigoroso contrattacco bianco, Nixon stesso ottenne la registrazione nel 1945.

La comunità nera di Montgomery era nettamente divisa tra i professionisti della classe media che risiedevano vicino al campus dell'Alabama State College for Negroes ei neri della classe operaia che vivevano nei quartieri occidentali della città. Quando il ramo di Montgomery della National Association for the Advancement of Colored People (NAACP), dominato dai professionisti dell'Alabama State College, non è riuscito a sostenere attivamente la campagna di registrazione degli elettori di Nixon, Nixon ha iniziato a organizzare i neri più poveri del Montgomery occidentale nel tentativo di prendere il sopravvento il ramo. In una serie di campagne aspre, fu sconfitto per la carica di presidente di ramo nel 1944, eletto nel 1945 e rieletto nel 1946.

Nel 1947 Nixon fu eletto presidente dello stato della NAACP, sconfiggendo l'incumbent, l'editore del quotidiano di Birmingham Emory O. Jackson. Ma i funzionari nazionali della NAACP, ostili alla sua mancanza di istruzione, organizzarono nel 1949 la sua sconfitta per la rielezione alla carica di stato, e nel 1950 fu anche estromesso dalla guida del ramo di Montgomery. Nel 1952, tuttavia, vinse l'elezione a presidente del capitolo di Montgomery della Progressive Democratic Association, la voce dei democratici neri dell'Alabama. E nel 1954 creò un grande scalpore in città diventando un candidato a rappresentare il suo distretto nel Comitato esecutivo democratico della contea. Sebbene la sua offerta non abbia avuto successo, è stato il primo nero a cercare una carica pubblica a Montgomery nel ventesimo secolo.

Durante i suoi anni con la NAACP, Nixon era diventato un intimo amico di Rosa L. Parks (nata nel 1913), la segretaria di filiale. Quando Parks fu arrestata il 1 ° dicembre 1955, per una violazione dell'ordinanza sulla segregazione degli autobus della città, chiamò Nixon per assistenza. Dopo averla tirata fuori di prigione, Nixon ha iniziato a chiamare altri leader neri per suggerire un boicottaggio degli autobus il giorno del processo di Parks, il 5 dicembre, per dimostrarle sostegno. L'idea, di cui i leader neri avevano discusso spesso in passato, è stata accolta con entusiasmo da molti. Il Consiglio politico delle donne nere iniziò a far circolare volantini che sollecitavano l'azione, ei ministri neri lo sostenevano dai loro pulpiti. Il boicottaggio del 5 dicembre si è rivelato così efficace che i leader neri hanno deciso di estenderlo fino a quando la città e la compagnia di autobus non hanno accettato di adottare un modello di segregazione degli autobus che non avrebbe richiesto il dislocamento dei passeggeri che erano già seduti. La Montgomery Improvement Association è stata costituita per gestire il boicottaggio e Nixon è stato scelto come tesoriere dell'organizzazione.

Nixon, tuttavia, divenne sempre più insoddisfatto del presidente dell'associazione, il reverendo Martin Luther King Jr. Associò King con i professionisti dell'Alabama State College e sentiva che la crescente fama di King stava privando la massa dei neri più poveri rappresentati da Nixon, e Nixon stesso, del merito del successo del boicottaggio. Dopo che King si trasferì ad Atlanta nel 1960 e il reverendo Ralph D. Abernathy lo seguì nel 1961, Nixon si impegnò in una lunga lotta con Rufus A. Lewis, la figura più importante tra i suoi rivali nella comunità borghese dell'Alabama State College, per la leadership dei neri di Montgomery. La lotta culminò nelle elezioni presidenziali statunitensi del 1968, quando Nixon e Lewis fecero parte di liste alternative di elettori presidenziali, entrambi promessi al candidato democratico Hubert H. Humphrey. La lista degli elettori di Lewis sconfisse facilmente la lista di Nixon a Montgomery. Nixon da allora in poi scivolò in un'oscurità amareggiata. Ha accettato un lavoro nell'organizzazione di attività ricreative per i giovani in uno dei progetti di edilizia popolare più poveri della città, una posizione che ha ricoperto fino a poco prima della sua morte nel 1987.

Guarda anche Abernathy, Ralph David; Brotherhood of Sleeping Car Porters; Martin Luther, Jr .; Montgomery Improvement Association; Montgomery, Alabama, Boicottaggio degli autobus; National Association for the Advancement of Colored People (NAACP); Parchi, Rosa

Bibliografia

Garrow, David J. Portare la croce: Martin Luther King, Jr. e la Southern Christian Leadership Conference. New York: William Morrow, 1986.

Thornton, J. Mills, III. "Sfida e risposta nel boicottaggio degli autobus di Montgomery del 1955-1956". Alabama Review 33 (1980): 163-235.

j. mills thornton iii (1996)