Nessuna chiesa deve essere applicata

Cartone animato

Di: Thomas Nast

Data: 8 Maggio 1875

Fonte: Nast, Thomas. "Nessuna chiesa ha bisogno di fare domanda". Harper's Weekly (8 maggio 1875). Fornito per gentile concessione di HarpWeek.

Informazioni sull'illustratore: Thomas Nast (1840-1902) è stato il più famoso fumettista politico americano del diciannovesimo secolo. La maggior parte del lavoro di Nast è apparso in Harper's Weekly tra il 1859 e il 1896, le sue invenzioni più note includono lo zio Sam con il pizzetto, l'elefante repubblicano, l'asino democratico e l'aspetto allegro del moderno Babbo Natale americano.

Introduzione

Questa vignetta di Nast fu pubblicata nel 1875 sulla rivista Harper's Weekly. Nast ha pubblicato cartoni animati durante il periodo della guerra civile americana e il periodo immediatamente successivo. Nast era diventato estremamente popolare alla fine degli anni 1860 ed era l'unico collaboratore di chi Harper si vantava ripetutamente nelle sue colonne editoriali.

Questa vignetta, che originariamente occupava un'intera pagina della rivista, mostra una caricatura di Papa Pio IX (1792-1878) che trasporta una cappelliera piena di "Cappelli, berretti e abiti da Roma" e fasci di documenti recanti leggende come "Il potere ecclesiastico è Superiore al civile "e" Sono infallibile, quindi devo governare ". La mitra della figura combina "Scuola", "Stato" e "Chiesa" in un'unica struttura, una minaccia implicita alle libertà americane. Una figura soprannominata Little Jonathan, in piedi davanti alla porta di una "Common Public School", dice che "Miss Columbia", essendo Columbia una figura femminile che simboleggia gli Stati Uniti, quasi interamente sostituita oggi dall'immagine dello Zio Sam che è stata resa popolare per la prima volta da Nast lui stesso - "non proverà a insegnare, poiché si è dimostrato così dannoso nella scuola di Dame Europa, che i nostri figli adottivi che l'hanno lasciata non si preoccupano di imparare di nuovo con quel sistema". "Oh, vipere senza Dio, infedeli", risponde il Papa, "mi vendicherò di voi, perché conservo le chiavi del Cielo!"

Il succo della vignetta è che il sistema scolastico pubblico americano è minacciato da un attacco settario da parte dei cattolici romani, che presumibilmente devono, secondo uno dei documenti nel fumetto, "Prima fedeltà al Papa di Roma".

Il sentimento anticattolico era alto nell'America della fine del diciannovesimo secolo nella maggioranza della popolazione protestante. A causa dell'immigrazione da paesi europei a maggioranza cattolica come l'Irlanda, il numero di cattolici negli Stati Uniti era aumentato notevolmente nel 1870, quando questa vignetta fu pubblicata. Nel 1789 meno dell'uno per cento degli americani erano cattolici; nel 1891, circa il sedici per cento degli americani erano cattolici. In alcune aree urbane erano la maggioranza. I cattolici fondarono scuole cattoliche in queste aree e cercarono finanziamenti pubblici per loro, sforzi incontrati dal contraccolpo nativista e protestante come esemplificato da questa vignetta di Nast.

Fonte primaria

Nessuna chiesa deve essere applicata

Andate a immagine di origine primaria.

Significato

Il primo emendamento della Costituzione degli Stati Uniti (1791) afferma che "il Congresso non deve emanare leggi che rispettino un'istituzione religiosa". Tuttavia, fino all'inizio del ventesimo secolo, quando la Corte Suprema ha stabilito per la prima volta che il Quattordicesimo Emendamento (1868) estende il Primo Emendamento ai singoli stati, era normale che le scuole pubbliche - finanziate dagli Stati, non dal governo federale - offrissero istruzione religiosa. nella classe. La lettura della Bibbia, il canto di inni e l'istruzione nella dottrina protestante generica erano la regola piuttosto che l'eccezione negli anni '1870 dell'Ottocento. L'obiezione di Nast e di altri alle osservanze religiose "settarie" nelle scuole pubbliche si riferiva quindi solo alle osservanze cattoliche romane, non alla presenza del cristianesimo in quanto tale in classe; Le osservanze religiose protestanti erano considerate normali, non "settarie".

Il clamore per la presunta minaccia cattolica alla libertà americana è stato intenso, a livello nazionale, e ha avuto ripercussioni legali che si fanno sentire ancora oggi. Alla fine del 1875, alcuni mesi dopo la pubblicazione di questa vignetta, un membro del Congresso repubblicano di nome James G. Blaine (1830-1893) propose un emendamento alla Costituzione degli Stati Uniti, generalmente noto come Emendamento Blaine, stabilendo che "nessun denaro raccolto dalle tasse in alcun stato per il sostegno delle scuole pubbliche ... sarà mai sotto il controllo di qualsiasi setta religiosa ... "Nel 1876, l'emendamento Blaine fu approvato in modo schiacciante alla Camera dei Rappresentanti (180-7) ma cadde a soli quattro voti dalla ratifica al Senato . I sostenitori dell'emendamento hanno quindi portato la loro battaglia negli stati, e sono riusciti ad allegare gli "emendamenti Blaine" alle costituzioni di trentasette stati degli Stati Uniti, dove rimangono ancora.

Per circa un secolo, nella maggior parte degli stati americani, gli emendamenti Blaine hanno risolto la questione se il denaro pubblico potesse essere utilizzato per finanziare la scuola religiosa. Alla fine del ventesimo secolo, tuttavia, il concetto di programmi di buoni scolastici divenne prominente. I voucher scolastici sono certificati con un valore in contanti fisso che i genitori o i tutori dei bambini vengono emessi dagli stati e che possono utilizzare per pagare le tasse scolastiche in qualsiasi scuola di loro scelta, inclusa una scuola religiosa. Gli emendamenti Blaine ostacolano direttamente l'utilizzo dei fondi pubblici in questo modo. Negli ultimi anni sono state lanciate numerose sfide legali ai programmi di voucher e agli emendamenti Blaine. Nel 2002, la Corte Suprema degli Stati Uniti ha confermato un programma di buoni del Colorado in Zelman contro Simmons-Harris. Tuttavia, nel 2006 la Corte Suprema della Florida ha annullato il programma di buoni della Florida.

Oggi, numerosi casi giudiziari hanno stabilito che qualsiasi forma di osservanza religiosa nell'aula della scuola pubblica, inclusa la preghiera, i momenti di silenzio, la lettura della Bibbia, la pubblicazione di testi religiosi o l'introduzione di atti antievoluzionari, I materiali di Intelligent Design, sono vietati dalla clausola costitutiva del Primo Emendamento ("Il Congresso non farà alcuna legge che rispetti un'istituzione di religione"). Tuttavia, la questione se il denaro pubblico possa essere utilizzato per finanziare scuole religiose, come attraverso sistemi di voucher o programmi di autobus, rimane legalmente instabile, con alcune decisioni dei tribunali che confermano i voucher e altri che li negano. Le leggi che risalgono direttamente al periodo di questa vignetta di Thomas Nast vengono oggi vigorosamente contestate e difese nei tribunali statunitensi. Anche la questione più ampia del ruolo della religione nella vita pubblica e politica rimane controversa.

Ulteriori risorse

Libri

Perry, Michael J. Sotto Dio ?: Fede Religiosa e Democrazia Liberale. New York: Cambridge University Press, 2003.

Periodici

Giustizia, Benjamin. "Thomas Nast e la scuola pubblica degli anni 1870". Storia dell'educazione trimestrale 45, 2 (estate 2005): 171-206.

McAfee, Ward M. "Il contesto storico del fallito emendamento federale Blaine del 1876". Revisione della legge sul primo emendamento 2 (2003): 1-22.

Siti Web

CNN.com. "La Corte suprema afferma il programma di voucher scolastici". 27 giugno 2002. 〈Http://archives.cnn.com/2002/LAW/06/27/scotus.school.vouchers/index.html〉 (visitato il 4 maggio 2006).

National Public Radio. "La corte butta fuori il programma di voucher per la scuola della Florida". 16 gennaio 2006. 〈Http://www.npr.org/templates/story/story.php?storyId=5159138〉 (visitato il 4 maggio 2006).

The Pew Forum on Religion and Public Life. "School Voucher Supporters Go After" Blaine Amendments. "5 febbraio 2003. 〈http://pewforum.org/news/display.php?NewsID=1976〉 (visitato il 4 maggio 2006).