Nell, william cooper

20 Dicembre ,1816
25 Maggio 1874

Lo storico e abolizionista William Cooper Nell è nato a Boston e si è laureato con lode presso la scuola africana della città. Tuttavia, nonostante i suoi successi, Nell fu escluso a causa del colore dalle cerimonie cittadine in onore di studiosi eccezionali. Quell'incidente lo ispirò a guidare una campagna per integrare le scuole di Boston durante gli anni 1840 e all'inizio degli anni 1850. Ha anche sostenuto la parità di accesso alle ferrovie, ai teatri e al servizio della milizia. Nell si unì al nascente movimento antischiavista nel 1831 e divenne uno dei più stretti e fedeli associati afroamericani dell'abolizionista William Lloyd Garrison. Negli anni successivi Nell si mantenne lavorando come copista legale.

All'inizio degli anni 1840, Nell iniziò una lunga affiliazione con Garrison's Liberatore, scrivendo articoli, supervisionando il Negro Employment Office del giornale, corrispondendo con altri abolizionisti e rappresentando Garrison in varie funzioni antischiavista. Nell si trasferì a Rochester alla fine del 1840, dove divenne l'editore del giornale di Frederick Douglass, il North Star (1847). Nel 1850 era tornato a Boston, dove correva senza successo per la legislatura del Massachusetts con il biglietto del Free Soil Party. In quel periodo lavorava anche alla Underground Railroad. Quando scoppiò il conflitto tra Douglass e Garrison dopo il 1851, Nell alla fine si schierò con Garrison, sebbene la sua posizione politica fosse probabilmente da qualche parte nel mezzo.

Nell credeva che la storia afroamericana potesse essere uno strumento utile per stimolare l'orgoglio razziale e portare avanti la lotta contro la schiavitù e il pregiudizio razziale. Ha scritto due opere storiche pionieristiche, l'opuscolo I servizi degli americani di colore nelle guerre del 1776 e del 1812 (1851) e il libro Patrioti colorati della rivoluzione americana (1855). La sua attenta cultura e l'uso innovativo delle fonti orali hanno contribuito in modo importante agli sviluppi della storiografia afroamericana. A partire dal 1858, per protestare contro il 1857 Dred Scott decisione, Nell iniziò a organizzare le celebrazioni annuali del Crispus Attucks Day a Boston per commemorare i contributi afroamericani alla rivoluzione americana e per giustificare le rivendicazioni dei neri alla piena cittadinanza. Nel 1861 fu nominato impiegato postale a Boston, diventando probabilmente il primo afroamericano nominato a una posizione in un'agenzia federale. Ha ricoperto questo incarico fino alla sua morte, per "paralisi del cervello", nel 1874.

Guarda anche ; ; Douglass, Frederick; Ferrovia sotterranea

Bibliografia

Browne, Patrick TJ "'Per difendere il signor Garrison': William Cooper Nell e la politica personale dell'antislavismo". New England Quarterly 70 (1997): 415-442.

Smith, Robert P. "William Cooper Nell: Crusading Black Abolitionist". Journal of Negro History 55 (1970): 182-199.

Wesley, Dorothy Porter. "Integrazione contro separatismo: il ruolo di William Cooper Nell nella lotta per l'uguaglianza". In Coraggio e coscienza: abolizionisti bianchi e neri a Boston, a cura di Donald M. Jacobs, pagg. 207–224. Bloomington: Indiana University Press, 1993.

roy e. finkenbine (1996)
Bibliografia aggiornata