Nastri a otto tracce

Quando il nastro a otto tracce e il riproduttore di cassette furono introdotti nel 1965, sembrava che fosse stato raggiunto un punto più alto nella lussuosa tecnologia moderna. Non più limitati alle scelte casuali di una stazione radio, adolescenti e adulti alla moda potevano portare con sé i nastri dei loro artisti di registrazione preferiti al parco o in spiaggia. Meglio ancora, potevano scegliere quali brani ascoltare mentre guidavano in macchina. È forse una delle ironie più comuni della cultura popolare che il trionfo più moderno di un decennio possa, come il nastro a otto tracce, diventare la vecchia notizia del decennio successivo.

Il nastro a otto tracce è stato inventato da William Powell Lear (1902-1978), famoso per lo sviluppo del Learjet, un piccolo velivolo apprezzato da aziende e viaggiatori d'affari. Lear ha sviluppato un processo per dividere il nastro magnetico di registrazione in otto canali o tracce. Ciò ha aumentato il tempo di registrazione, senza danneggiare la qualità del suono, e ha consentito di avvolgere un ciclo continuo di nastro in una cartuccia portatile.

Lear non era solo un bravo ingegnere, era anche un marketer creativo. Ha concluso un accordo con la Ford Motor Company. Nel 1966, un registratore a otto tracce installato in fabbrica divenne un'opzione sulle nuove auto Ford. Tutti sembravano desiderare la nuova tecnologia. Nel 1966 furono venduti sessantacinquemila lettori a otto tracce. Nel 1967, Chrysler e General Motors (vedi voce sotto 1900 - The Way We Lived nel volume 1) offrivano anche ai loro clienti lettori a otto tracce. Portare la musica con sé divenne parte della cultura della guida americana.

Gli anni di punta delle otto tracce furono dal 1967 al 1975. Quindi, i miglioramenti nella qualità del nastro delle cassette più piccole e la diminuzione della qualità nelle otto tracce portarono i consumatori ad allontanarsi dal nastro a otto tracce. A metà degli anni '1980, i nastri a otto tracce non venivano più prodotti o venduti e stavano rapidamente diventando uno scherzo sulla cultura degli anni '1970 obsoleta, insieme a pantaloni a zampa d'elefante (vedi voce sotto gli anni '1960 - Moda nel volume 4) e acconciature afro giganti. Esistono tuttavia alcune eccezioni a questo atteggiamento. Alcuni musica country (vedi la voce sotto gli anni '1940 - Musica nel volume 3) le etichette pubblicano ancora album su otto tracce per attirare i camionisti che hanno ancora musicisti a otto tracce nei loro camion. Qualcosa di nuovo rock alternativo (vedi voce sotto 1990 - Musica nel volume 5) le band pubblicano album della loro musica su nastri fatti in casa a otto tracce.

—Tina Gianoulis

Per maggiori informazioni

Greenberg, Corey. "Melancholy and the Infinite Loop: Eight-Track Tape and Music Enjoyment." audio (Vol. 81, n. 5, maggio 1997): pp. 40–42.

Kirkeby, Marc. "Otto tracce in corso ma non del tutto finite." rotolamentopietra (16 ottobre 1980): p. 36.

8-Track Heaven.http://www.8trackheaven.com (visitato il 15 marzo 2002).