Mulzac, hugh

26 Marzo 1886
31 Gennaio 1971

Hugh Mulzac, un marinaio, nacque il 26 marzo 1886 a Union Island, una delle piccole isole del multistato di St. Vincent e Grenadine. Dopo aver completato l'istruzione secondaria nella capitale, Kingstown, fu attirato in mare. Ciò non sorprende poiché nelle piccole isole delle Grenadine il mare è sempre stato una parte centrale della propria coscienza infantile. Inoltre suo padre era passato dalla coltivazione del cotone a occuparsi della costruzione di navi e della caccia alle balene. Iniziò navigando le isole dei Caraibi orientali su una nave capitanata da suo fratello prima di decidere di fare volontariato come marinaio su una nave comandata da un norvegese, figlio di un missionario.

Iniziò così una carriera che lo trovò a lavorare su una varietà di navi in ​​Inghilterra e in Europa prima di trasferirsi in America nel 1911. Si fece strada tra i ranghi mentre allo stesso tempo si istruiva presso la Swansea Nautical School in Galles, e in seguito ottenne un licenza di master negli Stati Uniti con un punteggio perfetto. Mulzac ha tenuto due diplomi e documenti di capitano per una ventina d'anni prima che gli venisse assegnata la sua nave e si guadagnasse il primato di essere il primo nero a comandare una nave mercantile americana. Quella nave era la Booker T. Washington, dal nome del famoso nero americano che ha fondato il Tuskegee Institute. Il lancio di Booker T. è stata un'occasione molto celebrata che ha evidenziato un'esibizione della famosa contralto nera, Marion Anderson.

Il successo di Mulzac è arrivato dopo una lunga lotta contro la discriminazione razziale. Nonostante le sue qualifiche e la sua esperienza, per un lungo periodo è stato in grado di ricevere solo lavoro come steward e capo cuoco. Quando viene dato il comando di Booker T. Washington nel 1942, l'intenzione era di affidargli quella che sarebbe stata una nave Jim Crow. Ha rifiutato e ha chiesto un equipaggio integrato, che alla fine ha ottenuto. Sotto Mulzac il Booker T. Washington divenne una nave modello con riunioni sindacali, attività educative e raccolte di fondi per una varietà di cause tenute a bordo.

Nonostante il suo servizio bellico, Mulzac è stato inserito nella lista nera durante l'era McCarthy per la sua appartenenza a numerose organizzazioni, tra cui il Council for West Indian Federation. Fu chiamato davanti a un comitato della Camera e interrogato sulle sue convinzioni politiche e sulle sue associazioni. Era stato coinvolto con la Universal Negro Improvement Association di Marcus Garvey e in realtà comandava il Yarmouth, una delle navi della Black Star Line di Garvey fino al crollo di quell'impresa. Si è coinvolto in altri movimenti panafricani e ha tentato senza successo di ottenere una carica politica a livello di distretto come membro del Partito laburista americano.

Dopo il ritiro dal servizio attivo nella Marina mercantile e ancora soggetto al razzismo, è tornato a St. Vincent. Morì durante una breve visita negli Stati Uniti all'età di ottantaquattro anni. Hugh Mulzac fa parte di un gruppo selezionato in programma per lo status di eroe nazionale nel paese in cui è nato. Finora ha avuto una delle navi della Guardia Costiera del paese, la Hugh Mulzac, dal nome di lui.

Guarda anche Panafricanismo; Universal Negro Improvement Association

Bibliografia

Islander (Dicembre-febbraio 1973).

Mulzac, Hugh. Una stella da tenere d'occhio. New York: editori internazionali, 1963.

New York Times (1 febbraio 1971).

Giornale Times (Giugno 17, 1919).

Vincenziana (6 febbraio 1971).

Adrian Fraser (2005)