Muhlenberg, John Peter Gabriel

Muhlenberg, john peter gabriel. (1746-1807). Ecclesiastico luterano, generale continentale, politico. Pennsylvania e Virginia. Nato il 1 ° ottobre 1746 a Trappe, Pennsylvania, Muhlenberg fu inviato da suo padre, un missionario luterano, a Halle, in Germania, all'età di sedici anni per essere istruito. Si sperava che diventasse ministro. Invece, è stato apprendista da un droghiere a Lubecca. Dopo tre anni di miseria, Muhlenberg scappò e nel 1766 si unì al 60th Foot ("Royal Americans"). Come segretario di uno degli ufficiali del reggimento, si recò a Filadelfia e fu dimesso nel 1767. Studiò teologia e divenne assistente di suo padre.

Nel 1772 si trasferì a Woodstock, in Virginia, per essere pastore della grande colonia di immigrati tedeschi nella Shenandoah Valley. Nello stesso anno andò in Inghilterra e il 23 aprile 1772 fu ordinato dal vescovo di Londra. Tornato nella Shenandoah Valley, emerse presto come leader della sua comunità, essendo eletto alla House of Burgesses nel 1774. Divenne associato alla causa Patriot e fu eletto presidente del Comitato di corrispondenza e sicurezza della contea di Dunmore. Nel marzo 1775 divenne membro della Virginia Convention e il 12 gennaio 1776 accettò la loro nomina a colonnello della milizia incaricato di formare un reggimento. Ha predicato un famoso sermone finale a Woodstock. "C'è un tempo per tutte le cose", ha detto, prendendo il suo testo da Ecclesiaste 3: 1, "un tempo per predicare e un tempo per pregare; ma c'è anche un tempo per combattere, e quel tempo è arrivato". A questo punto si suppone che abbia gettato da parte le sue vesti per rivelare la sua uniforme da milizia, ha ordinato ai tamburi di suonare per le reclute e ha arruolato la maggior parte dei maschi adulti della sua congregazione nell'Ottava Virginia, che era meglio conosciuta come "reggimento tedesco". In marcia verso sud, il reggimento aiutò a respingere la spedizione a Charleston del generale Henry Clinton nel 1776. Successivamente, continuarono in Georgia, dove la malattia alla fine costrinse l'unità a tornare in Virginia.

Muhlenberg fu nominato generale di brigata il 21 febbraio 1777 e la sua brigata vide l'azione come parte della divisione del generale Nathanael Greene nella battaglia del fiume Brandywine, l'11 settembre 1777. A Germantown, il 4 ottobre 1777, "il Parson-General", come era noto, guidò la sua brigata in una profonda penetrazione della linea nemica, e poi combatté per tornare indietro mentre forze nemiche superiori cercavano di tagliarlo fuori.

Dopo l'inverno a Valley Forge, Muhlenberg, William Woodford e George Weedon si dedicarono al passatempo patriota di combattere per il primato di rango. A Monmouth, il 28 giugno 1778, Muhlenberg comandò la seconda linea dell'ala destra di Greene, che non fu impegnata fino alla fase finale della battaglia. Successivamente, nel 1778, Muhlenberg fu assegnato alla divisione di Israel Putnam sul fiume Hudson, e comandò la divisione durante l'inverno mentre Putnam era assente. Dopo i quartieri invernali a Middlebrook, Muhlenberg comandò una riserva di 300 uomini durante l'assalto di Anthony Wayne a Stony Point il 16 luglio 1779. A dicembre fu inviato dal generale George Washington a prendere il comando in Virginia, ma era marzo 1780 prima di raggiungere Richmond. Durante questo ritardo, causato dalle nevi dell'eccezionale inverno, Friedrich Steuben ricevette il comando principale in Virginia e Muhlenberg divenne il suo secondo. Fu coinvolto nel tentativo fallito di impedire a William Phillips e Benedict Arnold di distruggere rifornimenti a Pietroburgo il 25 aprile 1781. Lui e Weedon lavorarono quindi per assemblare le unità della milizia della Virginia e continuarono a comandare le truppe sulla riva sud del fiume James. Nelle operazioni finali contro il generale Charles Cornwallis, Muhlenberg comandò una brigata nella divisione di fanteria leggera guidata dal marchese de Lafayette e di nuovo nell'assalto al Redoubt Number Ten durante la campagna di Yorktown.

Brevettato generale maggiore il 30 settembre 1783, Muhlenberg si ritirò il 3 novembre, stabilì i suoi affari a Woodstock e si trasferì a Filadelfia. Tra i tedeschi della Pennsylvania, ora era un eroe secondo solo a Washington, e una carriera politica gli stava davanti. Nel 1784 fu eletto al Consiglio Esecutivo Supremo della Pennsylvania, e durante il periodo 1785-1788 fu vicepresidente dello stato sotto Benjamin Franklin. Fu influente nella rapida adozione della Costituzione nello stato, e sia lui che suo fratello, Frederick, furono eletti rappresentanti al primo Congresso. Sconfitto per la rielezione, tornò al Congresso nel 1793-1795 e 1799-1801. Il 18 febbraio 1801 fu eletto senatore, ma si dimise un mese dopo per diventare supervisore delle entrate a Philadelphia. Dal 1802 fino alla sua morte, cinque anni dopo, fu esattore di dogane in città. Morì nella sua casa di Gray's Ferry, in Pennsylvania, il 1 ° ottobre 1807.