Movimento per i diritti degli animali

Il movimento per i diritti degli animali mira ad aumentare la qualità della vita degli animali prevenendo la crudeltà verso gli animali o l'uccisione di animali tranne che per prevenire la loro stessa sofferenza. Il movimento in America affonda le sue radici ai primi coloni. I puritani della colonia della baia del Massachusetts hanno promulgato le prime leggi sulla protezione degli animali nel mondo occidentale quando includevano due disposizioni che proibivano la crudeltà verso gli animali nel Corpo di libertà del 1641 della colonia. Lo Stato di New York ha approvato una legge sulla protezione degli animali nel 1829, con il Massachusetts che ha approvato una legge simile sette anni dopo.

Nonostante queste misure, è stato solo dopo la guerra civile che i diritti degli animali sono diventati una questione pubblica importante. Henry Bergh organizzò l'American Society for the Prevention of Cruelty to Animals nel 1866. Erede di una fortuna nella cantieristica navale, Bergh divenne un difensore dei cavalli da carrozza maltrattati a New York City. Ha anche perseguito macellai, carrettieri, conducenti di carrozze e organizzatori di combattimenti tra cani e galli. Gli sforzi di Bergh hanno ottenuto il sostegno di influenti leader economici e governativi e hanno ispirato George Angell a formare la Massachusetts Society for the Prevention of Cruelty to Animals e Caroline Earle White ad avviare l'American Anti-Vivisection Society. Il primo movimento per i diritti degli animali incontrò una forte resistenza alla sua opposizione all'uso di cani, gatti e altri animali per esperimenti medici, ma su altre questioni, i sostenitori dei diritti degli animali si trovarono in un'alleanza di successo con gli ambientalisti, che vedevano gli animali come una risorsa che doveva essere gestiti in modo che rimanessero in abbondanza.

Nel 1907, ogni stato disponeva di uno statuto anticrudeltà e nel corso del ventesimo secolo i governi statali emanarono ulteriori leggi che proibivano pratiche specifiche. Il Congresso approvò l'Animal Welfare Act nel 1966. Tuttavia, l'uso di animali nei laboratori medici, negli allevamenti intensivi e per altri scopi commerciali aumentò, perché i giudici vedevano nel divieto di infliggere dolore "ingiustificato" uno sforzo per proteggere la morale umana, non animali, e generalmente non ha riscontrato violazioni della legge laddove lo scopo dell'attività fosse quello di avvantaggiare gli esseri umani.

Il sostegno al movimento per i diritti degli animali si è moltiplicato nell'ultimo quarto del ventesimo secolo. Negli anni '1970, attiviste per i diritti civili, femministe, ambientaliste e contro la guerra hanno rivolto la loro attenzione ai diritti degli animali. Tre incidenti molto pubblicizzati hanno trasformato i diritti degli animali in un movimento nazionale di base: (1) proteste organizzate da Henry Spira contro il Museo Americano di Storia Naturale di New York City per i suoi esperimenti sui gatti; (2) l'arresto e la condanna del Dr. Edward Taub nel 1981 per pratiche abusive su scimmie presso l'Istituto finanziato dal governo per la ricerca comportamentale; e (3) l'uscita nel 1984 del documentario dell'Animal Liberation Front Trambusto inutile, che mostrava i babbuini dell'Università della Pennsylvania che venivano colpiti alla testa per esperimenti sul trauma. Nel 1990 si stima che da 30,000 a 40,000 persone abbiano preso parte alla Marcia per gli animali a Washington, DC Entro la metà degli anni '1990 c'erano centinaia di organizzazioni per i diritti degli animali locali, regionali e nazionali, come il People for Ethical Treatment of Animals e il National Anti-Vivisection Society - che si è dedicata a una varietà di questioni relative ai diritti degli animali, tra cui il trattamento etico degli animali nei laboratori, la protezione delle specie in via di estinzione, il trattamento umano degli animali da fattoria, le campagne contro l'uccisione degli animali per le loro pellicce, la prevenzione della sovrappopolazione di animali domestici e garantire i diritti di "personalità" giuridica per specie animali selezionate.

Bibliografia

Finsen, Lawrence e Susan Finsen. Il movimento per i diritti degli animali in America: dalla compassione al rispetto. New York: Twayne, 1994.

Prezzo, Jennifer. "Quando le donne erano donne, gli uomini erano uomini e gli uccelli erano cappelli". In Mappe di volo: avventure con la natura nell'America moderna. New York: Basic Books, 1999.

Turner, James. Reckoning with the Beast: Animals, Pain, and Humanity in the Victorian Mind. Baltimora: Johns Hopkins University Press, 1980.

Saggio, Steven M. Rattling the Cage: Toward Legal Rights for Animals. Cambridge, Mass .: Perseus Books, 2000.

ErikBruun/cp