Movimento di scambio della donna

Movimento di scambio della donna. Iniziato nel 1832, il movimento Woman's Exchange è uno dei più antichi movimenti di beneficenza ininterrotti del paese. Con quasi un centinaio negli Stati Uniti nel diciannovesimo secolo, gli Exchange erano negozi alla moda in cui le donne che erano cadute in tempi difficili potevano vendere la loro merce prodotta in casa in conto deposito. Gli scambi combinano elementi di beneficenza, cooperazione e vendita al dettaglio e servono come primi esempi di utilizzo del settore del volontariato per attività quasi commerciali.

Negli anni anteguerra, si sa che esistevano solo due scambi. Il primo, il Philadelphia Ladies 'Depository, è stato istituito da molte delle donne d'élite della città per fornire un'alternativa di lavoro discreta e anonima alle dure condizioni che le "signore cadute" devono affrontare sul posto di lavoro industriale. Dopo la guerra civile, il movimento accelerò rapidamente in tutta la nazione. Alimentati dalle nozioni di auto-aiuto e indipendenza economica, gli scambi sono diventati disponibili per le donne di tutte le classi per vendere la loro merce prodotta in casa. Nel 1891 più di 16,000 mittenti vendevano merci a livello nazionale presso Exchange.

Gli scambi hanno offerto sia ai mittenti che alle "lady manager" l'opportunità di esercitare il loro talento imprenditoriale. Gli speditori della classe operaia spesso superavano il salario industriale e potevano creare una nicchia di mercato vendendo articoli specializzati come il ricamo o gli edibili. Anche i dirigenti della classe media e alta hanno beneficiato diventando dirigenti del commercio al dettaglio, una posizione precedentemente vietata alle donne del loro status sociale.

Il movimento fornisce un primo esempio degli sforzi delle donne per incorporare legalmente le loro organizzazioni di volontariato e per acquistare collettivamente immobili commerciali. Oltre ai negozi di spedizione al dettaglio, molti scambi offrivano pensioni, formazione professionale, spazio di lavoro per le lavoratrici autonome e sale da tè, che spesso divennero famose.

Nel 2001 sono in attività ventotto Borse, principalmente sulla costa orientale. Di questo numero, otto sono gli scambi originali del diciannovesimo secolo. Gli altri si sono formati nel ventesimo secolo. La maggior parte degli scambi oggi sono affiliati alla Federation of Woman's Exchanges, un'organizzazione ombrello fondata nel 1934 per fornire coesione al movimento.

Bibliografia

Sander, Kathleen Waters. The Business of Charity: The Woman's Exchange Movement, 1832-1900. Urbana: University of Illinois Press, 1998.

Kathleen WatersLevigatrice