Motley, archibald john, jr.

1891
19 Gennaio 1991

Il pittore Archibald John Motley Jr. è nato a New Orleans. Nel 1894, lui e la sua famiglia, che erano cattolici romani e di discendenza creola, si stabilirono nel South Side di Chicago. Motley si diplomò alla Englewood High School nel 1914, ricevendo lì la sua formazione artistica iniziale, e poi iniziò quattro anni di studio presso la School of the Art Institute di Chicago, da cui si laureò nel 1918.

Durante i suoi studi presso la School of the Art Institute, Motley ha eseguito studi di figura altamente compiuti. Nella loro colorazione tenue, nell'attenta attenzione alla modellazione e nella pennellata leggermente spezzata, queste opere riflettono la natura accademica della formazione che ha ricevuto in quell'istituto. Alla fine degli anni '1910 e '1920, poiché le barriere razziali ostacolavano la sua ambizione di diventare un ritrattista professionista, Motley assunse delle modelle e chiese ai membri della famiglia di posare per lui. I suoi ritratti sensibili e altamente naturalistici mostrano la sua forte sensibilità per la composizione e il colore.

Il giovane pittore è stato premiato in una mostra personale di successo commerciale del suo lavoro alla New Gallery di New York City nel 1928 e ha trascorso l'anno successivo a Parigi con una borsa di studio Guggenheim. Per questo spettacolo Motley ha dipinto diverse rappresentazioni fantasiose di miti etnici africani. Dopo la mostra, ha visitato i membri della famiglia nelle zone rurali dell'Arkansas, dove ha creato ritratti e scene di genere, oltre a paesaggi della regione.

Durante il suo soggiorno a Parigi nel 1929-1930, Motley ha interpretato le strade e i cabaret della capitale francese. In blues, forse il suo dipinto più noto, ha catturato l'atmosfera vibrante ed energica della vita notturna nella comunità africana di Parigi.

Dopo aver trovato poco sfogo per le sue ambizioni di ritrattista, Motley ha rivolto il suo talento al tema della vita quotidiana nella cintura nera di Chicago. Profondamente influenzati dai ritmi sincopati, dai colori vibranti e dalle armonie dissonanti e melodiche del jazz, i suoi dipinti evocano le strade, i bar, le sale da ballo e i luoghi di ritrovo all'aperto del Bronzeville di Chicago durante il periodo di massimo splendore degli anni '1920 e '1930. Trattò questi soggetti in uno stile astratto ampio e semplificato, distinto da quello dei suoi ritratti. Le visioni di Motley su Bronzeville sono informate da un'estetica modernista.

Una figura nella rinascita creativa di Chicago nota come movimento New Negro e partecipante a iniziative artistiche tradizionali come il WPA Federal Arts Project, Motley ha applicato un senso modernista del colore e della composizione alle immagini i cui soggetti e spirito hanno attinto alle sue radici etniche. Tra il 1938 e il 1941, si unì a numerosi altri artisti dell'Illinois come dipendente dei progetti artistici sponsorizzati a livello federale dell'era della Depressione. Per istituzioni a Chicago e in altre parti dello stato dipinse quadri e murales da cavalletto, questi ultimi spesso su temi storici o allegorici.

Motley visitò il Messico diverse volte negli anni '1950, dove si unì a suo nipote, lo scrittore Willard Motley, e a una serie di artisti espatriati. Il suo lavoro messicano spazia da paesaggi dai colori vivaci e su piccola scala a grandi opere murali che sono state influenzate nello stile e nel soggetto dal realismo sociale dell'arte moderna messicana.

Alla fine della sua carriera, Motley ha sperimentato in diverse nuove direzioni. Nella sua lunga vita ha prodotto un numero relativamente piccolo di opere, di cui le più importanti, I primi cento anni, è il suo unico dipinto con un chiaro messaggio politico. Oggi Motley è riconosciuto come una delle figure fondatrici dell'arte afroamericana del ventesimo secolo.

Guarda anche Stati Uniti, Contemporary

Bibliografia

"Archibald Motley, Jr." Biografia nera contemporanea, vol. 30. Detroit, Michigan: Gale, 2001.

Robinson, Jontyle Theresa. "Archibald John Motley, Jr .: Pioneer Artist of the Urban Scene." In Visioni americane: arte afro-americana-1986, a cura di Carroll Greene Jr. Washington, DC: Visions Foundation, 1987.

Powell, Richard J. e David A. Bailey, eds. Rapsodie in nero: l'arte del Rinascimento di Harlem. Catalogo della mostra. Berkeley: University of California Press, 1997.

Robinson, Jontyle Theresa. "The Art of Archibald John Motley, Jr .: un notevole anniversario per un pioniere." In Tre maestri: Eldzier Cortor, Hughie Lee-Smith, Archibald John Motley, Jr. Catalogo della mostra. New York: Kenkeleba Gallery, 1988.

Robinson, Jontyle Theresa e Wendy Greenhouse. L'arte di Archibald J. Motley, Jr. Chicago: Chicago Historical Society, 1991.

jontyle theresa robinson (1996)
Bibliografia aggiornata