Mezzi di informazione

Il primo giornale americano pubblicato continuamente è stato il Boston NewsLetter. Il primo numero fu pubblicato nel 1704. Fino agli anni '1920, i giornali erano il modo in cui l'America riceveva le sue notizie. La maggior parte degli editori di giornali ha preso sul serio il proprio dovere di riferire i fatti. Alla fine del diciannovesimo secolo, tuttavia, due editori iniziarono a vendere giornali affidandosi al "giornalismo giallo", un termine che si riferisce al sensazionalismo nel giornalismo.

Il giornalismo giallo si è concentrato meno sui fatti che sul sensazionalismo. Scandalo, sesso, criminalità o qualsiasi altra cosa per attirare l'attenzione del lettore hanno riempito alcuni giornali. Nessuno amava il giornalismo giallo più di Joseph Pulitzer (1847-1911) e William Randolph Hearst (1863-1951). Entrambi gli uomini avevano l'abitudine di acquistare giornali falliti e trasformarli in successi redditizi usando il giornalismo giallo.

Il giornalismo giallo ha perso il suo fascino per molti lettori nel primo decennio del ventesimo secolo, come lo chiamavano i giornalisti muckrakers ha assunto la responsabilità dei rapporti investigativi. Questi scrittori rifiutavano il giornalismo giallo e si incaricarono di denunciare la corruzione e l'avidità e poi di scriverne. Uno dei più famosi muckrakers era Ida M. Tarbell (1857-1944), il cui rapporto del 1902–4 sui rapporti di lavoro non etici del proprietario della Standard Oil, John D. Rockefeller (1839-1937), ha costretto la rottura del monopolio della Standard Oil.

radio

Il primo radio le stazioni iniziarono a trasmettere nel 1920, sebbene il primo decennio di trasmissione fu utilizzato principalmente per ottenere la licenza delle stazioni e risolvere i vari problemi di questa nuova tecnologia. Fu solo negli anni '1930 che i consumatori facevano affidamento sulla radio per le loro notizie quotidiane. Presidente Franklin D. Roosevelt (1882-1945; servito nel 1933-45) usò la radio per tenere i suoi famosi "Fireside Chat", in cui parlava agli americani dell'economia, della legislazione che voleva approvare e, infine, della guerra e della sicurezza nazionale. Ha tenuto trenta chat negli anni '1930 e '1940, un'epoca nota come l'età d'oro della radio.

La radio era così popolare che divenne il principale veicolo pubblicitario per una rivista che aveva debuttato nel 1923. Tempo magazine è stata la prima rivista a concentrarsi esclusivamente su attualità e altre notizie. A partire dal 1931, gli editori di Tempo ha mandato in onda un programma radiofonico di mezz'ora chiamato La marcia del tempo, che era una drammatizzazione delle notizie della settimana. Il programma ha portato la rivista all'attenzione di milioni di ascoltatori che altrimenti non avrebbero saputo della sua esistenza. Nel corso degli anni, altre riviste di notizie sono arrivate in edicola, tra cui Newsweek, US News & World Report, The Nation e La National Review.

Televisione

La radio ha avuto concorrenza alla fine degli anni '1940 quando la televisione ha preso piede tra i consumatori americani. Entro la fine del decennio, anche gli americani delle zone rurali avevano accesso alla televisione. Sebbene fosse considerata notizia di "terza generazione" (dietro stampa e radio) da molti commentatori, gli americani che potevano permettersi la televisione la preferivano alla radio come fonte di notizie. La CBS era stata acclamata come il miglior servizio di trasmissione di notizie radiofoniche e si è basata su quella reputazione per sviluppare la squadra di notizie televisive più rinomata negli anni '1950. Ha contato su giornalisti e giornalisti come Edward R. Murrow (1908-1965) e Walter Cronkite (1916-XNUMX) per costruire la fiducia con i telespettatori americani. Il primo programma regolare di notizie è stato Douglas Edwards con le notizie, trasmesso nel 1948. NBC seguì nel 1949 con Il Camel News Caravan. Il notiziario serale di quindici minuti divenne estremamente competitivo tra le stazioni televisive dal 1956 in poi. Altri giornalisti famosi e importanti dell'epoca furono Chet Huntley (1911–1974) e David Brinkley (1920–2003).

Gli anni '1960 furono un decennio di notizie televisive. I consumatori hanno fatto affidamento sulle notizie per conoscere i candidati alla presidenza e per la copertura dell'escalation Guerra del Vietnam (1954-1975). L'assassinio del presidente John F. Kennedy (1917-1963; servito 1961-63) nel 1963 ricevette una copertura quasi continua per cinque giorni su tutte le reti. Nessun altro media potrebbe competere con quel tipo di copertura.

Un nuovo arrivato nella trasmissione di notizie televisive negli anni '1960 è stato il Public Broadcasting System (PBS), che si è formato nel 1967 ed è stato operativo nel 1969. Finanziato dalla Corporation for Public Broadcasting, PBS ha offerto ai telespettatori alternative alla trasmissione in rete. Negli anni '1970, PBS offriva programmi per bambini di qualità come Sesame Street con Il vicinato di Mister Rogers.

Newsmagazines

Il primo notiziario televisivo, 60 Minuti, è apparso il 24 settembre 1968 sulla CBS. Fu ancorato da Mike Wallace (1918–) e Harry Reasoner (1923–1991), corrispondenti di notizie i cui punti di forza si bilanciavano a vicenda. Sebbene meno di uno spettatore su cinque abbia guardato il primo segmento, le valutazioni alla fine sono aumentate poiché i produttori hanno sperimentato diverse fasce orarie. Nel novembre 1979, 60 Minuti ha raggiunto il numero uno nelle classifiche. Divenne una delle serie televisive più longeve e apprezzate e presentò i talenti dei corrispondenti Dan Rather (1931–), Morley Safer (1931–), Ed Bradley (1941–2006) e Diane Sawyer (1945–) .

Notiziari simili sono apparsi in televisione nel corso degli anni, mescolando notizie dure con segmenti più leggeri e di interesse più generale. Una delle corrispondenti più popolari e conosciute fu Barbara Walters (1929–). Ha iniziato la sua carriera come scrittrice presso CBS News e si è unito alla NBC Today Show nel 1961, dove ha lavorato con l'anchorman Hugh Downs (1921–). Walters si è unito al newsmagazine 20 / 20 nel 1979, dove è tornata a lavorare con i Downs per una successione di quindici anni.

Cavo e Internet

Gli anni '1980 portarono la televisione via cavo e il debutto di Cable News Network (CNN) il 1 ° giugno 1980 cambiò la natura della programmazione dei notiziari. La CNN ha rivoluzionato la struttura della comunicazione di massa offrendo la trasmissione di notizie XNUMX ore su XNUMX agli spettatori di tutto il mondo.

L'introduzione e la crescita di Internet e il World Wide Web (WWW) negli anni '1980 e per tutti gli anni '1990 hanno trasformato l'industria dei media. Riviste, giornali e persino programmi televisivi ora possono esserlo

trovato online. Le e-zines (riviste elettroniche) sono state sviluppate da editori autoprodotti che non solo creano e sviluppano contenuti, ma creano anche comunità interattive che si incontrano online per condividere pensieri e scrivere commenti.

Il WWW ospita milioni di weblog, noti come blog. Gli sviluppatori di questi blog sono in grado di pubblicare testo, foto, audio e video. In caso di notizie rivoluzionarie, questi blog possono pubblicare storie e foto o video di accompagnamento più rapidamente di qualsiasi altro media di notizie. Sebbene alcuni blog siano poco più che diari online o pensieri casuali, molti si sono guadagnati il ​​rispetto dei media tradizionali e dei giornalisti per i loro contenuti e qualità professionali.

Verso la fine del primo decennio del ventunesimo secolo, MSNBC.com era il sito di notizie più popolare del Web. È una partnership di Microsoft e NBC News. Oltre a riportare notizie, ospita blog che ritiene degni della sua reputazione e fornisce collegamenti a blog e altri siti Web.

Sebbene la stampa, la radio e la televisione non saranno probabilmente mai completamente sostituite da blog e comunità di notizie interattive, i consumatori hanno apprezzato la concorrenza. Coloro che sono frustrati dalla presentazione semplificata delle notizie che si trovano nei media tradizionali hanno accolto con favore le varie prospettive e sfide che i blog e le comunità interattive offrono.