Metodismo dell’unione africana

Metodismo dell'Unione Africana è il nome comune condiviso da quelle chiese derivanti dal movimento fondato dall'ex schiavo del Maryland Peter Spencer a Wilmington, Delaware, nel 1805. Nel suo uso contemporaneo, si riferisce alla Chiesa metodista protestante dell'Unione africana (AUMP) e la Chiesa Union American Methodist Episcopal (UAME), gli unici due corpi rimasti con radici nella tradizione di Spencer.

Nel giugno 1805 Spencer e William Anderson guidarono una quarantina di afroamericani fuori dalla chiesa episcopale metodista di Asbury a Wilmington, a maggioranza bianca. La discriminazione razziale e il desiderio di indipendenza religiosa dei neri hanno avuto un ruolo preminente nella secessione. I dissidenti formarono immediatamente la chiesa episcopale metodista di Ezion, progettata per funzionare come una "chiesa missionaria" nera sotto gli auspici della chiesa di Asbury e della conferenza episcopale metodista. Una seconda secessione avvenne nel 1813, principalmente a causa dell'esercizio arbitrario del potere contro i neri da parte degli anziani bianchi e delle controversie sulla disposizione dei posti a sedere. Il 18 settembre 1813, Spencer prese l'iniziativa di organizzare la Union Church of Africans, conosciuta anche come la Union Church of African Members, la African Union Church, la African Union Methodist Church e la Union Methodist Connexion.

La nuova denominazione rimase essenzialmente metodista nei suoi articoli di religione, regole generali, disciplina e sistema di conferenze multiple. Tuttavia, l'episcopato, l'itinerato e il forte sistema di connessione dei metodisti furono respinti a favore di uno stile più democratico che coinvolgesse anziani laici, ministri anziani, diaconi, predicatori autorizzati, autonomia congregazionale locale e pastorato di stanza.

A partire dal 1850, una serie di scismi interferì con la crescita e lo sviluppo delle chiese di Spencer. Tra il 1855 e il 1856 il conflitto nella Union Church of Africans sull'autorità dei ministri anziani portò alla formazione di un corpo rivale noto come la Chiesa episcopale metodista americana dell'Unione. Nel 1866 le restanti congregazioni della Union Church of Africans si fusero con la First Coloured Methodist Protestant Church di Baltimora, nel Maryland, dando vita alla African Union First Coloured Methodist Protestant Church, chiamata anche Chiesa metodista protestante dell'Unione africana. Una grave frattura si verificò nella Chiesa UAME nel 1935, quando tre candidati corsero senza successo all'episcopato. Questo scisma culminò nell'organizzazione della rivale Chiesa episcopale metodista americana dell'Unione riformata, un organismo che non esiste più.

Dalla loro fondazione, le chiese AUMP e UAME sono rimaste regionali a causa di risorse insufficienti, scarsa portata missionaria, mancanza di forti sistemi di connessione, numerosi scismi e mancanza di una leadership vigorosa e istruita. Nel 1990 sia l'AUMP che le chiese UAME riportarono che meno di diecimila membri si trovavano in congregazioni in Delaware, Maryland, Pennsylvania, New Jersey, New York, Connecticut, Rhode Island e Washington, DC Dalla fine degli anni '1970 anche la Chiesa UAME ha lottato per costruire congregazioni in alcune parti delle Indie Occidentali.

Entrambe le chiese AUMP e UAME rimangono significativamente più piccole e meno attive socialmente rispetto ai più grandi rami nazionali del Metodismo nero, come la Chiesa Metodista Episcopale Africana (AME), la Chiesa Episcopale Metodista Africana di Sion (AMEZ) e la Chiesa Episcopale Metodista Cristiana ( CME) Chiesa.

Guarda anche Chiesa episcopale metodista africana; Chiesa Metodista Episcopale Africana di Zion; Chiesa episcopale metodista cristiana

Bibliografia

Baldwin, Lewis V. Filamenti "invisibili" nel metodismo africano: una storia delle chiese episcopali metodiste protestanti e metodiste dell'Unione africana, 1805-1980. Philadelphia: American Theological Library Association, 1983.

Baldwin, Lewis V. Il segno di un uomo: Peter Spencer e la tradizione metodista dell'Unione africana. Lanhan, Md .: University Press of America, 1987.

Russell, Daniel J. Storia della chiesa protestante metodista dell'Unione africana. Philadelphia: Union Star, 1920.

lewis contro baldwin (1996)