Medicinali brevettati

I medicinali brevettati erano prodotti che affermavano di curare una varietà di malattie comuni, comprese molte, come il cancro e il diabete, che non sono ancora curabili. Questi prodotti sono comparsi nelle case americane del diciottesimo e diciannovesimo secolo perché l'accesso ai medici era limitato, specialmente nelle zone rurali, e perché i medici si dedicavano tipicamente a pratiche spaventose come il salasso.

Le prime medicine brevettate apparse in America provenivano dall'Inghilterra. A metà della Gran Bretagna del XVIII secolo, alcuni produttori di preparati medici ottennero brevetti reali per i loro prodotti. I brevetti proteggevano i diritti dei proprietari sui prodotti e davano prestigio ai medicinali. Successivamente, il termine medicina brevettuale è stato applicato a qualsiasi prodotto di questo tipo, brevettato o meno.

Nel diciottesimo secolo i teorici della medicina credevano che la malattia potesse essere allontanata dal corpo solo da una sostanza spaventosa come la malattia. Pertanto, peggiore è il gusto o l'odore di un medicinale, maggiore è il suo potere correttivo. Questi prodotti dal sapore sgradevole e maleodoranti avevano ingredienti che avevano un effetto sul corpo, dando così l'illusione di una cura in azione. Bateman's Drops, Dalby's Carminative e Godfrey's Cordial contenevano l'oppio sedativo. Hooper's Pills purificava il sistema digerente e induceva le mestruazioni. British Oil e Steer's Opodeldoc erano entrambi linimenti contenenti ammoniaca che irritava la pelle.

La popolarità dei rimedi inglesi doveva molto al fatto che, sebbene gli ingredienti potessero variare, la forma della bottiglia no. Anche un analfabeta potrebbe identificare un nostrum preferito. Ciò ha permesso agli intraprendenti commercianti americani di riempire le familiari bottiglie con intrugli di loro creazione più economici quando la rivoluzione americana ha interrotto le spedizioni di prodotti britannici. Le medicine inglesi non ripresero mai le vendite prebelliche una volta che la fine dei combattimenti nel 1782 permise il loro ritorno sul mercato americano.

Dopo la Rivoluzione, i medici americani iniziarono una ricerca per scoprire le erbe americane che potessero alleviare gli americani in difficoltà dalla "dipendenza non repubblicana" dalle medicine europee. Nel 1793 il Congresso emanò una legge che concedeva brevetti agli inventori. Nel 1796 Samuel Lee, Jr., di Windham, Connecticut, divenne il primo americano ad ottenere un brevetto su un medicinale, per Bilious Pills, che pretendeva di combattere la biliosità e la febbre gialla, ittero, dissenteria, idropisia, vermi e femmine denunce, contestazioni. Mentre la maggior parte dei produttori di medicinali brevettati manteneva segreti i propri ingredienti e brevettava la confezione, Lee ha rivelato di aver usato gamboges, aloe, sapone e nitrato di potassa. Ancora più importante, come ha sottolineato nella pubblicità, non ha usato mercurio.

Nel 1793 l'eminente medico Benjamin Rush attribuì tutti i disturbi fisici all'ipertensione (pressione sanguigna alta) e prescrisse il salasso fino all'incoscienza come cura. Rush ha anche raccomandato dosi così enormi di mercurio purganti che i pazienti hanno perso i denti e, occasionalmente, le ossa mascellari. Mentre i medici abbracciavano i rigorosi metodi di Rush, che all'epoca erano conosciuti come "medicina eroica", i commercianti di medicinali brevettati offrivano ai pazienti spaventati una modalità di trattamento lieve e piacevole. Tali mercanti attaccavano regolarmente la brutale terapia del medico regolare mentre migliorava l'appetibilità delle loro miscele. La Panacea di Swain doveva gran parte del suo successo a un sapore delizioso e le pillole rivestite di zucchero furono introdotte per la prima volta dai produttori di farmaci brevettati. La popolarità dei farmaci brevettati come reggimento terapeutico continuò a crescere per tutto il diciannovesimo secolo.