Mathurin Roze di Chantoiseau

Morto 1806

Ristoratore

I primi anni Figlio di Armand Roze, proprietario terriero e commerciante di Chantoiseau, in Francia, Mathurin Roze aggiunse al suo nome il suono aristocratico "de Chantoiseau" prima di trasferirsi a Parigi all'inizio degli anni Sessanta del Settecento. Lì è stato coinvolto in diverse iniziative imprenditoriali e progetti di riforma. La sua preoccupazione per la salute finanziaria del regno coincise con una preoccupazione per il benessere fisico dei cittadini di Parigi. Ha aperto il suo primo ristorante nel 1760 e tre anni dopo ha pubblicato un opuscolo che descrive un programma fiscale progettato per aumentare l'offerta di moneta senza aumentare le tasse né incoraggiare pressioni inflazionistiche. Il piano, che ha ricevuto una certa attenzione in tribunale e per il quale Roze sperava di essere riconosciuto, lo ha invece portato brevemente in prigione per aver distribuito un volantino incendiario. Nonostante questa battuta d'arresto, Roze rivisitò la questione nel 1766. Alla vigilia della Rivoluzione francese, questo auto-definito "Amico di tutto il mondo" presentò un piano rielaborato a Luigi XVI e agli Stati Generali. Fu gentilmente respinto, ma Roze fece periodicamente proposte simili durante gli anni rivoluzionari. Roze ha anche scritto il file Almanacco generale, un elenco dei più importanti grossisti, commercianti, banchieri, cortigiani, artisti e artigiani in Francia, apparso regolarmente durante gli anni Settanta e Ottanta del Settecento. L'almanacco ha anche regolarmente accreditato un “M. Roze ”(lui stesso) con l'avvio del primo ristorante.

Ristoratore. Nel 1768 Roze pagò 1,600 lire per il titolo di "cuoco-ristoratore al seguito della Corte". Questo privilegio, che lo ha liberato dal contendere con la corporazione dei cucinieri e con i loro regolamenti, ha dato al ristorante di Roze l'imprimatur del patrocinio reale. Secondo l'almanacco, il suo ristorante era specializzato in brodi o "consommes principeschi". Inizialmente non prometteva un'abbondanza di cibo o un'ampia varietà di piatti; invece, pubblicizzava un rimedio salutare per i residenti cittadini “dal torace debole”, asmatici, tubercolari e altri fisicamente fragili. Nell'edizione del 1769 del Almanacco generale, Chantoiseau ha incluso la seguente descrizione dei suoi successi gustativi: "Roze, rue Saint Honoré, Hôtel d'Aligre, il primo ristoratore, offre pasti raffinati e delicati per 3-6 libero a testa." Ha anche offerto un nuovo stile di presentazione; il suo cibo era “servito non a tabella host, ma a qualsiasi ora del giorno, al piatto ea prezzo fisso ". Consentire agli avventori di mangiare ciò e quando volevano distingueva il locale di Roze dai precedenti ristoranti table d'hòte, solitamente di classe inferiore, che servivano lo stesso pasto a tutti a un orario prestabilito per un unico prezzo, e la sua innovazione supporta la sua affermazione di avere ha inventato il ristorante come è conosciuto oggi. Il coinvolgimento di Roze nel commercio alimentare al dettaglio fu di breve durata. Anne Bellot rilevò il suo ristorante negli anni '1780 del Settecento.

Carriera successiva Nel 1799 Roze e un partner proposero di stabilire un proprio sistema di credito e fondarono una banca privata. Questa impresa fallì ei due fallirono. Quando Roze morì nel marzo 1806, era senza un soldo. Tuttavia, il ristorante che aveva fondato era diventato un elemento fisso del paesaggio parigino e alla fine fu riconosciuto come il primo ristoratore moderno, una distinzione che aveva rivendicato per se stesso.