Marcelo hilario del pilar

Marcelo H. Del Pilar (1850-1896) era un propagandista e satirico rivoluzionario filippino. Ha cercato di schierare il sentimento nazionalista dell'illuminato ilustrados filippino, o borghesia, contro l'imperialismo spagnolo.

Marcelo Del Pilar nacque a Kupang, Bulacan, il 30 agosto 1850, da genitori colti. Studiò al Colegio de San José e successivamente all'Università di Santo Tomas, dove terminò il corso di giurisprudenza nel 1880. Spinto da un senso di giustizia contro gli abusi del clero, Del Pilar attaccò il bigottismo e l'ipocrisia e difese in tribunale il vittime povere di discriminazione razziale. Ha predicato il vangelo del lavoro, del rispetto di sé e della dignità umana. La sua padronanza del tagalog, la sua lingua madre, gli ha permesso di suscitare la coscienza delle masse sulla necessità di unità e di resistenza sostenuta contro i tiranni spagnoli.

Nel 1882 Del Pilar fondò il giornale Diariong Tagalog per propagare idee liberali democratiche tra i contadini e i contadini. Nel 1888 difese gli scritti polemici di José Rizal pubblicando un opuscolo contro l'attacco di un prete, esibendo il suo spirito mortale e il suo selvaggio ridicolo delle follie clericali.

Nel 1888, in fuga dalla persecuzione clericale, Del Pilar andò in Spagna, lasciando la sua famiglia. Nel dicembre 1889 succedette a Graciano Lopez Jaena come direttore del periodico riformista filippino Solidarietà Madrid. Ha promosso gli obiettivi del giornale contattando gli spagnoli liberali che si sarebbero schierati con la causa filippina. Sotto Del Pilar, gli obiettivi del giornale furono ampliati per includere l'allontanamento dei frati e la secolarizzazione delle parrocchie; partecipazione attiva dei filippini agli affari del governo; libertà di parola, di stampa e di riunione; più ampie libertà sociali e politiche; uguaglianza davanti alla legge; assimilazione; e rappresentanza nelle Cortes spagnole, o Parlamento.

Le difficoltà di Del Pilar aumentarono quando i soldi per sostenere il giornale furono esauriti e non apparve ancora alcun segno di una risposta immediata da parte della classe dirigente spagnola. Prima di morire di tubercolosi causata dalla fame e da enormi privazioni, Del Pilar respinse la posizione assimilazionista e iniziò a pianificare una rivolta armata. Ha affermato con forza questa convinzione: "L'insurrezione è l'ultimo rimedio, soprattutto quando la gente ha acquisito la convinzione che mezzi pacifici per garantire i rimedi per i mali si dimostrano inutili". Questa idea ha ispirato il Katipunan di Andres Bonifacio, un'organizzazione rivoluzionaria segreta. Del Pilar morì a Barcellona il 4 luglio 1896.

La prospettiva militante e progressista di Del Pilar derivava dalla classica tradizione illuminista francese Filosofi e l'empirismo scientifico della borghesia europea. Parte di questa visione è stata trasmessa dalla Massoneria, a cui Del Pilar ha aderito.

Ulteriori letture

Un'importante fonte di informazioni su Del Pilar è Magno S. Gatmaitan, Marcelo H. del Pilar, 1850-1896: una biografia documentata (1966).

Fonti aggiuntive

Gatmaitan, Magno, La vita e gli scritti di Marcelo Hilario del Pilar, Manila: Historical Conservation Society; Los Angeles, California; Distributore di Philippine Expressions Corp., 1987. □