Mano, edward

Mano, edward. (1744-1802). Generale continentale. Irlanda e Pennsylvania. Nato il 31 dicembre 1744 a Clyduff, Irlanda, Hand ha completato i suoi studi di medicina al Trinity College nel 1766. Come compagno di chirurgo del 18 ° Royal Irish Regiment è venuto a Filadelfia nel 1767. Fatto un guardiamarina nel 1772, è andato a Fort Pitt con il reggimento , tornò a Filadelfia con l'unità nel 1774, e poi si dimise per esercitare la medicina. Con lo scoppio della rivoluzione, Hand si unì agli americani, prestando servizio durante l'assedio di Boston come tenente colonnello (25 giugno 1775) nel battaglione di fucili della Pennsylvania di William Thompson. Successivamente attivo nell'organizzazione e nella formazione dei Lancaster County Associators, il 1 ° gennaio 1776 fu assegnato alla Prima Fanteria Continentale. Il 7 marzo fu nominato colonnello e il 1 gennaio 1777 assunse il comando del Primo reggimento della Pennsylvania. (Questa era la nuova designazione per il battaglione di Thompson, che era stato ribattezzato due volte: dal battaglione di Thompson al primo reggimento continentale al primo reggimento della Pennsylvania.)

A Long Island era la principale fonte di informazioni del generale George Washington mentre gli inglesi aumentavano le forze a Staten Island. Il suo reggimento si è comportato bene negli eventi immediatamente precedenti la battaglia di Long Island ed è stato impegnato a White Plains. Lui ei suoi uomini eseguirono un'azione ritardante abile e ben disciplinata senza la quale la vittoria di Washington a Princeton, il 3 gennaio 1777, non sarebbe stata possibile. Impressionato dalla condotta costantemente eccellente di Hand, Washington convinse il Congresso a nominarlo generale di brigata il 1 ° aprile 1777. Il generale Hand si recò quindi a Fort Pitt con l'ordine di mobilitare la milizia della Pennsylvania occidentale, spingere nel paese indiano e distruggere la base britannica a Detroit. Nel febbraio 1778 Hand si mosse con 500 miliziani verso Sandusky, ma la neve, la pioggia e le correnti gonfie lo fermarono prima del suo obiettivo. Sulla via del ritorno a Fort Pitt ha ucciso e catturato alcune donne indiane a Salt Lick, portando la sua operazione a essere soprannominata la "Campagna Squaw".

Criticato sia per questa campagna sprecata che per il suo fallimento nel sostenere adeguatamente l'operazione occidentale del generale George Rogers Clark, Hand si dimise disgustato e l'8 novembre 1778 subentrò a John Stark come comandante ad Albany. Arrivò giusto in tempo per il massacro della Cherry Valley e successivamente giocò un ruolo importante nella spedizione di Sullivan contro gli Irochesi (maggio-novembre 1779). Durante il raid del generale Wilhelm Knyphausen a Springfield, nel New Jersey, nel giugno 1780, il generale Hand guidò una task force di 500 uomini e in agosto gli fu dato il comando di una nuova brigata di fanteria leggera. In tale veste si è seduto alla corte marziale che ha condannato a morte il maggiore John André per spionaggio. Quando Alexander Scammell si dimise da aiutante generale di Washington il 16 novembre 1780), Washington scelse Hand per succedergli.

Brevettato come generale maggiore il 30 settembre 1783, prestò servizio fino al 3 novembre 1783 e poi tornò al suo studio medico. Attivo anche negli affari politici e civili, fu membro del Congresso nel 1784-1785 e nel 1790 firmò la costituzione dello stato della Pennsylvania. Fu ispettore delle entrate dal 1791 al 1802. Fedele federalista, iniziò ad avere problemi con i suoi conti all'inizio dell'amministrazione repubblicana e nel 1802 fu portata in tribunale una petizione per vendere le sue terre al fine di coprire le perdite. Morì di un ictus in mezzo a questi guai, il 3 settembre 1802.