Main Truong

Truong Chinh (19091988) era segretario generale dell'organizzazione politica comunista vietnamita ed era un aiutante presidenziale filo-cinese. Questo orientamento filo-cinese è stato probabilmente un grosso problema politico in un paese il cui nemico storico, per due millenni, è stata la Cina.

Nato il 15 febbraio 1909 a Hanh Thien, nell'attuale Vietnam settentrionale, Truong Chinh era già un nazionalista antifrancese dalla sua prima adolescenza. Nel 1928, all'età di 19 anni, si unì alla Revolutionary Youth League organizzata 3 anni prima da Ho Chi Minh. Arrestato dalle autorità francesi per la sua partecipazione allo sciopero studentesco dello stesso anno, fu espulso dal liceo Nam Dinh ma poté iscriversi (e successivamente diplomarsi) al prestigioso Lycée Albert Sarraut di Hanoi.

Nel 1930 Truong Chinh divenne insegnante, aderendo nello stesso anno al partito comunista indocinese (fondato da Ho a Hong Kong). Coeditore di Falce e martello, uno dei primi periodici comunisti nella colonia francese dell'Indocina, fu arrestato alla fine del 1930 dopo una rivolta contadina guidata dai comunisti.

Condannato a 12 anni di reclusione dai francesi per "cospirazione contro la sicurezza dello stato", Truong fu rilasciato sulla parola nel 1936 dopo che un governo del Fronte popolare era stato formato nella Francia metropolitana. Ha subito ripreso la sua attività politica comunista. Arrestato nuovamente nel 1939, fuggì nel sud della Cina dopo l'archiviazione delle accuse a suo carico.

Nel maggio 1941, cinque anni dopo il suo rilascio dalla prigione, Truong divenne segretario generale del partito comunista indocinese. Nel 1943 fu assorbito dall'organizzazione di facciata multipartitica di Ho Chi Minh, il Viet Minh, ma mantenne ancora la sua identità separata come parte di quel corpo.

Quando i Viet Minh dichiararono l'indipendenza del Vietnam nel settembre 1945, Truong era al fianco di Ho ad Hanoi. Il partito comunista indocinese fu sciolto come manovra politica nel novembre 1945, ma, quando un nuovo partito comunista vietnamita (Lao Dong, o Partito dei lavoratori) fu lanciato nel 1951, Truong era il suo segretario generale. Ha perso questo incarico nel 1956, in parte a causa del suo ruolo nella severa collettivizzazione e misure di riforma agraria del nuovo regime del Vietnam del Nord (che ha provocato una grande resistenza contadina) e in parte perché il partito aveva bisogno di un capro espiatorio di alto livello.

L'elevazione di Truong nel 1960 all'importante posizione di presidente del comitato permanente dell'Assemblea nazionale (Repubblica Democratica del Vietnam) segnò il suo ritorno nei ranghi interni dell'élite dominante del Vietnam del Nord. Dopo la morte di Ho nel 1969, i suoi seguaci politici iniziarono a lottare per un nuovo allineamento di potere. Truong, probabilmente il leader più ideologicamente guidato del Vietnam del Nord, fu eclissato nel 1970, ma l'anno successivo riemerse come parte del gruppo che governava la contea.

Truong rimase come presidente della DRV fino al 1976, presiedendo per tutta la guerra del Vietnam e assistendo all'eventuale crollo del Vietnam del Sud nell'aprile 1975. Fu co-presidente della DRV dal 1981 al 1987. Nel luglio 1986, in seguito alla morte di Le Duan, Truong ha anche assunto il ruolo di Segretario generale, ma ha ricoperto quel ruolo solo per cinque mesi. Sebbene a lungo contrario al capitalismo, Truong invitò alcune imprese private durante il suo breve mandato.

Nel dicembre 1986, durante il Sesto Congresso del Partito ad Hanoi, i cambiamenti più radicali degli ultimi 50 anni furono fatti all'interno della leadership del Vietnam. Truong è stato estromesso con una mossa a sorpresa, insieme ad altri due importanti personaggi politici, il premier Pham Van Dong e Le Duc Tho, che hanno negoziato il ritiro degli Stati Uniti durante i colloqui di pace di Parigi. Ufficialmente, i tre hanno accettato di dimettersi, a causa di "età avanzata e cattiva salute". A quel tempo, l'economia del Vietnam stava cedendo, con un aumento della disoccupazione e un'inflazione dell'800%. Truong ha detto al Congresso in un discorso: "Riconosciamo la necessità a lungo termine per ... l'economia capitalista privata e la piccola borghesia in un certo numero di rami e mestieri". Truong rimase un consigliere del Comitato Centrale del partito e morì nel 1988.

Ulteriori letture

Un'eccellente, breve biografia di Truong di Bernard B. Fall funge da introduzione all'edizione autunnale di due dei libri più noti del leader vietnamita, La rivoluzione di agosto con La resistenza vincerà, pubblicato come volume unico negli Stati Uniti come Primer per la rivolta (1963). Per un resoconto eccezionale del periodo immediatamente successivo alla seconda guerra mondiale vedere John T. McAlister, Jr., Viet Nam: The Origins of Revolution, 1885-1946 (1968). Un buon racconto della rivoluzione vietnamita in una prospettiva più ampia è Dennis J. Duncanson, Governo e rivoluzione in Vietnam (1968). □