Magdalena (1555–1642) e balthasar (1551–1600) paumgartner

Mercanti di Norimberga

Affari di famiglia. Una delle attività caratteristiche del patriziato delle città dell'Europa centrale era quella di commerciante generale di beni di lusso. Questo tipo di attività è stata svolta da Balthasar Paumgartner di Norimberga, con l'abile assistenza della moglie Magdalena. Gli studiosi conoscono la loro vita da una serie di lettere che scrissero tra il 1582 e il 1598. Entrambi provenivano da famiglie mer-chant consolidate, e sebbene il loro matrimonio fosse quasi certamente organizzato dai loro genitori, formavano una squadra affettuosa e redditizia.

Tre abilità essenziali. Dato che generazioni di uomini su entrambi i lati della sua famiglia erano stati mercanti, Balthasar fu educato per la stessa occupazione come una cosa ovvia. Da ragazzo, ha imparato le tre abilità essenziali per una vita mercantile - lettura, scrittura e aritmetica, probabilmente inclusa la contabilità - e poi ha trascorso sei o sette anni come apprendista presso suo zio, un commerciante affermato. Ha completato il suo apprendistato all'età di ventuno anni. L'azienda di famiglia aveva sede a Norimberga, ma manteneva una presenza commerciale nella città italiana di Lucca, dove acquistava prodotti italiani da spedire a Norimberga ea Francoforte per le fiere autunnali e primaverili. I loro prodotti standard erano beni di consumo per gli abitanti delle città benestanti: materiali costosi come damasco e velluto, formaggi italiani e olandesi, vino e olio. Balthasar fu obbligato a trascorrere gran parte dell'anno lontano da Norimberga, negli uffici di Lucca, a Francoforte o sulle rotte mercantili stabilite tra le città, viaggiando in convogli come protezione dagli attacchi dei banditi. Nel giro di dieci anni si stabilì saldamente come mercante indipendente e poté sposarsi e stabilire la propria famiglia a Norimberga.

Moglie e partner. Dal momento del loro fidanzamento nel 1582, Magdalena divenne la confidente, la contabile e il principale distributore di Balthasar di Balthasar. Aveva ventisette anni e aveva ricevuto una solida educazione, ancora una volta negli elementi essenziali del mercante di lettura, scrittura e contabilità. Il suo lavoro consisteva nel sorvegliare l'arrivo delle casse di imballaggio, aprirle, ispezionarle per danni e controllarne la qualità, inclusa la degustazione del vino per assicurarsi che non fosse acido. Ha quindi organizzato che fossero consegnati ai loro acquirenti e incassato il pagamento. Oltre a vendere ai loro clienti urbani, i Paumgartner vendevano anche posate e altri manufatti economici ai contadini locali, e anche questa distribuzione era nelle mani di Magdalena, sebbene se avesse difficoltà a raccogliere denaro, mandava a chiamare i fratelli di Balthasar. Ha agito come sostituto del marito in importanti funzioni sociali, un'attività che le è sempre piaciuta e ha tenuto d'occhio gli interessi di Balthasar nelle controversie familiari. È chiaro dalle loro lettere che Balthasar si consultava regolarmente con lei su questioni d'affari e rispettava il suo giudizio. Tuttavia, è anche chiaro che Magdalena considerava la sua "attività commerciale" come un'estensione del suo ruolo di brava moglie, madre e padrona di casa. Nelle sue lettere, notizie di famiglia e commerciali sono mescolate con affettuosità e lamentele che Balthasar non scrive abbastanza spesso. Ha sempre firmato il suo nome "Magdalena Balthasar Paumgartner". Inoltre, sebbene offrisse spesso a Balthasar il suo consiglio, era sempre con deferenza dovuta al capo della famiglia.

Pietà ed etica del lavoro. Magdalena e Balthasar erano luterani e la loro devozione era infusa in tutte le loro attività. Ringraziavano Dio per il successo degli affari e le loro lettere erano piene di preghiere per il loro continuo benessere e quello dei loro amici e familiari. Credevano che Dio avrebbe ricompensato il duro lavoro, non l'alta vita, e sebbene si occupassero di beni di consumo, si trattennero da ciò che consideravano un lusso indebito. Quando il loro unico figlio, il loro figlio Balthasar, morì all'età di dieci anni, una Maddalena con il cuore spezzato si rivolse a Dio oltre che a suo marito: "Ora devo accettare questi fatti: che lo abbiamo avuto per così poco tempo, che ha non è stato veramente nostro, ma piuttosto di Dio ... "

Senso di realizzazione. Il successo finanziario dei Paumgartner, e quello della loro famiglia allargata, diede loro uno standard di vita invidiabile. Tuttavia, a Balthasar non è mai piaciuta la vita mercantile. Il suo unico vantaggio, credeva, era che il duro lavoro lo tratteneva dalla tentazione causata dal suo grande amore per il bere, e sentiva che era una grande misericordia di Dio che fosse diventato un mercante invece che un ubriacone. Tuttavia, odiava essere sempre in viaggio, non aveva mai avuto fiducia nella sua capacità di prendere decisioni difficili e temeva soprattutto le continue contrattazioni su merci, pagamenti e tassi di cambio che erano una parte essenziale della vita commerciale. I continui viaggi hanno avuto un impatto anche sulla sua salute. All'età di quarantasette anni, aveva finalmente acquisito le risorse finanziarie per acquistare una piccola proprietà e ritirarsi dal commercio alla vita più stabile di un gentiluomo di campagna che riscuoteva gli affitti nella sua proprietà. Morì tre anni dopo. Magdalena visse per altri quarantadue anni. Non si è mai risposata e si sa poco della sua vita da vedova, perché le lettere che potrebbe aver scritto non sono sopravvissute. Probabilmente, però, è rimasta impegnata e attivamente coinvolta negli affari di famiglia.