Louisbourg

Vittorie di Louisbourg (1745) Il comandante francese della fortezza di Louisbourg all'ingresso del fiume San Lorenzo lanciò la rinnovata guerra anglo-francese nel 1744 catturando Canso, assediando Annapolis (Nuova Scozia) e incoraggiando le incursioni sulle navi del New England. Il New England ha risposto assediando Louisbourg con 4,000 volontari, guidati da William Pepperrell e supportati dalla squadriglia navale britannica del Commodoro Peter Warren. Con gli aiuti francesi intercettati e la fortezza bombardata sia dai cannoni da campo che da quelli della sua Grand Battery catturata, la guarnigione di 600 uomini di Louisbourg si arrese dopo un assedio di 39 giorni in cui furono uccisi 101 attaccanti e 53 difensori.

La caduta di Louisbourg ha avuto conseguenze di vasta portata. La cancellazione della prevista invasione britannica del Canada nel 1746 consentì ai difensori canadesi sollevati di catturare sia Fort Massachusetts che Saratoga. Gli alleati indiani della Francia nella valle dell'Ohio, privati ​​dei rifornimenti dall'assedio di Louisbourg, formarono una "Cospirazione indiana" filo-britannica. La Francia inviò un'enorme flotta di sessantaquattro navi a Louisbourg, solo per subire interruzioni durante il viaggio a causa di tempeste, calma e malattie. L'escalation navale mise a dura prova le risorse coloniali britanniche, rendendo necessaria l'assistenza imperiale e provocando gli attriti che provocarono una rivolta di tre giorni a Boston alla fine del 1747. I cittadini del New England si sentirono traditi quando la Gran Bretagna restituì Louisbourg ai francesi alla pace di Aix ‐ la ‐ Chapelle (1748 ).
[Vedi anche Canada, Coinvolgimento militare degli Stati Uniti in.]

Bibliografia

GA Rawlyk, Yankees a Louisbourg, 1967.

Ian K. Steele