Living in the dust bowl (1934, di anne marie low)

L'insediamento degli stati delle Grandi Pianure alla fine del XIX e all'inizio del XX secolo fornì alla nazione in crescita ricchezze agricole e una vivace economia agricola, ma il rapido sviluppo di terre precedentemente aride in enormi campi di grano ebbe un effetto dannoso sulla terra stessa. Dove l'erba di bufalo aveva precedentemente fornito sostanze nutritive e mantenuto il terreno ancorato al suolo, i campi di grano appena arati hanno lasciato il terreno esposto alle intemperie. Nell'estate del 1934, con le condizioni esacerbate da una lunga siccità, i venti iniziarono a frustare il terreno esposto al sole in nubi di polvere spesse, scure e basse. Ad aprile, Kansas, Texas, Oklahoma, Colorado e New Mexico sono stati tutti colpiti da una devastante tempesta di sabbia. Le nuvole di polvere hanno assalito tutto, distruggendo i raccolti, uccidendo il bestiame e soffocando i coloni. Si stima che nell'aprile e nel maggio del 1934 più di 650,000,000 di tonnellate di terriccio siano state portate via dalle pianure. In questa selezione, Ann Marie Low, una giovane donna la cui fattoria di famiglia si trovava nel North Dakota, scrive nel suo diario della tempesta di sabbia. Quando leggiamo che Low doveva lavare la lavatrice prima di poter lavare i vestiti, iniziamo ad apprezzare le straordinarie difficoltà incontrate da coloro che cercano di sopravvivere alla tempesta.

Leah R.Shafer,
Cornell University

Guarda anche Ciotola per la polvere; Grandi pianure .

25 aprile 1934, mercoledì

Lo scorso fine settimana è stata la peggiore tempesta di sabbia che abbiamo mai avuto. Da quando è iniziata la siccità, ogni anno abbiamo sofferto un bel po 'di spazzatura, non solo qui, ma in tutte le Grandi Pianure. Molti giorni questa primavera l'aria è solo piena di sporcizia che arriva, letteralmente, per centinaia di miglia. Setaccia tutto. Dopo aver lavato i piatti e averli messi via, così tanta polvere viene filtrata negli armadi e dobbiamo lavarli di nuovo prima del pasto successivo. I vestiti negli armadi sono coperti di polvere.

Lo scorso fine settimana nessuno stava portando fuori un'auto per paura di rovinare il motore. Ho guidato Roany a casa di Frank per restituire un equipaggiamento. Per trovare la mia strada ho dovuto cavalcare proprio accanto al recinto, a malapena in grado di vedere da un palo di recinzione all'altro.

I giornali dicono che la morte di molti bambini e anziani è attribuita alla respirazione di così tanta sporcizia.

21 maggio 1934, lunedì

Sabato papà, Bud e io abbiamo piantato un acro di patate. C'era così tanta sporcizia nell'aria che non riuscivo a vedere Bud a pochi metri da me. Anche l'aria in casa era solo una foschia. La sera il vento si placò e Cap venne a portarmi al film. Abbiamo scherzato su quanto sia difficile essere ripuliti abbastanza da andare ovunque.

I giornali riferiscono che il 10 maggio c'era un vento così forte che gli esperti di Chicago stimarono che 12,000,000 di tonnellate di suolo delle pianure fossero state scaricate su quella città. Il giorno successivo il sole era oscurato a Washington, nel Distretto di Columbia, e navi a 300 miglia in mare riferirono che la polvere si era depositata sui loro ponti.

Domenica la polvere non era poi così male. Papà e io abbiamo portato il bestiame al Big Pasture. Poi ho sbattuto il burro e ho cotto un prosciutto, un pane e dei biscotti per gli uomini, come se non si sapesse quando tornerà la mamma.

30 maggio 1934, mercoledì

Ethel andava d'accordo, così la mamma l'ha lasciata all'ospedale ed è venuta a Jamestown in treno venerdì. Papà ci ha portato entrambi a casa.

Il casino è stato incredibile! La sporcizia era entrata in casa per tutta la settimana e giaceva a pochi centimetri da ogni cosa. Ogni asciugamano e ogni tenda era solo nero. Non c'era un piatto pulito o un utensile da cucina. Non c'era cibo. Oh, c'erano uova, latte e una pagnotta rimasta del pane che ho cotto il fine settimana prima. Ho guardato nella scatola più fresca nel pozzo (il nostro frigorifero) e ho trovato un po 'di prosciutto e burro. Era tardi, quindi mamma e io abbiamo cucinato del prosciutto e delle uova per la cena degli uomini, perché era tutto quello che potevamo sistemare in fretta. Si è scoperto che vivevano di prosciutto e uova da due giorni.

La mamma era molto stanca. Dopo aver preparato l'antipasto per il pane, ho insistito perché andasse a letto e avrei fatto tutti i piatti.

Ci sono volute fino alle 10 per lavare tutti i piatti sporchi. Non è pulirli, ma solo lavarli. Gli armadi dovevano essere lavati per avere un posto pulito dove riporli.

Sabato è stata una giornata impegnativa. Prima di iniziare la colazione dovevo spazzare e lavare tutto lo sporco dai pavimenti della cucina e della sala da pranzo, lavare i fornelli, la piastra per pancake e il tavolo e le sedie della sala da pranzo. C'era da cucinare, cuocere e sfornare per quegli uomini affamati. Papà è alto 6 piedi e 4 pollici, con una grande cornice. Bud è alto 6 piedi e 3 pollici e ha ossa grandi quasi quanto papà. Diciamo che dar loro da mangiare è come riempire un silo.

La mamma non poteva fare il pane finché non ho portato l'acqua per lavare la planetaria. Non potevo agitare finché la zangola non era stata lavata e scottata. Non potevamo fare nulla finché prima non veniva lavato qualcosa. Ogni stanza doveva avere la sporcizia quasi eliminata prima che potessimo lavare pavimenti e mobili.

Non avevamo tempo per lavare i panni, ma era necessario. Ho dovuto lavare la caldaia, lavare le vasche e la lavatrice prima di poterle usare. Quindi ogni asciugamano, tenda, pezzo di biancheria da letto e indumento doveva essere portato all'aperto per far scuotere quanta più polvere possibile prima del lavaggio. La cisterna è asciutta, quindi ho dovuto portare tutta l'acqua di cui avevamo bisogno dal pozzo.

Quella sera Cap venne a portarmi al film, come al solito. Ixnay. Mi dispiace di aver scattato a Cap. Non è colpa sua o di nessuno, ma ero stanco e arrabbiato. La vita in quello che i giornali chiamano "la ciotola della polvere" sta diventando un incubo duro.

FONTE: Basso, Ann Marie. Diario della ciotola della polvere. Lincoln: Pressa dell'Università del Nebraska, 1984.