Liu yin

di 1249-1293

Studioso e filosofo

Inizio incantato. Il padre di Liu Yin, che all'età di quarant'anni non aveva ancora avuto un erede dalla moglie, sognò che uno spirito partorì un bambino a cavallo e poi se ne andò con le parole: "Allevalo bene". Quando nacque suo figlio, lo chiamò Yin, "Cavallo bicolore". Un bambino intelligente, Liu Yin ha iniziato i suoi studi all'età di tre anni. La madre di Liu Yin morì nel 1256; la sua matrigna allora si prese cura di lui e le mostrò un'intensa pietà filiale. Liu iniziò la carriera di insegnante privato nel 1260 e presto divenne famoso. Durante questo periodo, Liu Yin fece rapidi progressi negli studi classici e nella composizione letteraria e impressionò suo padre con le sue capacità.

Servizio ufficiale. Nel 1275 Liu mostrò la sua simpatia per il dilemma affrontato dalla dinastia Song. Ha proclamato il suo sostegno all'unità e ha accettato come inevitabile la sconfitta della canzone. Ha espresso opinioni positive sulla conquista della Canzone da parte di Kublai Khan e ha affermato che era l'unico modo per salvare la Cina dalla frammentazione. La sua lode agli sforzi di Kublai Khan per riunificare la Cina non era unica tra gli intellettuali della Cina settentrionale a quel tempo. Nel frattempo, la riunificazione di Kublai Khan sembrava aver risvegliato l'interesse di Liu Yin per il servizio governativo. Nel 1281 fu raccomandato alla corte e nel 1282 fu chiamato nella capitale per servire come grande istruttore nel nuovo dipartimento della famiglia dell'erede apparente. Liu Yin prestò servizio solo per un breve periodo, tuttavia, e poi si interessò più alla filosofia che alla politica. In tal modo, rimase fedele agli insegnamenti di Confucio e Mencio, le luci guida di una filosofia etica che enfatizzava la devozione alla ricerca del miglioramento morale. Per questo motivo, Liu è stato opportunamente chiamato un rappresentante di spicco dell'eremitismo confuciano (che vive come un eremita religioso).

Viste sviluppate. L'opposizione di Liu ad aspetti delle idee daoiste durò per tutta la vita. Le sue opinioni, come espresse nel suo saggio del 1270, furono sviluppate in scritti successivi. La posizione essenziale di Liu era che i metodi di autoconservazione di Lao Zi dovevano essere basati sull'onestà e l'altruismo. Durante il decennio fino alla sua morte nel 1293, Liu Yin visse nella sua provincia natale e si dedicò all'insegnamento e alla scrittura. Ha attratto molti studenti, alcuni dei quali in seguito si sono distinti come studiosi. Liu Yin divenne famoso per la sua erudizione, poesia e carattere. Liu, uno dei maggiori letterati della Cina settentrionale ai primi tempi dello yuan, ha lasciato una notevole quantità di prosa, poesie e saggi filosofici.