L’impero: successione ed esercito

Difetto. Un punto debole del "principato", la monarchia mascherata di Augusto, era che non affrontava bene il problema della successione. Ufficialmente, non c'era nessun imperatore, solo un uomo a cui è capitato di detenere una straordinaria serie di poteri e cariche. Di conseguenza, potrebbero non esserci regole ufficiali per la successione (al contrario, ad esempio, lo schema elaborato che può dire chi è il dodicesimo in linea per il trono britannico oggi). Molti imperatori sono stati in grado di scegliere un successore, di solito un figlio, e gli hanno concesso in anticipo un pacchetto simile di poteri. Ma cosa succede se non ci fosse un successore designato? Diversi imperatori e aspiranti imperatori furono acclamati dalla Guardia Pretoriana (le guardie del corpo imperiali) o da vari eserciti sul campo. I candidati potrebbero essere membri della famiglia imperiale esistente o semplicemente uomini a cui è capitato di essere a capo di una grande forza militare. Quando c'erano diverse fazioni in competizione, come nel 68-69 e nel 193–195 d.C., scoppiarono feroci guerre civili. Di tanto in tanto, gli aspiranti al trono potrebbero anche non aspettare la morte del vecchio imperatore se pensassero di avere abbastanza sostegno per prendere il potere. In ogni caso, è diventato fondamentale per la sopravvivenza politica pagare le truppe

[Questo testo è stato soppresso a causa di limitazioni dell'autore]

bene e soprattutto per dare grandi bonus nei momenti di transizione. Il sistema, così com'era, si ruppe quasi completamente durante la metà del III secolo d.C. C'era una lotta quasi costante tra potenziali imperatori, sia sul campo che per assassinio. Anche in tempi sereni la fluidità delle regole ha portato a notevoli intrighi (e voci di più). Così, ad esempio, l'imperatore Claudio (forse) e suo figlio Britannico (certamente) furono assassinati per garantire la successione del figliastro di Claudio, Nerone. Uno dei periodi più stabili dell'Impero coprì i primi tre quarti del II secolo dC Questo periodo richiese diverse fortunate tendenze. Nessuno degli imperatori morì giovane, naturalmente o no, il che richiese fortuna e popolarità. Ogni imperatore, tranne l'ultimo, non aveva un figlio biologico e così trovò e adottò un uomo esperto come figlio ed erede.