Leon howard sullivan

Come pastore della Zion Baptist Church a Filadelfia, gran parte del ministero di Leon H. Sullivan (nato nel 1922) era diretto a migliorare le prospettive di occupazione degli afroamericani. Ciò ha portato alla fondazione del Centro per l'industrializzazione delle opportunità (OIC) nel 1964 al fine di impartire competenze lavorative ai giovani del centro città.

Rivelazione del leader americano per i diritti civili, il reverendo Leon H. Sullivan Fortune rivista che stava intraprendendo "una nuova e coraggiosa impresa" per assistere il continente africano durante gli anni '1990 non era una proposta sorprendente da questo pastore, che è stato un attivista sociale per tutta la vita. Sullivan, che all'inizio della sua carriera ha accettato il ministero della Zion Baptist Church, che si trovava in una zona povera del nord di Philadelphia, ha aperto la strada al concetto di protesta del boicottaggio economico dei negozi e delle aziende che non impiegano neri. Ha creato l'agenzia di formazione professionale Opportunities Industrialization Center of America Inc., che ha generato 75 centri simili in tutto il paese e ha formato quasi due milioni di persone.

Da tempo sostenitore dell'imprenditoria nera, Sullivan ha guidato i membri della sua chiesa a formare la Zion Investment Associates, Inc., che a sua volta ha sviluppato Progress Aerospace Enterprises, Inc., una società che produceva parti aerospaziali e creava attivamente posti di lavoro per i disoccupati. Ma è forse più famoso per aver ideato i Principi di Sullivan, un codice commerciale in base al quale le aziende in tutto il mondo che operano in Sud Africa hanno promulgato la parità di trattamento dei lavoratori neri, prima delle sanzioni imposte dagli Stati Uniti nel 1987. Al suo ritiro dalla Zion Baptist Church , Ha detto Sullivan Fortune che avrebbe spostato la sua attenzione sui bisogni dell'Africa poiché il suo "lavoro presso la chiesa [di Sion Baptist] è terminato. Abbiamo finalmente estinto il mutuo".

Nato il 16 ottobre 1922 a Charleston, West Virginia, i genitori di Sullivan divorziarono quando era bambino. Cresciuto nei vicoli di un quartiere povero, ha dimostrato doti intellettuali e atletiche insolite. Durante la sua infanzia e adolescenza, ha perseguito avidamente la religione e lo sport. A 17 anni Sullivan divenne ministro battista ordinato. Dopo aver conseguito una borsa di studio atletica per giocare a calcio e basket, è entrato nella West Virginia State University. Quando Sullivan ha perso la borsa di studio a seguito di un infortunio al ginocchio, ha lavorato la sera in un'acciaieria per continuare i suoi studi. Proseguendo gli studi a New York, Sullivan ottenne una laurea in teologia presso l'Union Theological Seminary e una laurea in sociologia presso la Columbia University durante la metà degli anni Quaranta. Dopo la laurea, ha servito come assistente di Adam Clayton Powell, pastore dell'Abyssinia Baptist Church ad Harlem di New York e successivamente membro del Congresso dello Stato di New York. Sullivan ha servito il suo primo pastorato presso la First Baptist Church a South Orange, nel New Jersey, ed è stato votato presidente del South Orange Council of Churches.

I primi lavori vicino a casa

Sullivan divenne il pastore della Zion Baptist Church nel 1950. Il quartiere di Filadelfia che circondava la chiesa era invaso dalla criminalità minorile, così Sullivan istituì programmi giovanili per contrastare la dilagante delinquenza adolescenziale e la guerra tra bande. Nel 1955, come risultato dei suoi sforzi, fu nominato "un giovane eccezionale" dalla Camera di Commercio Junior degli Stati Uniti. Quell'anno fu anche scelto come uno dei dieci migliori giovani uomini negli Stati Uniti dalla stessa organizzazione.

Alla fine degli anni '1950 Sullivan osservò che la disoccupazione era una delle principali cause di criminalità nella sua zona. In risposta, Sullivan organizzò un boicottaggio economico che aprì 3 posti di lavoro ai neri a Filadelfia nel 000. I programmi di formazione professionale seguirono l'apertura dei Centri di industrializzazione delle opportunità nel 1961. Nel 1964 Sullivan organizzò la sua congregazione ecclesiastica in azionisti di una società che li aiutò a formare , Zion Investment Associates, Inc. Progress Aerospace Enterprises, Inc., fondata nel 1962, è stato uno dei numerosi progetti di miglioramento economico creati da Sullivan dopo la fondazione di Zion Investment Associates. Molte organizzazioni e aziende, tra cui la Ford Foundation e la General Electric Corporation, hanno contribuito con fondi alle imprese di Sullivan.

Sullivan ha ideato i suoi ormai ben noti principi di corrette pratiche commerciali nel 1977. E sebbene i Principi di Sullivan siano stati ampiamente applicati, la discriminazione contro i dipendenti neri che lavorano in Sud Africa per le aziende americane ha continuato a consumarlo. Disilluso per il mancato rispetto dei suoi Principi, ha esortato il governo degli Stati Uniti a istituire sanzioni contro il Sud Africa alla fine degli anni '1980, che avrebbero fatto pressione sul governo di quel paese - in cui la maggioranza nera a quel tempo non aveva voce - a rivedere le sue pratiche di impiego razziste .

In pensione per perseguire preoccupazioni globali

Nel 1982 Sullivan ha fondato la International Foundation for Education and Self-Help con sede a Phoenix, attraverso la quale ha esaminato i metodi per raggiungere l'equità sociale e politica per i neri di tutto il mondo. Ha immaginato una serie di conferenze in cui i leader africani e afroamericani, lavorando all'unisono, avrebbero intrapreso passi verso l'autosufficienza africana. Nel 1988, dopo 38 anni al suo pulpito - la sua congregazione era cresciuta da 500 a 6 - Sullivan si ritirò a Phoenix, in Arizona. Sebbene continuasse a predicare occasionalmente a Sion, concentrò la maggior parte delle sue energie su preoccupazioni più globali.

Uno di questi fu la sua organizzazione del primo vertice africano e afroamericano, che nell'aprile del 1991 affrontava la mancanza di coinvolgimento dei neri americani negli affari africani. Sullivan ha detto a Kenneth B. Noble nel New York Times, "Psicologicamente, ci è stato fatto il lavaggio del cervello per credere che l'Africa fosse il continente oscuro, un luogo di coccodrilli, alberi e Tarzan" e, come tale, non degno di un discorso reciproco.

Vertice africano / afroamericano

Al vertice africano e afroamericano ad Abidjan, in Costa d'Avorio, Sullivan ha predetto che l'Africa era il futuro economico del mondo. Il suo piano per realizzare quella proiezione includeva la cancellazione del debito per le nazioni africane e gli aiuti dei neri americani per lo sviluppo dell'istruzione, della produzione alimentare e dell'industrializzazione. Sullivan ha rivelato del suo progetto di generare centinaia di comitati di sostegno africani simili ai Peace Corps New York Times collaboratore Noble, "Immagino che i professionisti migliori e più brillanti diano un anno ... per lavorare con l'Africa".

Sullivan rimane imperterrito davanti agli ostacoli al futuro del suo ministero africano. "Il progresso economico che abbiamo visto in Asia negli ultimi anni è possibile anche in Africa", ha detto Sullivan a Carolene Langie in Black Enterprise. "Se in soli 40 anni, asiatici e altri possono costruire fabbriche, dispositivi elettronici e automobili, con gli strumenti adeguati, gli africani possono fare lo stesso".

Ulteriori letture

Black Enterprise, Ottobre 1988; Aprile 1991.

Fortuna, 9 luglio 1984; 6 luglio 1987; 1 agosto 1988.

Jet, 28 gennaio 1991; 29 luglio 1991; 9 dicembre 1991.

New Republic, Novembre 14, 1988.

New York Times, Aprile 18, 1991.

Tempo, 3 novembre 1986; 15 giugno 1987. □