Legge sull’istruzione superiore del 1965

Lawrence fango

Con l'obiettivo di rafforzare i college e le università americane, l'Higher Education Act del 1965, o HEA, fornisce assistenza finanziaria e altre risorse per gli studenti che perseguono l'istruzione post-secondaria e superiore. Il titolo I della legge prevede finanziamenti per programmi di estensione e formazione continua. Il titolo II stanzia fondi per aumentare le collezioni della biblioteca e il numero di bibliotecari qualificati impiegati. Il titolo III si concentra sul rafforzamento delle "istituzioni in via di sviluppo" che non hanno ancora soddisfatto gli standard minimi per l'accreditamento mediante, ad esempio, programmi di scambio di facoltà, uso congiunto di strutture di apprendimento e programmi di formazione per lo sviluppo di facoltà più capaci.

Il Titolo IV assiste gli studenti sostenendo borse di studio universitarie, prestiti con tassi di interesse ridotti e programmi di studio-lavoro. Il titolo V si concentra sul miglioramento della qualità dell'insegnamento (sostenendo, ad esempio, i programmi di preparazione degli insegnanti progettati per attirare i neolaureati nel campo dell'insegnamento e la formazione avanzata per insegnanti esperti). Il titolo VI fornisce assistenza finanziaria per migliorare l'istruzione universitaria (ad esempio, fornendo assistenza a quelle istituzioni che non sono in grado di permettersi materiali didattici moderni).

I fautori dell'atto avevano espresso preoccupazione per l'aumento dei costi del college in un momento in cui un'istruzione universitaria era chiaramente diventata necessaria per i giovani adulti in cerca di opportunità di lavoro. L'aumento dei costi è stato particolarmente problematico per gli studenti provenienti da famiglie a basso e medio reddito. C'era anche preoccupazione per la mancanza di personale adeguato nelle aree di studio emergenti, come gli studi latinoamericani e asiatici, e la necessità di ampie collezioni di biblioteche e bibliotecari più specializzati per stare al passo con il mutevole ambiente educativo. Il commissario per l'istruzione degli Stati Uniti in quel momento avvertì che tutte le istituzioni esistenti sono parte integrante dello sviluppo educativo del paese. Ha sottolineato che consentire solo la "sopravvivenza del più adatto" potrebbe portare a istituzioni "da catena di montaggio", riducendo così la diversità dei campi di studio e delle scelte nelle università. Il presidente Lyndon B. Johnson, che ha firmato l'atto l'8 novembre 1965, presso la sua alma mater, il Southwest Texas State College, ha affermato che le università americane "possono offrire una guida esperta nella pianificazione della comunità; ricerca e sviluppo in pressanti problemi educativi; economico e lavorativo studi di mercato, formazione continua della leadership professionale e imprenditoriale della comunità e programmi per gli svantaggiati ".

La legge ha subito diversi emendamenti dal 1965. Nel 1991 il Congresso ha eliminato qualsiasi termine di prescrizione per la riscossione dei prestiti studenteschi concessi ai sensi della legge (vedere Stati Uniti contro Smith, una sentenza dello stato dell'Alabama del 1992). A seguito della chiusura di diverse istituzioni accademiche a metà semestre, la legge è stata modificata nel 1992 per consentire una serie di protezioni aggiuntive per gli studenti in tali situazioni. Chi frequentava una scuola che aveva improvvisamente chiuso i battenti poteva ora estinguere completamente i prestiti studenteschi, così come gli studenti che non erano in possesso di un diploma di scuola superiore ma erano stati erroneamente assicurati dall'università che erano idonei per iniziare un corso di studi. Agli studenti è stata inoltre offerta la possibilità di "riabilitare" i loro prestiti al fine di rimuovere se stessi dallo stato di insolvenza.

L'emendamento del 1991 ha anche creato un Program Integrity Triad, un gruppo composto da agenzie di accreditamento, gli stati e il Dipartimento dell'Istruzione, che sarebbe autorizzato a controllare l'accesso ai programmi di aiuto finanziario. Nel 1998 la legge è stata autorizzata di nuovo e modificata per includere una diminuzione dei tassi di interesse sui prestiti agli studenti, programmi di "perdono" per i prestiti per gli insegnanti nelle scuole del centro città, maggiori borse di studio Pell e programmi di intervento precoce per gli studenti a basso reddito ammissibili.

L'atto è stato preceduto da diverse altre leggi intese ad avere un impatto simile sull'istruzione superiore. Il GI Bill, ad esempio, è stato progettato per facilitare il ritorno dei soldati della seconda guerra mondiale per ottenere un'istruzione superiore. Il National Science Foundation Act e il National Defense Education Act incoraggiavano gli studenti a entrare nei campi della scienza e della matematica. L'Higher Education Facilities Act del 1963 aveva già tentato di sostenere l'istruzione superiore autorizzando l'assistenza nel finanziamento della costruzione, riabilitazione o miglioramento di strutture presso istituti universitari e laureati.

Dal suo passaggio, l'atto ha integrato diverse altre leggi. Si unisce alla Legge sull'istruzione elementare e secondaria nell'articolare un forte impegno per il controllo statale e locale sull'istruzione, ed è stato istituito un Ufficio per l'istruzione dei migranti per raggiungere gli obiettivi previsti da entrambe queste leggi. I tribunali hanno anche interpretato l'HEA in combinazione con altre leggi. Ad esempio, il Federal Debt Collection Procedures Act consente l'interruzione dei salari per ripagare il debito dei consumatori. I tribunali hanno stabilito che questo atto deve essere deferito alla HEA, che consente in modo indipendente l'interruzione dei salari per riscuotere il debito degli aiuti finanziari. (Vedere Stati Uniti contro George [2000]). La legge è stata anche interpretata in modo da non consentire lo scarico di prestiti studenteschi in procedure fallimentari a meno che il debitore non debba affrontare difficoltà indebite, definite in senso stretto.

I benefici nell'ambito dell'HEA possono essere ricevuti solo da "istituti di istruzione superiore", definiti come quelli che ammettono studenti in possesso di un diploma di scuola superiore (o equivalente), sono certificati per fornire un'istruzione superiore ai sensi delle normative statali, sono accreditati (o probabilmente essere accreditato) da un'agenzia di accreditamento riconosciuta a livello nazionale e fornire un programma educativo che assegna una laurea (o avere un programma di due anni che assegna crediti per tale laurea) e qualificarsi come istituzione pubblica o senza scopo di lucro. Altre scuole possono beneficiare di benefici se forniscono almeno un programma di un anno per preparare gli studenti a un'attività lucrativa, godono dello status di istituzione pubblica o senza scopo di lucro e sono adeguatamente accreditate. La legge può riguardare anche una "combinazione di istituti di istruzione superiore", definita come un gruppo di istituti di istruzione superiore che hanno stipulato un accordo per realizzare un obiettivo comune.

Vedi anche: Legge sull'istruzione elementare e secondaria del 1965.