Legge sulle società di servizi legali (1974)

Travis McDade

Estratto dal Legal Services Corporation Act

Il Congresso rileva e dichiara che:

  1. c'è la necessità di fornire pari accesso al sistema di equa giustizia nella nostra nazione per le persone che cercano la riparazione delle lamentele;
  2. c'è la necessità di fornire assistenza legale di alta qualità a coloro che sarebbero altrimenti saggi incapaci di permettersi un'adeguata consulenza legale e di continuare l'attuale programma di servizi legali fondamentali;
  3. fornire assistenza legale a coloro che si trovano ad affrontare una barriera economica per ottenere un'adeguata consulenza legale servirà meglio ai fini della giustizia;
  4. per molti dei nostri cittadini, la disponibilità di servizi legali ha riaffermato la fiducia nel nostro governo delle leggi;

Nel 1964, nel tentativo di combattere la povertà negli Stati Uniti, il Congresso approvò l'Economic Opportunity Act. Sebbene non ci fossero disposizioni specifiche nell'atto relativo ai servizi legali, gli emendamenti sull'opportunità economica del 1967 aggiungevano specificamente un programma di servizi legali per "promuovere la causa della giustizia tra le persone che vivono in povertà mobilitando l'assistenza di avvocati e istituzioni legali". Il programma era unico in quanto offriva risorse federali a persone altrimenti incapaci di permettersi aiuto in contenziosi civili. Situato all'interno dell'Office of Economic Opportunity, il ramo esecutivo amministrerebbe i servizi legali.

Nel 1971 il presidente raccomandò che, invece di mantenere il programma di servizi legali all'interno del ramo esecutivo, il Congresso costituisse una società indipendente e senza scopo di lucro per assumere i compiti del programma. Per due anni il Congresso ha preso in considerazione la legislazione per creare la Legal Service Corporation (LSC), ma i membri non sono stati d'accordo sulla sua struttura. Infine, nel 1974, il Congresso approvò il Legal Services Corporation Act (LSCA) (PL 93-355, 88 Stat. 378) e il presidente lo firmò in legge.

Nel suo obiettivo generale, l'LSC era simile al programma di servizi legali che esisteva sotto l'Ufficio per le opportunità economiche: fornire assistenza legale di qualità nell'arena della giustizia civile a persone altrimenti incapaci di permetterselo. Nei suoi dettagli pratici, tuttavia, la legge del 1974 era molto diversa. C'erano due importanti differenze nel LSC come creato dalla legge del 1974.

In primo luogo, la LSC doveva essere una società indipendente. Il programma dei servizi legali era stato soggetto alle esigenze politiche del giorno. A seconda del direttore, il programma potrebbe avere un'agenda radicalmente diversa dall'amministrazione all'amministrazione. Questa politicizzazione è stata dannosa per un funzionamento coerente e uniforme del programma. Il nuovo LSC doveva essere isolato, per quanto possibile, dalle preoccupazioni politiche. Il presidente, con il parere e il consenso del Senato, ha nominato gli undici membri del consiglio di amministrazione. Ciascun membro del consiglio potrebbe servire per non più di due mandati triennali consecutivi. Inoltre, non più di sei membri del consiglio potrebbero provenire da un partito politico.

In secondo luogo, la LSCA ha ingiunto alla LSC di impegnarsi in una condotta politica. Ciò significava che nessun dipendente della LSC, nella sua qualità ufficiale, doveva incoraggiare o impegnarsi in dissenso pubblico o picchettaggio, disobbedienza civile o sciopero. Né la LSC potrebbe tentare di influenzare l'approvazione o la sconfitta della legislazione - o fare campagne per qualsiasi misura, iniziativa, referendum o candidato.

Nel 1977 la LSCA è stata modificata per rimediare alle carenze della legge originale. Le modifiche richiedevano all'LSC di stabilire procedure per determinare le priorità del servizio, tenendo conto delle esigenze dei clienti idonei all'assistenza, comprese le persone con disabilità e altre persone che affrontano particolari difficoltà nell'accesso ai servizi legali.