Legge sulla tutela della qualità degli alimenti del 1996

Valerie Watnick

Al momento della sua approvazione, il Food Quality Protection Act del 1996 (FQPA) (PL 104-170, 110 Stat.1489) è stato definito "uno dei più significativi progetti di legge per l'ambiente e la salute pubblica approvati in 20 anni, [che] in effetti può distinguersi nel tempo come il più significativo ". In risposta alle principali scoperte scientifiche del Consiglio nazionale delle ricerche (NRC) e di altri nell'area della suscettibilità dei bambini ai pesticidi, il Congresso ha inteso che l'FQPA rafforzasse le protezioni per i bambini richiedendo all'agenzia per la protezione ambientale (EPA) di prendere in considerazione queste sensibilità speciali nella valutazione il rischio di un pesticida.

Gli ambientalisti e le associazioni di consumatori hanno utilizzato la clausola Delaney, approvata nel 1958 come parte del Federal, Food, Drug and Cosmetic Act, come merce di scambio nel tentativo di ottenere una protezione normativa per i bambini dai pesticidi. La clausola Delaney prevedeva che gli additivi alimentari dovevano essere sicuri; e che se si scoprisse che una sostanza provoca il cancro, non potrebbe essere designata come sicura e quindi non potrebbe essere aggiunta agli alimenti trasformati. Questo standard era noto come standard di "tolleranza zero". Le materie prime agricole erano generalmente considerate non sicure per l'uso a meno che non fosse in vigore un limite legale per i residui di pesticidi trovati su quel cibo.

Data l'attuale capacità degli scienziati di rilevare determinate sostanze chimiche in quantità estremamente ridotte, scienziati e politici hanno sollecitato la revisione dello standard di tolleranza zero della clausola Delaney per gli additivi alimentari cancerogeni. Nel settembre 1993 l'amministrazione Clinton ha proposto un pacchetto di riforme che ha cercato di accontentare l'industria chimica e gli ambientalisti. La proposta includeva l'abolizione dello standard di tolleranza zero di Delaney e la fissazione di limiti sui residui di pesticidi che sarebbero stati sicuri per i bambini.

Dopo che l'amministrazione Clinton ha presentato la sua proposta, i comitati per l'agricoltura della Camera e del Senato hanno tenuto una serie di audizioni sulla regolamentazione dei pesticidi. I dibattiti si sono concentrati sulla valutazione dei rischi alimentari per diversi gruppi di consumatori, sul metodo di valutazione dell'esposizione dei consumatori e sull'opportunità e il momento di considerare i benefici di un pesticida quando si fissano limiti legali sui residui di pesticidi.

Le elezioni presidenziali del novembre 1996 e l'opinione pubblica sulla necessità di una revisione delle leggi sulla sicurezza alimentare hanno svolto un ruolo nello sviluppo di un consenso. Nel luglio di quell'anno la Camera approvò un disegno di legge che includeva disposizioni proposte dall'amministrazione Clinton che erano progettate per garantire che i limiti dei pesticidi proteggessero neonati e bambini. Il 24 luglio 1996, il disegno di legge sulla protezione dei minori è stato approvato dal Senato e il presidente Clinton ha firmato l'FQPA in legge il 3 agosto 1996.

L'atto ha portato a tre grandi cambiamenti nella regolamentazione dei pesticidi e nel loro uso sui prodotti alimentari. In primo luogo, l'FQPA contiene disposizioni specificamente progettate per proteggere la salute di neonati e bambini. L'aspetto più significativo di queste protezioni per i bambini ha avuto origine con il rapporto del Consiglio Nazionale delle Ricerche sui pericoli dei pesticidi per i bambini. In genere richiede all'EPA di valutare i rischi di un dato residuo di pesticidi e di utilizzare un ulteriore margine di dieci volte di sicurezza quando si fissano limiti legali per determinati residui di pesticidi sugli alimenti. L'FQPA richiede inoltre che l'EPA tenga conto delle particolari suscettibilità e abitudini di consumo di neonati e bambini nello stabilire i limiti dei pesticidi.

Inoltre, l'atto richiede che l'EPA consideri tutte le diverse esposizioni ai pesticidi che adulti e bambini devono affrontare quando fissano i limiti per i residui di pesticidi sugli alimenti. Questa disposizione richiede che l'EPA consideri tutte le esposizioni di un consumatore ai residui di pesticidi, inclusa l'esposizione attraverso l'aria e l'acqua.

Infine, l'FQPA ha eliminato lo standard di tolleranza zero di Delaney per le sostanze cancerogene negli alimenti trasformati e lo ha sostituito con uno standard di rischio trascurabile per tutti gli alimenti. Si presume generalmente che questo standard di rischio trascurabile significhi che esiste una possibilità su un milione che si verifichi un effetto dannoso.

Se implementato come previsto, il Food Quality Protection Act ha un grande potenziale. L'atto potrebbe contribuire a rendere l'approvvigionamento alimentare più sicuro per questa generazione di bambini e adulti limitando la quantità di residui di pesticidi su tutto il cibo venduto negli Stati Uniti.