Legge sulla sicurezza stradale del 1966

Todd Olmstead

Estratto dalla legge sulla sicurezza stradale

Ciascuno Stato deve avere un programma di sicurezza stradale approvato dal Segretario, progettato per ridurre gli incidenti stradali e le morti, feriti e danni alla proprietà che ne derivano. Tali programmi devono essere conformi agli standard uniformi promulgate dal Segretario ... Tali standard uniformi devono essere promulgate dal Segretario in modo da migliorare le prestazioni del conducente ... e migliorare le prestazioni dei pedoni. Inoltre, tali standard uniformi devono includere ... disposizioni per un efficace sistema di registrazione degli incidenti ..., indagini sugli incidenti ..., immatricolazione, esercizio e ispezione dei veicoli, progettazione e manutenzione delle autostrade ..., controllo del traffico, codici dei veicoli e leggi, sorveglianza del traffico per il rilevamento e la correzione di posizioni di incidenti ad alta o potenzialmente alta e servizi di emergenza.

L'Highway Safety Act del 1966 (PL 89-564, 80 Stat. 731) ha stabilito un programma nazionale coordinato di sicurezza stradale per ridurre il numero di vittime sulle strade della nazione. La legge autorizzava gli stati a utilizzare i fondi federali per sviluppare e rafforzare i loro programmi di sicurezza del traffico autostradale in conformità con gli standard uniformi promulgati dal segretario dei trasporti.

L'atto è stato motivato principalmente dalla crescente preoccupazione dell'opinione pubblica per il numero crescente di vittime di incidenti stradali negli Stati Uniti. Tra il 1960 e il 1965, il numero annuo di vittime di incidenti stradali è aumentato di quasi il trenta percento. Come dichiarò il presidente Lyndon B. Johnson alla firma della legge il 9 settembre 1966, "... abbiamo tollerato una furiosa epidemia di morte in autostrada ... che ha ucciso più giovani di tutte le altre malattie messe insieme. Highway Safety Act, scopriremo di più sulle malattie delle autostrade e miriamo a curarle ".

Durante i suoi primi anni, l'atto richiedeva al segretario dei trasporti di stabilire standard di prestazione uniformi per i programmi di sicurezza delle autostrade statali. Per poter beneficiare dei fondi federali, gli stati dovevano formulare programmi completi di sicurezza stradale per attuare gli standard federali. I tredici standard iniziali (successivamente diciotto) promulgati dal segretario toccavano molti aspetti della sicurezza del traffico autostradale, tra cui l'educazione dei conducenti, la patente di guida, la registrazione dei veicoli, l'ispezione dei veicoli, la progettazione e la manutenzione delle autostrade e i dispositivi di controllo del traffico. La National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA) e la Federal Highway Administration (FHWA) hanno amministrato congiuntamente gli standard, con NHTSA che si assume la responsabilità per gli standard "conducente e veicolo" e FHWA che supervisiona gli standard "carreggiata".

L'amministrazione durante i primi anni si è concentrata principalmente sul garantire la conformità dello stato con gli standard di prestazione uniformi. Nel 1976, tuttavia, i programmi di sicurezza delle autostrade statali erano notevolmente maturati e il Congresso modificò la legge per dare agli stati maggiore flessibilità nell'attuazione. In sostanza, gli standard sono diventati più simili a linee guida e l'amministrazione dell'atto "è passata dall'applicazione degli standard all'utilizzo degli standard come struttura per l'identificazione dei problemi, lo sviluppo di contromisure e la valutazione del programma".

La legge è stata modificata nel 1987 per modificare formalmente gli standard in linee guida. Un altro emendamento stabiliva che solo i progetti appartenenti a una delle nove aree del Programma prioritario nazionale (ad esempio, controllo della velocità, contromisure per alcol e altri farmaci, servizi medici di emergenza) erano ammissibili per determinati tipi di finanziamento ai sensi della legge. Nel 1998, tuttavia, questo vincolo è stato attenuato da un altro emendamento che richiedeva solo che "gli Stati 'considerino' le aree del programma prioritario nazionale quando sviluppano i loro programmi di sicurezza stradale".

L'Highway Safety Act del 1966 ha indubbiamente migliorato la sicurezza del traffico negli Stati Uniti fornendo leadership, guida e assistenza finanziaria ai programmi statali per la sicurezza delle autostrade. Tuttavia, è difficile stimare con certezza l'impatto preciso dell'atto. Sebbene tra il 1966 e il 2001 gli incidenti mortali e il tasso di mortalità (misurato in decessi per milione di miglia percorse dal veicolo) siano diminuiti rispettivamente del 17% e del 71%, almeno parte del miglioramento della sicurezza stradale è dovuto a cambiamenti di altri fattori che contribuiscono alla incidenti stradali. Questi includono la promulgazione di standard di sicurezza dei veicoli a motore federali (vedere il National Traffic and Motor Vehicle Safety Act del 1966) e miglioramenti in medicina.

Vedi anche: Legge sugli standard nazionali di emissione; Legge nazionale sulla sicurezza del traffico e dei veicoli a motore del 1966.

Bibliografia

Dipartimento dei trasporti degli Stati Uniti. National Highway Safety Bureau. Rapporto 1969 sulle attività ai sensi della legge sulla sicurezza stradale. Washington DC: The Bureau, 1969.

National Highway Traffic Safety Administration, Federal Highway Administration, US Department of Transportation. "Procedure uniformi per i programmi di sicurezza delle strade statali". .