Legge sugli scambi di informazioni e istruzione degli Stati Uniti (1948)

Shala F. Maghzi

Lo United States Information and Educational Exchange Act del 1948 (IEEA) (PL 80-402, 62 Stat. 6) è un'iniziativa di scambio educativo istituita per "promuovere una migliore comprensione degli Stati Uniti tra i popoli del mondo e per rafforzare la cooperazione internazionale relazioni." Prima dell'approvazione della legge, i programmi di scambio negli Stati Uniti venivano condotti raramente in alcuni paesi selezionati. Nel 1940, ad esempio, Nelson Rockefeller, il coordinatore degli affari commerciali e culturali per le repubbliche americane, avviò il programma di scambio di persone con l'America Latina, invitando 130 giornalisti latinoamericani negli Stati Uniti. La portata delle attività di scambio si è presto ampliata per includere una gamma più ampia di paesi.

Nel 1948, dopo la seconda guerra mondiale, il rappresentante Karl E. Mundt (South Dakota) e il senatore H. Alexander Smith (New Jersey) presentarono al Congresso il disegno di legge Smith-Mundt. Questo atto, in seguito noto come Legge sugli scambi di informazioni e istruzione degli Stati Uniti, è stato approvato il 27 gennaio 1948. Secondo il Bureau of Educational and Cultural Affairs, l'atto ha istituito un'agenzia di informazione per la prima volta in un periodo di pace con un missione di "promuovere una migliore comprensione degli Stati Uniti in altri paesi e aumentare la comprensione reciproca" tra americani e stranieri. L'atto ha riconosciuto l'importanza degli scambi educativi e culturali sponsorizzati dal governo e la necessità di costituire un corpo di intellettuali e opinion leader ben informati nell'infrastruttura politica e sociale. La sezione 2 della legge elenca diversi "obiettivi" da utilizzare per raggiungere i suoi obiettivi:

  1. un servizio di informazione per diffondere all'estero informazioni sugli Stati Uniti, il loro popolo e le politiche promulgate dal Congresso, dal presidente, dal segretario di stato e da altri funzionari responsabili del governo che hanno a che fare con questioni riguardanti gli affari esteri; e
  2. un servizio di scambio educativo per cooperare con altre nazioni nell'interscambio di persone, conoscenze e abilità; la prestazione di servizi tecnici e di altro tipo; e l'interscambio di sviluppi nel campo dell'istruzione, delle arti e delle scienze.

Dopo il suo passaggio, l'IEEA ha subito una serie di modifiche e emendamenti. Nel 1953 il presidente Eisenhower presentò al Congresso il piano di riorganizzazione numero 8 che istituì l'Agenzia per l'informazione degli Stati Uniti (USIA) per consolidare le funzioni informative amministrate dal Dipartimento di Stato e da altre agenzie. Nel 1961 il Fulbright-Hays Act riaffermò l'obiettivo di aumentare la comprensione reciproca tra gli americani e le persone di altre nazioni.

Tra le disposizioni della legge del 1948 vi era "la creazione di un servizio di informazione per diffondere all'estero informazioni sugli Stati Uniti, sulla sua gente e sulle politiche". Uno dei principali veicoli per raggiungere questo obiettivo è stato lo sviluppo della stazione di trasmissione internazionale, Voice of America (VOA). Prima del passaggio dell'atto il VOA fu trasmesso nel 1942 da una rete di quattordici trasmettitori privati ​​a onde corte. Secondo il Bureau of Educational and Cultural Affairs, in seguito all'atto del 1948 il VOA crebbe fino a includere la trasmissione in ventiquattro lingue del mondo. Nello stesso anno sessantasette centri di informazione e biblioteche hanno fornito libri, esposto mostre e proiettato film sugli Stati Uniti attraverso una rete di settantasei filiali nel mondo.

L'IEEA ha dato un contributo significativo allo scambio di studenti e professionisti da tutte le parti del mondo ed è servito ad aumentare la comprensione tra gli Stati Uniti e le altre nazioni. Nel 2003, secondo Patricia S. Harrison, assistente del segretario di Stato per gli affari educativi e culturali (ECA), tra le attività svolte sotto gli auspici della legge c'erano programmi di formazione per insegnanti, scambi educativi sull'HIV / AIDS con insegnanti in Africa e scambio tra leader religiosi kazaki e leader americani attraverso un programma di visitatori internazionali. Secondo il sottosegretario Harrison, le attività svolte ai sensi della legge "stanno lavorando per la democrazia, la pace, la prosperità e le richieste non negoziabili della dignità umana, impegnandosi oggi con una nuova generazione che farà parte del partenariato per il futuro . "