Lega nazionale per la protezione delle donne di colore

Fondata da Frances Kellor e SW Layten nel 1906, la Lega nazionale per la protezione delle donne di colore si occupava della difficile situazione delle donne nel lavoro domestico nelle città del nord. Le opportunità di lavoro per le donne afroamericane nelle città erano fortemente limitate; quasi il 90% era impiegato nelle famiglie come domestico. I salari erano bassi e non regolamentati e l'orario era estremamente lungo per le donne che lavoravano come domestiche conviventi. Layten, un attivista battista nero, e Kellor, un riformatore bianco, si sono uniti a donne bianche e nere a New York per studiare queste condizioni e cercare di cambiarle. Oltre alla sua base a New York, i capitoli della lega erano attivi a Filadelfia, Baltimora, Washington, DC e Chicago.

Uno degli obiettivi principali del lavoro della lega era la migrazione degli afroamericani del sud verso le città del nord in cerca di una vita migliore. Mentre il numero di migranti all'inizio del secolo era inferiore a quello che sarebbe venuto dopo, la situazione delle giovani donne era motivo di grande preoccupazione per i lavoratori della lega. Molte donne sono arrivate senza conoscere nessuno, con pochi soldi e senza accordi per l'alloggio. La Lega temeva che queste donne potessero cadere in situazioni pericolose, soprattutto le associazioni con case di prostituzione. Ulteriori difficoltà sono state presentate dagli agenti del lavoro che lavorano nel Sud per incoraggiare la migrazione. Spesso, i migranti ansiosi sono stati indotti a firmare contratti che lasciavano loro poco del loro salario alla fine del mese.

Per affrontare questi problemi, la Lega ha distribuito informazioni tra le donne di colore del sud sulla realtà della vita nel Nord e ha messo in guardia contro agenti del lavoro senza scrupoli. Inoltre, ha inviato le proprie persone a incontrare i nuovi arrivati ​​nelle stazioni ferroviarie e nei porti per guidarli in luoghi sicuri dove alloggiare. La lega ha lavorato in collaborazione con i rifugi per donne nere esistenti e ha creato una rete efficace per affrontare questi problemi. Nel 1911 la lega divenne una delle organizzazioni fondatrici sotto l'egida della National Urban League.

Guarda anche National Urban League

Bibliografia

Kellor, Frances A. Senza lavoro: uno studio sulla disoccupazione. New York: GP Putnam's Sons, 1915. Ristampa, New York, 1974.

Layten, SW "The Servant Problem". Americano colorato 12 (gennaio 1907): 13–17.

Weiss, Nancy J. La National Urban League, 1910-1940. New York: Oxford University Press, 1974.

judith habenfeld (1996)