Leccate blu, Kentucky

Leccate blu, Kentucky. 19 agosto 1782. Gli inglesi a Detroit inviarono due spedizioni nell'estate del 1782 per spingersi sulla frontiera della Virginia. Un gruppo si è mosso contro Wheeling a luglio. La seconda forza di indiani e lealisti, sotto il capitano William Caldwell e Simon Girty, si riunì a Chillicothe all'inizio di agosto per invadere gli insediamenti del Kentucky; progettarono di eliminare la stazione di Bryan e poi di spostarsi verso gli insediamenti di Lexington a circa cinque miglia più a sud-ovest. Raggiunsero le vicinanze inosservati la sera del 14 e la mattina dopo si avvicinarono alla stazione di Bryan. I difensori erano stati allertati il ​​giorno precedente dalla notizia di un'imboscata a Upper Blue Licks e stavano facendo i preparativi militari per iniziare un inseguimento quando i predoni hanno attaccato. Il primo assalto fallì, così come un tentato assedio, e la mattina del 18, i predoni iniziarono una lenta e deliberata ritirata. Un grande gruppo di uomini di frontiera si radunò da Bryan poche ore dopo e partì all'inseguimento. La mattina successiva il gruppo di testa di 182 uomini raggiunse circa 240 predoni vicino alle Lower Blue Lick Springs sulla Middle Fork del Licking River. Daniel Boone e altri leader consigliarono di aspettare un grande rinforzo noto per essere in arrivo sotto il generale Benjamin Logan, ma il maggiore Hugh McGary ha scioccamente sollevato un'accusa disorganizzata. Gli americani furono presi nel profondo guado da una forza superiore e in pochi minuti furono schiacciati. Gli uomini del Kentucky sono fuggiti dopo aver perso sessantaquattro morti e cinque catturati.

Bibliografia

Anonimo. "Battle of Blue Licks". Registro della Kentucky Historical Society 47 (luglio 1949): 247-249.

Collins, Richard H. "L'assedio della stazione di Bryan". A cura di Willard Rouse Jillson. Registro della Kentucky Historical Society 36 (gennaio 1938): 15-25.

                          rivisto da Robert K. Wright Jr.