Lavoratori d’abbigliamento amalgamati d’America

Lavoratori d'abbigliamento amalgamati d'America. La Amalgamated Clothing Workers of America (ACWA) fu fondata nel 1914 in rivolta contro il consolidato sindacato dei lavoratori dell'abbigliamento maschile. È diventato uno dei sindacati industriali più importanti e potenti della storia americana. L'ACWA è nata dalla necessità tra i lavoratori del commercio di abbigliamento maschile di un'organizzazione che rappresentasse ogni lavoratore del settore, non solo la minoranza di artigiani qualificati, i cui numeri stavano diminuendo man mano che la produzione di abbigliamento diventava sempre più segmentata e dequalificata nel fine Ottocento.

Il primo sindacato di successo degli operai dell'abbigliamento maschile fu la United Garment Workers (UGW), fondata nel 1891 da lavoratori immigrati che sceglievano artigiani nativi per dirigere il sindacato. Nel giro di un paio di decenni, questo sforzo di accettabilità fallì quando la leadership dell'UGW divenne sempre più distante dalla maggioranza immigrata del sindacato. Durante due dei più significativi scioperi dei lavoratori dell'abbigliamento, a New York City nel 1910 e a Chicago nel 1911, i leader dell'UGW si rifiutarono di sostenere gli operai in sciopero.

La tensione tra i produttori di tute di origine nativa che dominavano la leadership di UGW e la maggioranza di origine straniera raggiunse il suo apice alla convention nazionale del 1914 a Nashville, nel Tennessee. Ai delegati degli immigrati urbani che ce l'hanno fatta è stato negato il posto a sedere con accuse inventate di quote non pagate. Così quei delegati hanno organizzato la convention e in un hotel vicino si sono riuniti come i "veri" United Garment Workers. Dopo che la nuova organizzazione fu costretta a cedere la sua rivendicazione al nome UGW per ordine del tribunale, il nuovo sindacato adottò il nome Amalgamated Clothing Workers of America in una successiva convenzione. Sidney Hillman, un operaio di abbigliamento di Chicago, è diventato il primo presidente dell'ACWA. Sebbene negato il riconoscimento dalla Federazione americana del lavoro (AFL), il suo numero è cresciuto rapidamente a 177,000 lavoratori nel settore dell'abbigliamento entro il 1920.

Durante la prima guerra mondiale, l'ACWA mantenne e persino migliorò i salari, l'orario e le condizioni di lavoro. Nel 1917, aveva stabilito la settimana di quarantotto ore nei due maggiori centri di produzione di abbigliamento della nazione: New York City e Chicago. Durante gli anni '1920, tuttavia, il sindacato dovette lottare per sopravvivere di fronte alla depressione e alla paura rossa all'esterno e all'infiltrazione del crimine organizzato e al racket all'interno. Durante la Grande Depressione degli anni '1930 l'ACWA fu finalmente ammessa nell'AFL, ma a causa delle continue differenze all'interno della federazione sull'opportunità di organizzarsi per industria o artigianato, l'ACWA si unì al nuovo Comitato per l'Organizzazione Industriale (CIO) (in seguito il Congresso di Organizzazioni industriali) come membro fondatore nel 1935. L'ACWA ha anche rafforzato la sua rispettabilità politica quando Hillman, in qualità di presidente dell'ACWA, prestò servizio nel comitato consultivo della National Recovery Administration (NRA) durante la sua breve esistenza dal 1933 al 1935. Come L'ACWA è cresciuta in numero tra gli anni '1920 e '1950, ha anche ampliato il suo campo di applicazione, aprendo la strada a programmi di assistenza sociale per i suoi membri che includevano un'assicurazione sanitaria, un centro sanitario, banche e persino una cooperativa abitativa. A seguito della chiusura degli stabilimenti e del calo delle iscrizioni, nel 1976 l'ACWA si è fusa con la Textile Workers Union of America (TWUA) per formare la Amalgamated Clothing and Textile Workers Union (ACTWU). Quindi, nel 1995, ACTWU si è fusa con l'International Ladies Garment Workers Union (ILGWU) per formare l'Unione dei lavoratori dell'industria, dell'industria e del tessile (UNITE!).

Bibliografia

Fraser, Stephen. Il lavoro regnerà: Sidney Hillman e l'ascesa del lavoro americano. New York: The Free Press, 1991.

Forte, Earl D. The Amalgamated Clothing Workers of America. Grinnell, Ia: Herald-Register Publishing Co., 1940.

"UNITE! Storia." Disponibile da http://www.uniteunion.org.

Susan RothBreitzer