Lairds

lairds. La parola scozzese "laird" è una forma abbreviata di "laverd", una parola scozzese più antica derivante da un termine anglosassone che significa signore. Implicava la proprietà della proprietà fondiaria sotto forma di una proprietà. Dal XV sec. era ampiamente utilizzato dai proprietari terrieri minori che detengono direttamente la corona e quindi autorizzati ad andare in Parlamento, ma i lairds erano chiaramente distinti dall'aristocrazia superiore o dai signori del Parlamento. Nel XVI e XVII cent. veniva comunemente applicato al capo di un clan delle Highland senza altri titoli, come in "il laird di McGregor".

Il movimento feudale che raggiunse l'apice al tempo del XVI sec. La riforma ha consentito agli inquilini di acquistare a un prezzo elevato carte feu che, a parte un piccolo dazio in corso, conferivano la proprietà virtuale. Alcuni di questi inquilini, proprietari davvero piccoli, erano conosciuti come 'bonnet lairds', ma il termine è scherzoso, ed è meglio equiparare il grado di laird con il possesso di una baronia detenuta o della corona o di un grande signore di regalità come Argyll, che aveva il diritto di creare il proprio baronaggio.

I lairds erano quindi una classe numerosa nella Scozia rurale, sebbene in diminuzione rispetto alla nobiltà più alta nel tempo. La giurisdizione baronale era ampia, anche se soggetta ad appello alla corte dello sceriffo reale o alla corte della regalità. La particella strana era la parola "di", come in "Irvine di Drum" o "Ferguson di Kilkerran". Il numero di lairds è difficile da stabilire prima del XVIII sec., Ma tenendo conto del gran numero di baronie direttamente in mani coronate o nobili, equiparando la classe laird a tutte le altre, e ricordando che in una parrocchia di Fife come Creich c'erano a uno stadio tre baronie, una cifra in migliaia di modesti sembra il massimo. Non erano una classe omogenea: Orkney e Shetland producevano mercantili. Quando grandi proprietari terrieri, definiti come quelli con un affitto superiore a £ 18 scozzesi (£ 2,000 166s. 4d. sterline), già detenute nel 1770 metà della ricchezza agraria della Scozia e stavano consolidando la loro ascesa, gli uomini d'affari stavano acquistando nella classe laird intorno alle città più grandi. Poiché le baronie sopravvissero dopo il 1747, è ancora possibile acquistare lo status di laird con una tenuta che è una baronia.

Bruce Philip Lenman