La teoria dei germi e la medicina brevettuale

Medicinali non regolamentati. Nei giorni prima che la teoria dei germi fosse stabilita, molte sostanze diverse venivano usate per trattare disturbi specifici. In effetti i medici erano così disperati di trovare cure efficaci che molti sottoscrissero una dottrina del "nichilismo terapeutico", prescrivendo il meno possibile e senza affermare che i rimedi disponibili avrebbero funzionato. Dato che i governi non regolavano i medicinali, chiunque poteva inventarne uno e provare a venderlo. I farmaci brevettati hanno preso il loro nome perché i loro produttori avevano ottenuto o richiesto brevetti governativi, concedendo loro diritti esclusivi per produrre e vendere particolari rimedi. Un simile brevetto proteggeva il venditore, non l'acquirente, e attestava l'originalità di un prodotto, non i suoi poteri curativi.

Commercializzare la "cura-tutto". I produttori di medicinali brevettati in genere affermavano di aver curato molti disturbi, a volte un elenco molto lungo. Molti avevano nomi dal suono scientifico, come Hydrangea litiata, Estratto di Pinus canadensis o Sciroppo degli ipofosfiti. Alcuni hanno sottolineato l'apparato chimico presumibilmente utilizzato per produrli, come l'aria idrogenata del dottor Judge. Molti includevano un elemento straniero o esotico nei loro nomi. Le associazioni orientali erano particolarmente favorite, come Celestial Balm of China del Dr. Lin, Carey Chinese Catarrh Cure o Japanese Life Pills, ma c'erano anche Crimean Bitters, Mecca Compound e Mexican Mustang Liniment. I produttori di farmaci brevettati sono stati pionieri nel marketing di massa e nel fare appelli psicologici attraverso la pubblicità. Spesso il nome di un prodotto ne sottolineava la natura benefica, come per Swift's Sure Specific, Dr. Sweet's Infallible Liniment e Dr. Warner's Safe Cure.

Cambiando con i tempi. Quando la teoria dei germi divenne ampiamente conosciuta negli anni 1880 e 1890, anche i produttori di farmaci brevettuali fecero un balzo su quel carrozzone. William Radam, inventore di Radam's Microbe Killer, arrivò al punto di elaborare una teoria elaborata, ma assurda, che espose nel suo libro Microbi e Microbe Killer (1890). Riprendendo gli esperimenti di Pasteur sulla fermentazione, ha detto che i microbi causano il decadimento e la fermentazione, che è la malattia di base di base, e ha affermato che i microbi sono tutti uguali, causando disturbi che appaiono diversi solo quando infettano persone diverse. Pertanto, ha classificato il suo prodotto come un "antisettico universale non velenoso", che oltre ai suoi poteri curativi conservava anche frutta e carne. Ha prodotto la pozione, il cui ingrediente principale era l'acqua, in diciassette fabbriche.

Verso la regolamentazione del governo. Il più grande nemico dei farmaci brevettati era Harvey Washington Riley, che fu nominato capo chimico del Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti nel 1883. Lanciò il Bollettino 13 (con dieci parti pubblicate in un periodo di sedici anni e per un totale di quattrocento pagine), descrivendo e analizzando modificazioni chimiche dei prodotti alimentari, compresi i medicinali, comunemente disponibili per il consumatore. Come risultato dei suoi sforzi, il primo progetto di legge Pure Food fu introdotto al Senato nel 1899. Non passò, ma lo slancio continuò a crescere fino a quando un disegno di legge simile non divenne legge nel 1906, dando al governo gli strumenti per far provare la loro reclami.

LA POLEMICA DI COPE-MARSH

Nel 1885 Edward Drinker Cope fu infuriato per la nomina del suo rivale Othniel Charles Marsh a presidente dell'Accademia Nazionale delle Scienze - prova, pensò Cope, delle macchinazioni politiche del suo avversario. Nell'ottobre di quell'anno Cope trasmise alcune delle sue convinzioni su Marsh in una lettera a un ex studente, passando le informazioni fornite da alcuni degli ex assistenti di Marsh:

I quattro uomini che hanno lasciato Marsh desiderano mettere se stessi e lui davanti al pubblico scientifico. Hanno scoperto che M. è più un pretendente di quanto nemmeno io avessi immaginato che fosse. Recentemente ho visto una dichiarazione in [manoscritto] che espone una serie di cose che sono peggiori di quanto avessi supposto. Ora mi è chiaro che Marsh è semplicemente un avventuriero scientifico-politico che è riuscito, in modi diversi da quelli che derivano dal merito scientifico, a collocarsi nella posizione scientifica di primo piano del paese. Ora è perfettamente certo che lui, M., non ha scritto nessuno dei libri in quarto che portano il suo nome, ed è dubbio che abbia scritto molto o qualcuno dei suoi 800 scritti.

Ritengo che la sua carriera sia una disgrazia per la nostra comunità scientifica, e che dovremmo spazzare via. L'Accademia nazionale americana delle scienze "puzzerà" nel naso degli organismi corrispondenti in altri paesi.

Fonte: Nathan Reingold, Science in Twentieth-Century America: A Documentary History (New York: Hill & Wang, 1964).

Fonte

James Harvey Young, The Toadstool Millionaires: A Social History of Patent Medicines in America Before Federal Regulation (Princeton, NJ: Princeton University Press, 1961).