La ribellione di Culpeper

La ribellione di Culpeper (1677-1679). A partire dal 1677 la contea scarsamente popolata di Albemarle, rivendicata sia dalla Virginia che dalla Carolina e che soffriva di siccità e timori politici di un'aristocrazia costiera, scoppiò in ribellione contro il governo coloniale. Guidati da John Culpeper, che potrebbe essere stato il fratello di Frances Culpeper Stephens Berkeley, moglie del governatore della Virginia, i ribelli miravano a impedire al governatore ad interim Thomas Miller e al suo odiato vice Thomas Eastchurch di riscuotere il dazio sul tabacco, un onere finanziario per i ribelli credevano che impedissero ai mercanti del nord di acquistare i loro raccolti. Catturando gli uomini che sostenevano il governo dei proprietari della Carolina, i ribelli elessero un'assemblea rivale e scelsero un governo con Culpeper come agente doganale e John Jenkins come generale militare. Questo nuovo governo ha processato Miller per parole di tradimento in un processo ovviamente manipolato deciso da una giuria di trafficanti conosciuti.

La repressione della ribellione fu ritardata dalla ribellione di Bacon in Virginia, dalla ribellione Davis-Pate nel Maryland e dalla morte di Eastchurch mentre tornava ad Albemarle per ristabilire l'ordine. Dopo due anni di governo ribelle, Culpeper andò in Inghilterra per perorare la causa dei ribelli davanti al re e al suo consiglio. Ma Miller, che era sfuggito alla custodia, ha incontrato Culpeper lì e lo ha accusato di tradimento. Con il sostegno del conte di Shaftesbury, proprietario di Carolina, Culpeper fu dichiarato non colpevole di tradimento poiché agiva per ordine di un'assemblea opportunamente eletta, anche se ribelle. I problemi nella contea di Albemarle, in particolare con le pretese di autorità della Virginia, continuarono fino al 1689, quando il governatore di Albemarle fu nominato vice del governatore della Carolina. La ribellione fu in gran parte colpa dei proprietari, che avevano scarso controllo delle contee periferiche e della loro amministrazione e che non erano disposti ad attirare l'attenzione reale sui problemi, temendo una quo warranto investigativa da parte della Corona.

Bibliografia

Rankin, Hugh. Ribellione ad Albemarle: la storia della ribellione di Culpeper, 1675–1689. Raleigh, NC: Carolina Charter Ter-centenary Commission, 1962.

---. Ribelle di Albemarle: La storia di George Durant. A cura di Jack P. Hailman. Madison, Wis .: JP Hailman, 1981.

MargaretSankey