La nascita di una nazione

La nascita di una nazione era un rivoluzionario film muto del 1915. Diretto da DW Griffith (1875–1948), il film è ambientato durante la guerra civile americana (1861–65) e il periodo della ricostruzione (1865–1877). La nascita di una nazione descrive l'era attraverso le storie di fantasia di due famiglie bianche coinvolte nel conflitto, gli Stonemans del Nord e Cameron del Sud, proprietari di schiavi. Il film ha reso popolare le carriere di recitazione di Lillian Gish (1893–1993; vedi voce negli anni '1910 - Film e teatro nel volume 1) e sua sorella minore, Dorothy (1898–1968). Le sorelle sono diventate due delle star più familiari del film muto (vedi voce sotto 1900 - Film e teatro nel volume 1) era. La nascita di una nazione ha introdotto molti progressi tecnici e artistici nel nuovo mezzo cinematografico. Il film rimane controverso fino ad oggi a causa della sua interpretazione degli eventi storici che ha interpretato.

Sulla base Il clan, un'opera teatrale del 1905 di Thomas Dixon Jr. (1864-1946), La nascita di una nazione simpatizzava con gli schiavisti del sud sconfitti. Ha ritratto la Confederazione e il Ku Klux Klan (vedi voce sotto gli anni '1910 - The Way We Lived nel volume 1) in una luce generalmente favorevole, mentre dipingi un'immagine negativa dei neri del sud durante il periodo. Il film descriveva la piantagione di Cameron prima della guerra come un luogo felice dove schiavi e padroni vivevano insieme in armonia fino a quando gli abolizionisti del Nord non disturbavano l'equilibrio. Dopo la guerra, Austin Stone-man invia un amico di razza mista, Silas Lynch, per incoraggiare gli schiavi emancipati a votare e correre per una carica pubblica, provocando un inorridito Ben Cameron a organizzare il Ku Klux Klan come organo di resistenza bianca. La narrazione è personalizzata quando si sviluppano attaccamenti romantici tra i membri delle due famiglie, ma queste scene sono oscurate da rappresentazioni poco lusinghiere di personaggi neri, che sono ritratti come rozzi e inclini alla violenza. Non sorprende che le proteste siano state accolte La nascita di una nazione quando il film è uscito in molte città nella primavera del 1915. Tra coloro che hanno criticato il film c'erano la National Association for the Advancement of Colored People (NAACP) e gli eminenti educatori afroamericani Booker T. Washington (1856-1915) e WEB DuBois ( 1868-1963).

Nonostante queste controversie, La nascita di una nazione rimane una pietra miliare nella storia della prima industria cinematografica. E 'stato fortemente promosso e pubblicizzato a livello nazionale, rendendolo il prototipo del moderno "blockbuster". Nel Nickelodeon (vedi voce sotto 1900 - Film e teatro nel volume 1) era, La nascita di una nazione è stato il primo film per il quale è stata addebitata un'ammissione di due dollari, a dimostrazione che il pubblico di massa avrebbe sostenuto film seri. Ha anche aperto la strada a una serie di tecniche di produzione ancora utilizzate dai registi. Queste tecniche includono l'uso di angoli di ripresa creativi, come primi piani e scatti panoramici, e l'illuminazione artificiale per le riprese notturne. Lo ha dichiarato lo scrittore e critico cinematografico James Agee (1909-1955) La nascita di una nazione era pieno di "tremende immagini magiche" che potevano essere paragonate ai discorsi di Abraham Lincoln, alle poesie di Walt Whitman e alle fotografie di Mathew Brady che evocavano l'era della Guerra Civile.

—Edward Moran

Per maggiori informazioni

Barry, Iris. DW Griffith: American Film Master. New York: Museum of Modern Art, 1965.

Gish, Lillian, con Ann Pinchot. I film, il signor Griffith e io. Englewood Cliffs, NJ: Prentice Hall, 1969.

Silva, Fred, ed. Focus su "La nascita di una nazione". Englewood Cliffs, NJ: Prentice Hall, 1971.

Sarris, Andrew. "Nascita di una nazione o potere bianco indietro quando". Village Voice (17 luglio e 24 luglio 1969).