La gioia di cucinare

Nel 1931, con gli Stati Uniti in una profonda depressione economica, la casalinga tedesca americana Irma Rombauer (1877-1962) affrontò un futuro cupo. Suo marito si era suicidato, lasciando i suoi pochi soldi per mantenere una famiglia. Ma Rombauer ha escogitato un intelligente piano per fare soldi: raccoglieva ricette dalla sua famiglia e dai suoi amici e pubblicava un libro di cucina. Quel libro di cucina, chiamato La gioia di cucinare, ha continuato a diventare uno dei libri di cucina più conosciuti nelle cucine americane.

Rombauer non era nota per le sue abilità culinarie e coloro che la conoscevano non erano sicuri del progetto. Immaginava un libro di cucina progettato per cuochi inesperti come lei, donne della classe media cresciute in case che impiegavano cuochi per preparare il cibo per la famiglia. Con le difficoltà finanziarie del Grande Depressione (1929–41; vedi voce sotto 1930 - The Way We Lived nel volume 2), poche famiglie potevano permettersi ancora i servitori e le casalinghe dovevano imparare a cucinare. Rombauer sperava di pubblicare un'enciclopedia di cucina che spiegasse ogni fase della cucina in termini semplici e colloquiali, dalla preparazione della selvaggina fresca (come lo scoiattolo arrosto e l'istrice in umido) all'impostazione della tavola.

Nel 1931, Rombauer usò i pochi soldi che suo marito le aveva lasciato per pubblicare La gioia di cucinare: una raccolta di ricette affidabili con una chat culinaria informale. La prima stampa venduta rapidamente. Nel 1935 l'editore Bobbs-Merrill acquistò i diritti del libro di Rombauer. Nel 1948, la figlia di Rombauer, Marion Rom-bauer Becker (1903–1976), si unì alla madre per rivedere il libro di cucina. Rimase come editore fino alla sua morte, quando suo figlio, Ethan Becker (1945–), continuò la tradizione di famiglia come editore.

Nel corso degli anni, La gioia della cucina ha venduto oltre quindici milioni di copie. Il libro è stato rivisto sei volte per aggiornare le ricette (lo scoiattolo e il porcospino sono stati rimossi). Ci sono molte edizioni speciali, come The Joy of Cooking: All About Pasta and Noodles, pubblicato nel 2000. Sebbene La gioia della cucina non è il libro di cucina statunitense più venduto (Il ricettario di Betty Crocker ha venduto oltre sessanta milioni di copie; vedere Betty Crocker entrata sotto gli anni '1920 - Commercio nel volume 2), è senza dubbio la "bibbia" della cucina americana, senza la quale nessuna cucina è completa.

La visione originale di Rombauer è responsabile del posto del suo libro nella cultura americana. Scrivendo in un tono caldo e colloquiale, da una donna all'altra, Rombauer e Becker sono riusciti a demistificare e definire le arti della cucina e dell'intrattenimento per generazioni di donne.

—Tina Gianoulis

Per maggiori informazioni

Gordon, John Steele. "Fuori dalla padella: quando Irma Rombauer ha finalmente trovato un editore per il suo famoso libro di cucina, i suoi guai sono iniziati sul serio." Patrimonio americano (Vol. 49, n. 2, aprile 1998): pp. 20–23.

Gray, Paul. "Inno alla gioia: un libro di cucina classico ottiene un lifting totale; i puristi si preoccupano; alcuni contributori cuociono a fuoco lento; la pentola ribollirà?" Tempo (10 novembre 1997): pp. 92–96.

"È una gioia completamente nuova: la gioia di cucinare". SimonSays.com.http://www.simonsays.com/subs/index.cfm?areaid=43 (visitato il 8 febbraio 2002).

Mendelson, Anne. In piedi di fronte al fornello: la storia della donna che ha dato all'America la gioia di cucinare. New York: Henry Holt, 1996.