La colonizzazione di Vinland, 986-1014 d.C.

Primi avvistamenti. Nel 986 dC Bjarni Herjolfsson era in viaggio per la Groenlandia dall'Islanda quando lui e la sua nave si persero in una tempesta. Dopo che il cielo si fu schiarito vide “un paese che non era montuoso, ma era ben boscoso e con basse colline. . . . " Così è stato effettuato il primo avvistamento europeo registrato del Nord America. Come nuovi arrivati ​​in Groenlandia, i norvegesi erano a malapena preparati ad espandersi ancora una volta a ovest, e solo dopo che la popolazione crebbe e la terra divenne scarsa, i vichinghi iniziarono a calcolare i benefici della colonizzazione della terra che Herjolfsson aveva individuato. Nel 1001 Leif Ericsson acquistò la nave di Herjolfsson, la dotò di alcuni membri dell'equipaggio dell'ex proprietario e cercò la misteriosa terra a ovest che chiamarono Vinland, dove costruirono un piccolo insediamento chiamato Leifsburthir.

Primo contatto. Dopo che Ericsson ei suoi uomini furono tornati in Groenlandia, Thorvald Ericsson partì nel 1006 per Leifsburthir. Sulla spiaggia videro tre dossi che a un esame più attento si rivelarono essere delle barche di pelle sotto le quali dormivano diversi indiani. Thorvald uccise otto degli uomini spaventati e il suo equipaggio si ritirò sulla loro nave. Con loro grande sorpresa, decine di skin boat piene di indiani apparvero al largo, ei vichinghi presero una posizione difensiva. I cosiddetti Skraeling lanciarono diversi sbarramenti di frecce, una delle quali colpì Thorvald a morte. Dopo che gli indiani si furono ritirati, gli altri membri dell'equipaggio seppellirono il loro capo nelle vicinanze e si rintanarono a Leifsburthir per l'inverno. In primavera hanno raccolto legna, raccolto uva e sono tornati in Groenlandia con un'immagine meno rosea del Nuovo Mondo.

La colonia di Vinland. Tre anni dopo Thorfinn Karlesefni, sua moglie e altri 160 coloni localizzarono Leifsburthir, ripararono le case fatiscenti e costruirono diversi nuovi edifici per ospitare il resto dei coloni. I successivi rapporti con la popolazione locale, tuttavia, convinsero Karlesefni che non solo erano più numerosi dei vichinghi, ma avevano anche il potenziale per distruggere il minuscolo insediamento.

Guerra con gli Skraeling. Gli abitanti nativi furono incuriositi dal bestiame che i vichinghi avevano portato con loro e limitarono i loro primi scambi di merci a pellicce e pelli per il latte fresco. Successivamente hanno aggiunto un panno rosso alla lista dei prodotti che desideravano, e sono sempre stati incuriositi dalle armi di metallo dei Vichinghi. Durante una visita commerciale all'insediamento, un nativo cercò di impadronirsi di una spada e il suo proprietario lo uccise immediatamente. Il resto dei suoi compagni fuggì e Karlesefni avvertì i suoi uomini di prepararsi per una battaglia. Alcune settimane dopo arrivò l'assalto. Se non fosse stato per l'eroicità di Freydis, la sorellastra di Leif, che si lanciò contro gli aggressori, i vichinghi sarebbero stati sconfitti. Dopo aver trascorso tre inverni a Vinland, Karlesefni ei coloni si ritirarono in Groenlandia. Freydis fece un successivo viaggio a Vinland, ma il fallimento di Karlesefni pose fine al tentativo di colonizzare la regione. Nel 1014 il contatto prolungato tra Groenlandia e Vinland si era interrotto, ma nei secoli successivi una nave occasionale fu portata fuori rotta nelle acque navigate per la prima volta da Herjolfsson.