Kitt, eartha mae

26 Gennaio 1928

Nata in una fattoria nella città del North, South Carolina, la cantante e attrice Eartha Kitt e sua sorella Pearl sono state abbandonate da bambini dalla madre. Sono cresciuti in una famiglia adottiva fino al 1936, quando Eartha si è trasferita a New York City per vivere con sua zia.

A New York Kitt frequentò la Metropolitan High School (che in seguito divenne la High School of Performing Arts), ea sedici anni incontrò Katherine Dunham, che le concesse una borsa di studio con la compagnia di ballo di Dunham. Kitt ha girato l'Europa e il Messico con la troupe, sviluppando una presenza scenica sessualmente provocante e uno stile di canto gutturale e sensuale. Quando la troupe arrivò a Parigi, a Kitt fu offerto un lavoro come cantante in una discoteca di alto livello. Orson Welles la vide esibirsi e la scelse come "Girl Number Three" nella sua produzione teatrale del 1951 di Marlowe Dottor Faust. Dopo un tour in Germania con la produzione e un breve impegno di canto in Turchia, Kitt è tornato a New York. Si è esibita a La Vie en Rose e al Village Vanguard, dove Leonard Sillman l'ha vista e ha deciso di lanciarla nel suo spettacolo di Broadway Nuovi volti del 1952. Kitt è apparso anche nella versione cinematografica del 1954 di New Faces. In entrambe le versioni ha cantato "C'est Si Bon", "Monotonous" e "Uska Dara", che sono state registrate per il suo album del 1955 The Bad Eartha.

Kitt si è esibita dalla metà degli anni Cinquanta fino agli anni Sessanta nei teatri, nei nightclub e nei cabaret negli Stati Uniti e all'estero, affinando la sua reputazione di "gattina del sesso". Le sue apparizioni teatrali incluse Signora Patterson (1954), un musical prodotto da Sillman, per il quale ha ricevuto una nomination al Tony Award, e Shinbone Alley (1957). Anche Kitt è apparso nei film St. Louis Blues (1958) L'accusato (1957), e Anna Lucasta (1959), che le è valso una nomination all'Oscar. Durante questo periodo ha registrato due album degni di nota, Cattivo ma bello in 1961 e Al Plaza nel 1965. Kitt fece anche numerose apparizioni televisive, inclusa una parte negli anni '1960 Batman serie, in cui interpretava Catwoman.

Nel 1968 la carriera di Kitt ha preso una svolta drammatica quando ha criticato la guerra in Vietnam durante un pranzo alla Casa Bianca organizzato dalla First Lady, Lady Bird Johnson. Di conseguenza ha perso le prenotazioni ed è stata denigrata dai conservatori e da gran parte della stampa tradizionale ed è stata indagata dalla Central Intelligence Agency e dal Federal Bureau of Investigation. Sebbene le successive apparizioni di Kitt in Europa fossero comunemente ritenute il risultato del suo essere stato inserito nella lista nera negli Stati Uniti, in realtà mantenne una presenza significativa nei club americani, nei film e

televisione. Nel 1972 la sua reputazione politica prese una brusca svolta quando si esibì in Sud Africa e si complimentò pubblicamente con i suoi ospiti bianchi per la loro ospitalità.

Alla fine degli anni '1970 e '1980 Kitt continuò la sua carriera come cantante di cabaret e attore occasionale. Il suo ritorno a Broadway nello spettacolo del 1978 Timbuktu le è valso una seconda nomination ai Tony. Ha registrato l'album Amo gli uomini nel 1984 e pubblicò due autobiografie durante questo periodo, Sono ancora qui in 1989 e Confessioni di un gattino sessuale nel 1991. Kitt è apparso anche in una serie di film marginali di Hollywood, tra cui Erik il vichingo in 1989, Ernest spaventato stupido in 1991, Boomerang in 1992, e Istinto fatale nel 1993. Una retrospettiva in cinque compact disc del suo lavoro, intitolata Eartha Quake, è stato rilasciato su 1993.

Kitt è rimasta attiva nel decennio successivo al rilascio delle sue autobiografie e retrospettive. Nel 1996 ha interpretato la leggenda del jazz Billie Holiday in un one-woman show, Lady Day all'Emerson's Bar and Grill. Nel 1998 ha interpretato la Wicked Witch in una versione musicale di Il mago di Oze nel 2000 è stata scelta per interpretare la Fata Madrina in una versione musicale di Cenerentola. Kitt persegue i suoi hobby di giardinaggio e ricamo nella sua casa di Westchester County, New York. Nonostante la sua immagine da "gattina del sesso", non ha mai subito un intervento di chirurgia plastica.

Guarda anche Dunham, Katherine; Musica negli Stati Uniti

Bibliografia

Hine, Darlene Clark, ed. Donne nere in America. New York: Carlson, 1993.

Kitt, Eartha. Giovedì bambino. New York: Duell, Sloan e Pearce, 1956.

Kitt, Eartha. Da solo con me. Chicago: Henry Regnery, 1976.

Kohn, Martin F. "Mischief and Magic". Detroit Free Press, Marzo 3, 2002.

susan mcintosh (1996)

thaddeus russell (1996)
Aggiornato dall'editore 2005