Kevin rock

Kevin Roche (nato nel 1922) è stato un brillante designer noto soprattutto per la creazione di immagini uniche e distintive per le sedi aziendali situate nelle aree urbane e suburbane.

Kevin Roche è nato il 14 giugno 1922 a Dublino, in Irlanda. Quando aveva 17 anni ha avuto la sua prima opportunità di progettare e costruire: un magazzino di formaggi per suo padre, un imprenditore agricolo di successo a Mitchelstown, in Irlanda. Durante la seconda guerra mondiale ha conseguito una laurea in architettura (1943) presso la National University of Ireland. Nel 1948, dopo aver lavorato brevemente per l'architetto di Dublino Michael Scott e per Maxwell Fry a Londra, Roche decise di emigrare negli Stati Uniti. Nello stesso anno è entrato all'Illinois Institute of Technology (ITT), studiando con Mies van der Rohe e conseguendo il Master in Architettura nel 1949. Nel 1950 è entrato a far parte dello studio di Eero Saarinen and Associates dove nel 1954 era diventato il principale associati nel design, con autorità di base per tutti i loro progetti.

Dopo la morte di Saarinen nel 1961, Roche ha unito le forze con John Dinkeloo, un partner dello studio di Saarinen dal 1956. Insieme i due uomini hanno completato il lavoro incompiuto di Saarinen, che comprendeva il Jefferson National Expansion Memorial, il TWA Terminal dell'aeroporto internazionale JFK e il Terminal dell'aeroporto internazionale di Dulles nella Virginia del Nord. Nel 1966 il nome dell'azienda è stato cambiato in Kevin Roche e John Dinkeloo and Associates. Dopo la morte di John Dinkeloo nel 1978, Roche ha continuato a utilizzare il nome dell'azienda Roche & Dinkeloo.

Il primo progetto più importante di Roche è il Ford Foundation Building (1967) a New York City. Qui l'architetto ha impiegato per la prima volta l'acciaio Corten nella facciata di un edificio urbano. La struttura di 12 piani è composta da uffici situati lungo due lati di un cortile con giardino recintato coperto. La purezza delle pareti in acciaio e vetro ricorda Mies van der Rohe e contrasta con i monumentali pilastri portanti rivestiti in granito. Ogni ufficio si affaccia sul cortile, rafforzando il senso di comunità e famiglia all'interno della grande struttura aziendale. Il cortile giardino funge anche da spazio pubblico, fungendo da collegamento pedonale attraverso l'isolato. Il concetto di creare un edificio orientato alla comunità e "aggiungere qualcosa di più" prevedendo spazi per uso pubblico sono temi ricorrenti nel lavoro di Roche.

Un altro tema predominante nel lavoro di Roche è il modo in cui i suoi edifici rispondono all'automobile. È stato uno dei primi architetti a cogliere le realtà di una società automobilistica progettando consapevolmente edifici con questa visione in mente. Il suo progetto per la College Life Insurance Company (1967-1971) è un complesso di forme piramidali con vetri blu identici situati in un sito rurale dell'Indiana all'incrocio di due autostrade. Queste tre torri affusolate di 11 piani sono composte su una scala monumentale che ricorda i progetti visionari dell'architetto francese del XVIII secolo Claude Nicholas Ledoux. La semplicità e la scala monumentale delle piramidi le rendono visivamente efficaci per una persona che guida un'automobile a 18 miglia all'ora.

Questa preoccupazione per l'architettura con un forte movimento processionale ha portato ad alcuni dei progetti di maggior successo di Roche. Questo concetto è stato enfaticamente affermato nella sua audace e semplice composizione per l'edificio dei Cavalieri di Colombo (1965-1969) a New Haven, nel Connecticut. Qui Roche ha condiviso con il suo ex mentore Saarinen il desiderio di immagini forti e semplici. Tuttavia, piuttosto che l'immaginario rappresentativo romanticizzato di Saarinen, Roche era più un designer razionale che incorporava un certo grado di astrazione e purezza geometrica.

Roche ha inoltre acquisito da Saarinen la capacità di lavorare con grandi complessi aziendali e di fornire loro un'immagine commerciale dominante. Questi divennero la pietra angolare dello studio di Roche e costituirono la maggior parte della sua ouevre. Le sue successive commissioni aziendali riflettevano un movimento verso un neoclassicismo astratto che era forse una risposta all'accettazione postmoderna di motivi storici. Il suo progetto per il quartier generale della General Foods (1977-1982) a Rye, New York, era un edificio bianco scintillante, simmetricamente equilibrato, situato in un vasto sito suburbano.

La General Foods era endemica delle società negli anni '1970 e '1980 che sfuggirono al caos e ai prezzi degli immobili alle stelle della città e si trasferirono nei confortevoli dintorni della periferia. La giustapposizione di forme massicce contro l'acciaio e il vetro che si trova nei primi lavori di Roche è stata sostituita da pannelli bianchi incontaminati e finestre a nastro che conferiscono all'edificio un aspetto pulito e delicato. Dispositivi classici come l'atrio in stile palladiano e la rotonda a pilastri con una piscina riflettente fanno eco al movimento di Roche verso un linguaggio architettonico più formale. Anche in questo caso l'automobile ha giocato un ruolo nel processo di progettazione. Il visitatore che si avvicina in auto viene cerimoniosamente condotto lungo un asse centrale che conduce direttamente al di sotto della rotonda principale del complesso.

Roche ha continuato a esplorare questi temi nel suo progetto successivo per la Bouygues World Headquarters (1983-1989) fuori Parigi, in Francia. Situato a pochi minuti da Versailles, il Bouygues è disposto simmetricamente ed è raggiungibile in auto lungo un asse formale con giardini, piscine riflettenti, una corte pavimentata racchiusa da ali semicircolari e edifici periferici simmetrici. Vengono sottolineate allusioni formali al Palazzo Reale, con l'ufficio del presidente al centro dell'asse come quello del Re Sole a Versailles. Come il quartier generale della General Foods, il quartier generale di Bouygues (chiamato "Challenger") è rivestito da una sottile pelle di alluminio bianco latte.

Oltre al lavoro di Roche come architetto, è stato accademico per la National Academy of Design; un membro dell'Academie d'Architecture; un trustee per l'Accademia americana di Roma; e amministratore della Commission of Fine Arts, Washington, DC, è stato anche destinatario di numerosi riconoscimenti e premi, tra cui l'Academie d'Architecture Grand Gold Medal (1977) e il Pritzker Prize (1982), che è uno dei più stimati premi architettonici. Come progettista di monumenti come l'Oakland Museum della California e la sede della Ford Foundation a New York, è stato nominato vincitore della medaglia d'oro dell'American Institute of Architects nel 1993, uno dei più alti riconoscimenti di architectrue.

Durante la sua carriera, i risultati di Roche includono anche progetti ben noti come il St. Louis Gateway Arch, l'edificio TWA all'aeroporto Kennedy di New York e la sede centrale di Deer & Co. in Illinois; con il compianto Eero Saarinen. Da solo, è stato l'architetto del masterplan del Central Park Zoo di New York e del Nations Bank Plaza di Atlanta.

Ulteriori letture

La migliore fonte su Roche è il libro di Franceso Dal Co, Kevin roche (1985), che include un'ampia intervista, un'analisi incisiva dei suoi edifici e un'ottima bibliografia. Altre fonti particolarmente valide per le loro illustrazioni sono "Architecture and Urbanism" (1987) e Y. Futagawa's, Kevin Roche John Dinkeloo e associati, 1962-1975 (1975). Discussioni su Roche si possono trovare anche in Paul Heyer, Architects on Architecture: New Directions in America (1966); Heinrich Klotz, La storia dell'architettura postmoderna (1988); e Robert AM Stern, Nuove direzioni nell'architettura americana (1977). Informazioni aggiornate raccolte da LA Times Domenica 10 gennaio 1993; Roche vince la medaglia d'oro per gli architetti. □