Kenton, simon

Kenton, simon. (1755–1836). Pioniere. Virginia. Nato nella contea di Fauquier, in Virginia, il 3 aprile 1755, Simon Kenton fuggì attraverso le montagne di Allegheny quando aveva 16 anni, credendo di aver picchiato a morte il ragazzo che aveva sposato la sua ragazza. Sotto il falso nome di Samuel Butler ha cacciato, esplorato e combattuto gli indiani lungo il fiume Ohio. Agì come agente segreto nella Guerra di Dunmore nel 1774 e come esploratore conobbe Simon Girty e Daniel Boone. Si unì a George Rogers Clark e prese parte alla cattura di Kaskaskia e Vincennes nel 1778. Accompagnò tre spedizioni contro l'accampamento Shawnee a Chillicothe: Boone nel 1779 e Clark nel 1780 e 1782. Dopo la prima di queste, Kenton fu catturato dagli indiani , condannato a morte, salvato da Girty, nuovamente condannato, salvato ancora una volta grazie agli sforzi di John Logan (Tachnedorus, un leader nativo americano), e inviato a Detroit come prigioniero. Fuggì nel luglio 1779. Apprendendo che la sua "vittima" d'infanzia era viva, riprese il cognome e tornò in Virginia. Nel 1783 portò la sua famiglia a stabilirsi alla stazione di Kenton, nel Kentucky. Dal 1786 al 1794 guidò un gruppo di esploratori e spie conosciuti come Kenton's Boys, prestando servizio con l'esercito del generale Anthony Wayne nelle campagne del 1793–1794. Si trasferì in Ohio nel 1810, acquisendo costantemente grandi proprietà terriere, ma a causa dell'ignoranza della legge finì nella miseria nei suoi ultimi anni. Salvato dalla povertà da una pensione dell'Ohio nel 1827, morì a Zanesfield, Ohio, il 29 aprile 1836.